• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-ATALANTA

Totti illude, Iturbe è una triste realtà. Stendardo in soggezione, Emanuelson scatenato


Francesco Totti (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

19/04/2015 17:04

ECCO LE PAGELLE DI ROMA-ATALANTA

 

ROMA

De Sanctis 6 – Non può molto su Denis, per il resto si limita all’ordinaria amministrazione. Nella ripresa non viene chiamato a particolari interventi.

Torosidis 6 – Resta molto basso e pensa più a tenere Gomez che a spingersi in avanti. Non commette sbavature, match senza macchia e senza onori. Dall’83’ Doumbia s.v.

Yanga-Mbiwa 5,5 – Si fa pescare spesso fuori posizione e appare indeciso in alcuni interventi. Non la sua miglior prestazione senza dubbio.

Astori 5 - L’Atalanta per 20 minuti abbondanti è inesistente in fase offensiva e lui non viene chiamato molto in causa. Poi d’improvviso, con uno sciagurato intervento su Emanuelson regala agli orobici l’opportunità per agguantare il pareggio. Svagato.

Holebas 6 – Spinge tanto su quella fascia e arriva di frequente sul fondo per mettere affilati fendenti al centro.

Florenzi 6,5 – Appare in buona forma fisica, gioca a tutto campo. Appena vede un po’ di spazio prova l’inserimento. Prestazione confortante la sua.

Paredes 5 – Il tecnico gli concede una grande opportunità, ma lui delude. È poco dinamico e spesso si fa prendere d’infilata da Emanuelson che gli parte alle spalle. Dal 57’ Keita 6 – Si limita al compitino, non commette errori ed è preciso in fase d’impostazione.

Nainggolan 6,5 – Corre per tutto il campo e recupera tanti palloni. Si concede qualche preziosismo e prova quasi sempre la verticalizzazione di prima. Come sempre l'ultimo a mollare.

Ljajic 5,5 – Gioca tra le linee e crea lo scompiglio nella difesa orobica con le sue serpentine. Passano 120 secondi e si guadagna il penalty che capitan Totti realizza. Con lo scorrere dei minuti cala e non riesce più a trovare la giocata vincente.

Totti 6,5 – Dopo pochi minuti è freddissimo dal dischetto e realizza il gol dell’1-0. Gioca da falso nueve, di frequente si abbassa sulla linea di metà campo per prendere palla e lanciare nello spazio i compagni. Come sempre è un punto di riferimento per la squadra.

Iturbe 4,5 – Prova qualche spunto su quella fascia, ma si perde sempre nell’ultimo tocco. Ci prova, ci riprova, ma alla fine continua a sbattere sul muro Dramé e non riesce mai ad essere pericoloso. Continua a confermare di essere una delle più grandi delusioni nella stagione della Roma. Dal 57’ Ibarbo 5 – Non riceve molti palloni giocabili. Corre tanto, ma a vuoto, non dà quel quid in più ai giallorossi che Garcia gli chiedeva.

All. Garcia 5 – Ennesima prestazione deludente per i suoi che si sono mostrati psicologicamente fragili. La Roma, infatti, partita alla grande grazie al rigore realizzato da Totti, dopo 20 minuti buoni ha subito il contraccolpo del pareggio di Denis. Per il resto, 70 minuti di sterile possesso palla senza mai trovare la misura giusta per impensierire in qualche modo Sportiello. L’emorragia di punti continua e Garcia non riesce a porvi rimedio.

 

ATALANTA

Sportiello 6 – Non riesce ad intercettare il penalty di Totti. È attento nel salvare in uscita su Florenzi qualche minuto dopo. Nel secondo tempo si esibisce in qualche buon intervento sulle conclusioni da lontano dei giallorossi.

Masiello 6,5 – Resta molto basso a protezione della propria area. Da quel lato Holebas attacca con veemenza, ma lui è bravo a non farsi mai cogliere impreparato.

Stendardo 5 – Si sdraia in area in maniera avventata e tocca la palla col braccio costringendo la propria squadra ad una partita tutta in salita. La sola presenza di Totti alle sue spalle lo mette in costante soggezione.

Benalouane 6 – Gioca una buona partita. Di testa è implacabile e sbroglia diverse situazioni intricate.  

Dramè 6,5 – Si ritrova di fronte un velocista come Iturbe ed i timori su una possibile sua figuraccia sono tanti. Si disimpegna invece ottimamente sull’argentino ed esce vincitore dal duello personale con l’ex Verona.

Estigarribia 6,5 – Dialoga con Denis e con la sua velocità spacca a metà la difesa dei capitolini.

Baselli 6 – Gioca una partita diligente, non commette sbavature ed è sempre preciso in fase d’appoggio. Sufficienza meritata. Dal 59’ Migliaccio 6 – Entra ed offre un grande apporto in fase di contenimento. Nei minuti finali salva tutto in scivolata a pochi metri dalla porta proprio mentre Torosidis sta per realizzare il 2-1.

Carmona 5,5 – Non riesce a fare filtro a centrocampo e perde il duello personale con Nainggolan. Nel primo tempo con un retropassaggio pigro manda Florenzi in porta, ma per sua fortuna Sportiello è attento e disinnesca in angolo.

Gomez 6,5 – Su quell’out Torosidis è poco intraprendente e Iturbe si annulla praticamente da solo. Lui tenta di frequente lo spunto e duetta bene con i compagni.

Emanuelson 6,5 – Su quella fascia sfrutta la libertà che gli concede il propositivo Holebas per scorrazzare a proprio piacimento. Si guadagna il penalty, che Denis poi realizza, con uno spunto che coglie Astori impreparato. Dal 65’ Moralez 6 – Si guadagna qualche punizione e con la sua freschezza riesce a mettere in difficoltà i centrali della Roma.

Denis 6 – Non riceve molti palloni giocabili, ma dagli 11 metri è bravo a spiazzare De Sanctis. Fa qualche buona sponda per i compagni e nulla più. Dall’81’ Bianchi s.v.

All. Reja 6,5 – Gallina vecchia fa buon brodo. Reja continua nella sua marcia verso la salvezza dopo l’importante successo di domenica scorsa contro il Sassuolo. Gli orobici, dopo aver subito la rete di Totti non si sono scomposti e si sono difesi con ordine, trovando il pareggio grazie ad un’ingenuità di Astori.

Arbitro Gervasoni 5,5 – Arbitraggio discreto, due gli episodi da segnalare: al 2’ minuto Ljajic calcia verso la porta, ma trova l’opposizione con il braccio di Stendardo, Gervasoni comanda il penalty, decisione che appare corretta. Minuto 22, Emanuelson supera in velocità Astori che lo atterra in area: anche in questo caso l’arbitro comanda il calcio di rigore; resta qualche dubbio, ma il penalty ci può stare. Buona la gestione dei cartellini.

 

TABELLINO

ROMA-ATALANTA 1-1

Roma (4-3-3): De Sanctis; Torosidis(dall’83’ Doumbia), Yanga-Mbiwa, Astori, Holebas; Florenzi, Paredes(dal 57’ Keita), Nainggolan; Ljajic, Totti, Iturbe(dal 57’ Ibarbo). A disp.: Cole, Skorupski, Spolli, Balzaretti, Uçan, Pellegrini, Verde, Calabresi, Sanabria. All. Garcia.

Atalanta (4-4-1-1): Sportiello; Masiello, Stendardo, Benalouane, Dramè; Estigarribia, Baselli(dal 59’ Migliaccio), Carmona, Gomez; Emanuelson(dal 65’ Moralez); Denis(dall’81’ Bianchi). A disp.: Avramov, Grosso, D’Alessandro, Zappacosta, Rosseti, Frezzolini, Grassi, Franck Kessié. All. Reja.

Arbitro: Andrea Gervasoni di Mantova

Marcatori: 3’ Totti (R), 23’ Denis (A)

Ammoniti: 25’ Baselli (A), 41’ Benalouane (A), 48’ Paredes (R), 63’ Dramè (A), 65’ Astori (R), 67’ Yanga-Mbiwa (R), 72’ Migliaccio (A), 83’ Stendardo (A), 90’ Ibarbo (R)

Espulsi:




Commenta con Facebook