• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, Inzaghi e Berlusconi: destini incrociati in casa rossonera

Calciomercato Milan, Inzaghi e Berlusconi: destini incrociati in casa rossonera

Per il presidente e l'allenatore potrebbe essere l'ultimo derby, ma non sono da escludere colpi di scena


Filippo Inzaghi (Getty Images)
Matteo Zappalà (@matteobegbie)

19/04/2015 09:12

CALCIOMERCATO MILAN INZAGHI BERLUSCONI / MILANO - Mancano poche ore alla stracittadina tra Inter e Milan, tra le meno importanti degli ultimi anni ai fini della classifica, ma comunque determinante per stabilire il futuro dei due club. In particolare quello del calciomercato Milan, alle prese con una rivoluzione societaria epocale. Sia per Filippo Inzaghi che per Silvio Berlusconi, infatti, potrebbe trattarsi dell'ultimo derby in rossonero.

IL FUTURO DI INZAGHI - L'esito del derby e, soprattutto, il piazzamento finale in classifica, potrebbero essere decisive per il futuro di Filippo Inzaghi sulla panchina del Milan. Gli ultimi risultati positivi della squadra, infatti, hanno aperto uno spiraglio sulla possibile permanenza del tecnico, nonostante il parere della grande maggioranza dei tifosi. Se poi aggiungiamo l'incertezza sul futuro societario e, di conseguenza, l'impossibilità di esonerare un altro allenatore per evitare di pagarne tre, Inzaghi in caso di risultato positivo potrebbe addirittura andare verso una clamorosa riconferma.

IL FUTURO DI BERLUSCONI - Se la posizione di Inzaghi rimane in bilico tra addio e riconferma, quella del presidente Berlusconi sembra ormai definita. Il patron rossonero, infatti, è ormai ad un passo dalla cessione delle quote societarie. Che si tratti di un pacchetto di minoranza o dell'intera società è ancora presto per dirlo, ma è chiara l'intenzione di Berlusconi di allontanarsi gradualmente dalla presidenza della società rossonera. Anche la cordata che dovrà subentrare nel Milan è ancora top secret, malgrado i giornali parlino di due piste ben delineate, quella thailandese capitanata da Bee Taechaubol e il gruppo di imprenditori cinesi, con Richard Lee nel ruolo di intermediario. Scenari importanti, che potrebbero portare a novità anche per quanto riguarda il mercato.
 

 




Commenta con Facebook