• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Materazzi: "Benitez falso. Voglio bene a Balotelli". Su Perugia-Juventus...

Inter, Materazzi: "Benitez falso. Voglio bene a Balotelli". Su Perugia-Juventus...

L'ex difensore ha ripercorso tutta la carriera: dal Perugia ai nerazzurri, passando per il Mondiale


Materazzi ©Getty Images

21/04/2015 18:10

INTER MATERAZZI INTERVISTA BENITEZ MOURINHO BALOTELLI PERUGIA JUVENTUS ZIDANE / MILANO - Marco Materazzi è stato uno degli idoli indiscussi per i tifosi dell'Inter, squadra con la quale è riuscito a vincere tutto nei suoi in nerazzurro. Il classe '73 ha concesso un'intervista al programma 'La tribù del calcio' in onda su 'Premium Calcio', nella quale l'ex difensore della Nazionale ha ripercorso tutta la sua carriera: "Ricordo bene lo spareggio contro il Torino ai tempi del Perugia che ci consentì di tornare in Serie A ai rigori. Come ricordo la partita del campionato '99/'00 contro la Juventus: non si doveva giocare". 

Poi l'esperienza a Milano dopo il calciomercato del 2001 fatta di trionfi e di tanti allenatori: "Mourinho e Lippi sono stati i tecnici che mi hanno fatto crescere e diventare un campione. Il passaggio dal portoghese a Benitez? Con lo 'Special One' ho iniziato a giocare sempre meno, ma era stato molto chiaro con me fin da subito. Lo spagnolo invece non è una persona sincera, il valore umano non contava per lui", questa la news Inter che regala il 41enne. Negli anni anche compagni ed avversari: "Balotelli? E' un fratello e mi dispiace che stia sprecando tutto il suo potenziale. L'avversario più difficile? Shevchenko. Sapeva come farmi male, ma anche io a lui". La chiusura poi sulla Nazionale e ovviamente su Zidane: "La sua testata mi è indifferente, ma ci ha aiutato a vincere quel Mondiale".




Commenta con Facebook