• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-NAPOLI

Hamsik e Callejon rigenerati, merito anche di Insigne. Per Zeman male Ceppitelli, Ekdal e Farias fantasmi


Marek Hamsik (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

19/04/2015 19:59

ECCO LE PAGELLE DI CAGLIARI-NAPOLI:

 

CAGLIARI

Brkic 5 - Nel primo tempo una gran parata su un tiro a giro di Hamsik limita i danni ma verso la sua porta è davvero un bombardamento. Piazzato maluccio sul gol di Gabbiadini.

Balzano 5 - E' un momentaccio davvero per Zeman e per i suoi scudieri, lo dimostra quel colpo di testa del 'suo' terzino che va per togliere (bene) il pallone ad Insigne e finisce per essere un gran gol, ma nella porta sbagliata. Il riassunto della partita, anzi della stagione del Cagliari. 

Rossettini 5 - In occasione del gol di Callejòn la difesa si apre come un panetto di burro e lui va dal lato opposto lasciando lo spagnolo libero di concludere. Protagonista in negativo anche lui in una difesa colabrodo.

Ceppitelli 4,5 - Sul gol del vantaggio azzurro il primo errore di movimento è il suo, che invece di stringere al centro va ad allargarsi dove era rimasto solo Avelar. Una sortita palla al piede fino all'area avversaria dà origine ad un contropiede che stava per finire male. Un altro dei fedelissimi di Zeman che tracolla.

Avelar 5 - Dei due terzini è quello più portato all'offesa, con quel piede sinistro che si ritrova. Cosa che lo porta a scoprirsi molto e a ritrovarsi spesso ad essere infilato da un Callejòn tirato a lucido. 

Dessena 4,5 - Si ritrova spesso a raddoppiare su un Insigne scatenato ma senza grossi risultati. Fra i più contestati nell'ignominiosa aggressione avvenuta in settimana, sembra aver patito molto lo screzio con i 'tifosi'.

Conti 5 - Lo spazio enorme che c'è fra i due reparti fa sì che Hamsik si ritrovi a giostrare senza patemi sulla trequarti. In ritardo anche sull'azione dello slovacco che porta al gol del vantaggio. 

Ekdal 4,5 - Qualità a sprazzi, molto a sprazzi. E' fra i più coinvolti nel tracollo della squadra, come dimostrano i fischi che riceve all'uscita. Dovrebbe essere quello che accende la luce: se il Cagliari è al buio da mesi qualcosa vorrà pur dire. Dal 62' Joao Pedro 6,5 - Quantomeno il suo ingresso in campo serve per dare un po' di brillantezza in più ad un Cagliari che sfrutta l'uomo in più, seppur con risultati non proprio lusinghieri.

Farias 4,5 - All'andata era stato uno dei crack, importante per il sorprendente pareggio al San Paolo. Oggi è fra i più irritanti, si tiene sempre lontano dal gioco e becca grandi fischi anche lui. Dal 62' Cossu 6 - Anche lui riesce a pungere sicuramente più del suo predecessore, creando un asse discretamente produttivo con Joao Pedro.

Sau 5 - Non è al meglio e si vede, alla vigilia ha accusato grossi problemi alla schiena e ha giocato con le infiltrazioni. Movimenti molto limitati, i difensori avversari lo fagocitano. Dal 46' Longo 5 - Almeno Sau aveva la scusa del problema fisico, per lui il problema sembra essere a livello di testa. Un tempo intero senza lasciare il segno per quello che è forse fra le delusioni più grandi di questa annata da archiviare in fretta. 

M'Poku 5,5 - Lì davanti ci si affida alla sua verve per creare qualcosa, il belga riesce pure ad incunearsi fra le maglie della difesa avversaria ma trova sempre una grande opposizione. 

All. Zeman 4,5 - La situazione ambientale non è certo delle migliori ma il suo Cagliari sembra essere ormai in disarmo, una squadra che ha gettato la spugna da tempo, col colpo di grazia degli eventi di qualche giorno fa. A Cagliari e al Cagliari non resta che attendere la fine del calvario, sperando di rilanciare li prossimo anno con un nuovo progetto, magari ancora col boemo e magari senza tutta questa pressione. 

 

NAPOLI

Andujar 6,5 - Un salvataggio di piede su Avelar nel primo tempo, poi ordinaria amministrazione.

Maggio 5,5 - Delegato ad arginare l'asse di sinistra cagliaritano, il più attivo con M'Poku e Avelar, si difende bene ma becca due cartellini abbastanza evitabili che costano un po' di fatica in più ai compagni nel finale di gara.

Albiol 7 - Marca bene prima Sau poi Longo, che dalle sue parti non vedono palla. Con la crescita della squadra anche lui sta tornando il difensore di livello europeo che tutti abbiamo imparato ad apprezzare nei tempi migliori.

Koulibaly 7 - Parte molto male con una disattenzione che gli costa il giallo. Poi si assesta e contribuisce ad un finale meno tranquillo del previsto, senza farsi mai scappare un pallone.

Strinic 6,5 - Sempre attento e disciplinato tatticamente, Farias per il Napoli è uno spauracchio ma il croato è bravissimo a mettergli la museruola.

Gargano 7,5 - Solidità e lucidtà ritrovata dopo l'infortunio, dopo la gran prestazione di Wolfsburg si ripete alla grande, senza buttare via un pallone. Incredibile per concentrazione e spirito di abnegazione, la sua presenza in mezzo al campo fa la differenza. Fondamentale.

Jorginho 6 - I compagni lo incoraggiano spesso, si vede che è in difficoltà e denota qualche problema soprattutto in fase passiva. Combatte, ha voglia, ma gli errori sono ancora troppi.

Callejòn 7 - Palla nello spazio, lo spagnolo si infila fra i due difensori e smarca il portiere con un diagonale preciso. Sembra che le lancette siano improvvisamente tornate indietro di sei mesi, quando Callejòn segnava e si muoveva come un centravanti. L'assenza di Insigne gli ha però 'insegnato' anche a coprire, come dimostra un gran recupero su M'Poku da ultimo uomo. Ora è pronto per la definitiva maturazione. Dal 67' Mesto 6 - Entra per coprire la falla creatasi dopo l'espulsione di Maggio e tiene bene la fascia.

Hamsik 7,5 - A proposito di vecchi tempi, è ancora una volta il capitano la chiave di volta del match. Si muove tra le linee, attacca lo spazio, imposta come sa fare solo lui. Assist splenddo per il gol di Callejòn, e sono 12 stagionali. Sarebbero 13 se il raddoppio non lo mettesse in porta Balzano. Fenomenale. Dal 55' Gabbiadini 7 - L'incredibile potenziale offensivo del Napoli è dimostrato dal fatto che in panchina c'è questo ragazzo qui, che entra in campo e dopo pochi minuti scaraventa il pallone in rete con un missile da 20 metri, bissando la prodezza di Wolfsburg anche come tempistiche. Uno così sarebbe titolare ovunque, ma chi togli lì davanti?

Insigne 7 - Fidatevi, non è un caso se la rinascita del Napoli è coincisa col suo ritorno. E' spesso in ripiegamento nella metà campo azzurra, creando superiorità numerica, poi però riparte palla al piede, imposta e sono sempre diamanti. Lo spettacolo e il sacrificio in un connubio perfetto. Quanta grazia. 

Higuaìn 6 - Si muove tanto, prende botte da orbi ed esce dal campo con la maglietta strappata. Non segna ma mette paura ai difensori rossoblu solo con lo sguardo, tant'è vero che ad ogni azione si aprono intorno come le acque con Mosè. Esce per riposare, giovedì dovrà sgobbare. Dal 61' Zapata 6 - Entra a risultato acquisito e si occupa più che altro di gestire il pallone, di smistare, di far valere il suo fisico facendo a sportellate coi difensori avversari. Molto bene.

All. Benìtez 7 - E rieccolo il Napoli di Rafa Benìtez, quello che nelle fasi migliori della stagione aveva lasciato presagire ben altra stagione. Tre gol e tanto bel gioco per ricominciare a sperare anche nel campionato visto il momento non felicissimo della Roma e la battuta d'arresto della Lazio. E ora, a -5 dal secondo posto, le possibile porte d'accesso per la Champions tornano ad essere due. Se continuano così gli azzurri possono prenderle anche entrambe. 

 

Arbitro: Valeri 6 - Il Cagliari recrimina per un presunto fuorigioco sul primo gol, ma Callejòn è ampiamente in linea e quindi il gol è regolare. Forse eccessivo sull'espulsione di Maggio, ma è una situazione opinabile, che comunque non compromette le sorti del match. 

 


TABELLINO

CAGLIARI-NAPOLI 0-3 
 
Cagliari (4-3-3): Brkic; Balzano, Rossettini, Ceppitelli, Avelar; Dessena, Conti, Ekdal (dal 63' Joao Pedro); Farias (dal 63' Cossu), Sau (dal 46' Longo), M'Poku
A disposizione: Colombi, Cragno, Capuano, Diakitè, Gonzalez, Murru, Pisano, Donsah, Husbauer, Cop
 
Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic; Jorginho, Gargano; Callejon (dal 68' Mesto), Hamsik (dal 56' Gabbiadini), Insigne; Higuain (dal 62' Duvan)
A disposizione: Rafael, Colombo, Ghoulam, Britos, Henrique, Inler, Mertens

Arbitro: Paolo Valeri di Roma

Marcatori: 24' Callejon, 46' Balzano (aut), 60' Gabbiadini

Ammoniti: 4' Koulibaly, 11' Maggio, 44' Conti, 61' Longo, 63' Rossettini, 69' Ceppitelli

Espulsi: 65' Maggio 




Commenta con Facebook