• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BARCELLONA-VALENCIA

PAGELLE E TABELLINO DI BARCELLONA-VALENCIA

Suarez apre le marcature e Messi fa 400. Bravo decisivo para un rigore a Parejo


Suarez (getty images)
Davide Ritacco

18/04/2015 17:59

ECCO LE PAGELLE DI BARCELLONA-VALENCIA

 

BARCELLONA

Bravo 7 – Dimostra perché Luis Enrique lo preferisce a Ter Stegen nella Liga. Il rigore parato al 10’, seppur calciato con troppa superficialità, rimane un bonus per la vittoria finale del Barcellona in campionato.  

Dani Alves 5,5 – Il brasiliano sembra far meno parte di questa squadra. Il suo mancato rinnovo si ripercuote sulle sue giocate. Perde palloni sanguinosi e rischia sempre troppo.

Piqué 5,5 – Il fallo di rigore che gli viene fischiato contro sembra esagerato ma non è comunque la sua migliore partita in blaugrana.  

Mathieu 6 – L’ex di turno parte da difensore centrale e soffre gli attacchi dei suoi ex compagni. Spostato a sinistra soffre meno ma non incanta.

Adriano 6 – Si propone in continuazione sulla sinistra ma evidentemente il suo rendimento non soddisfa Luis Enrique, che lo lascia in panchina nella ripresa. Dal 46’ Rakitic 6 – Il contributo del croato è sempre molto calcolato poiché soffrendo ad un ginocchio bisogna preservarlo. 45' minuti utili in vista del rush finale della stagione.  

Xavi Hernandez 6 – Quando al minuto 79 esce fra gli applausi si capisce che il padrone di casa è lui. Tiene sempre per mano il Barcellona e nella prossima partita saranno 500 presenze, iniziano i festeggiamenti. Dal 79’ Sergi Roberto s.v.

Mascherano 6 – L’argentino è l’uomo in più di Luis Enrique. Quando la squadra è in difficoltà è sempre lui a rattoppare con recuperi prodigiosi. Ma nel suo repertorio anche tanta qualità.

Sergio Busquets 6 – Bellissimo il lancio per Messi nell’occasione che porta al gol.  In mezzo al campo cerca di far sentire sempre la sua presenza con fortune alterne.  

Messi 7 – Sbaglia una grande occasione sul finire del primo tempo ma la palla gli capita sul destro. Un fatto insolito che si ripete nella ripresa quando l’asso argentino colpisce l’incrocio dei pali dalla sua zolla preferita su punizione. Sul finire di gara, però, firma il 2-0 siglando così il suo 400esimo gol con la maglia blaugrana. Sempre più nella storia...  

Suarez 7 – Il pistolero dopo appena un minuto ha già mandato ko il Valencia al termine di un’azione in ripartenza. E’ in uno stato di forma invidiabile e adesso rischia seriamente di spostare gli equilibri. Dal 65’ Pedro 6 – Entra per contenere il risultato. Ha una buona chance prima del raddoppio di Messi, ma il suo tiro viene respinto da Diego Alves.

Neymar Jr 6 – Giocherella per 90’ senza incidere ma la sua classe gli permette di giostrare ogni momento a suo piacimento. Buona corsa ma poca grinta.  

All. Luis Enrique 6,5 – Il Barcellona trova subito il gol ma poi subisce tanto. Corre subito ai ripari, cementando la difesa e dando maggiore sostanza al centrocampo con Rakitic. Continua la sua striscia positiva.  

 

VALENCIA

Diego Alves 6 – In pratica non è chiamato a fare nemmeno una parata fino al gol di Messi. Dopo appena un minuto viene trafitto dal tocco di prima di Suarez e punito ancora dalla sua bestia nera Messi.

Barragan 6 – Gioca sempre molto alto sulla destra alternandosi bene con Feghouli sul fondo per crossare. Cala col passare dei minuti.  

Mustafi 6 – L’ex giocatore della Samprdoria ha tanto lavoro da fare contro Neymar e Suarez. Per sua sfortuna i tre tenori partono forte e qualcosa subisce.

Otamendi 6,5 – Uno dei migliori difensori della Liga e non solo. Come detto per Mustafi, patisce l’avvio lampo dei padroni di casa ma nei 90’ giganteggia in area di rigore.  

Orban 5 – I suoi metodi non sono certo signorili e per questo viene anche ammonito e rischia il rosso. Ma dalla sua parte si aggira un certo Messi ed è giustificabile,o quasi, utilizzare modi bruschi. Dal 46’ Gaya 6 – E’ la promessa del calcio spagnolo. Su questo giovane terzino sinistro pare essere forte il pressing del Real Madrid ed in effetti dimostra ottime qualità e buona personalità.    

Parejo 5,5 – L’errore dal dischetto che sarebbe potuto valere il pareggio, pesa sul suo giudizio.  Il tiro timido che Bravo neutralizza, rispecchia la sua partita.  

Fuego 6 – Incaricato di dettare i tempi lo fa bene ma non esce mai dalla sua zona di campo. Maggiore intraprendenza sarebbe servita.

Gomes 6 – Grande personalità in mezzo al campo. Sono rari i suoi errori ed è sempre pronto a chiudere ogni falla. Certo che i giocatori del Barcellona lo fanno correre spesso a vuoto.

Feghouli 6 – Il vero propulsore del Valencia sarebbe lui. La squadra di Nuno pende sulla destra e dipende dalle giocate dell’Algerino che però non è molto ispirato. Dal 67’ Cancelo 6 – Altro giovane interessante della cantera Valenciana. Il terzino destro con licenza ad offendere ha delle qualità di base invidiabili.   

Alcacer 5,5 – Colpisce un palo e spreca qualche occasione di troppo, contro il Barcellona non te lo puoi permettere. Dal 74’ Negredo 5,5 – ‘El tiburon’ ha tanta voglia di mettersi in mostra ma combina poco.

Rodrigo 6 – Dei tre davanti è stato quello che ci ha provato di più. Va vicino al pareggio al 76’ ma ancora una volta Bravo si supera.

All. Nuno 6 – Il Valencia subisce subito la rete che deciderà la gara eppure ha dimostrato di avere idee chiare e il pareggio sarebbe stato giusto. Discutibile qualche cambio: Feghouli sarebbe stato opportuno tenerlo in campo.

Arbitro: Gonzales Gonzales 5,5 – Il rigore concesso al Valencia è discutibile, così come la gestione dei cartellini. Il giallo a Fuego è quantomeno inopportuno. Orban ha rischiato più volte il secondo giallo.

 

TABELLINO

BARCELLONA-VALENCIA 2-0

Barcellona (4-3-3): Bravo; Dani Alves, Piqué, Mathieu, Adriano (dal 46’ Rakitic); Xavi Hernandez (dal 79’ Sergi Roberto), Mascherano, Sergio Busquets; Messi, Suarez (dal 65’ Pedro), Neymar Jr. A disp.: Ter Stegen, Rafinha, Bartra, Jordi Alba. All.: Luis Enrique

Valencia (4-3-3): Diego Alves; Barragan, Mustafi, Otamendi, Orban (dal 46’ Gaya); Parejo, Fuego, Gomes; Feghouli (dal 67’ Cancelo), Alcacer (dal 74’ Negredo), Rodrigo. A disp: Oterino Yoel, Vezo,  Filipe, De Paul. All.: Nuno

Arbitro: Gonzales Gonzales

Marcatori: 1’ Suarez, 94’ Messi (B)

Ammoniti: 27’ Adriano, 54’ Mascherano, 77’ Rakitic, 91’ Bravo (B), 28’ Fuego, 35’ Orban, 65’ Otamendi, 79’ Mustafi (V)

Espulsi:

Note: Al 10’ Bravo para una rigore a Parejo del Valencia




Commenta con Facebook