• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI DINAMO KIEV-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI DINAMO KIEV-FIORENTINA

Salah imprendibile, ma è Babacar a far felice Montella. Male Dragovic, si salva Iarmolenko


Mario Gomez (Getty Images)
Andrea Della Sala

16/04/2015 22:55

ECCO LE PAGELLE DI DINAMO KIEV-FIORENTINA:

 

DINAMO KIEV

Shovkovkiy 6 – La Fiorentina ha il pallino del gioco, ma non calcia molto in porta. Lui si fa trovare pronto nelle poche occasioni in cui è chiamato in causa. Trafitto da pochi passi da Babacar, non può fare di più.

Danilo Silva 5,5 – L’esterno brasiliano controlla bene Joaquin dalla sua parte, non prova troppe volte la progressione davanti, ma butta in area un paio di traversoni interessanti. Pasticcia un po’, insieme a Kacheridi sul gol di Babacar.

Dragovic 5 – Rischia a inizio partita battendo con troppa fretta un calcio piazzato. Non è sempre sul pezzo, anzi il più delle volte arriva in ritardo. Rimedia anche il giallo che gli fa saltare il match di ritorno.

Khacheridi 5,5 – Non sarà elegante e preciso con la palla tra i piedi, ma sa fare il suo mestiere. Salva in qualche modo (forse anche toccando di mano) su Joaquin, impedendo allo spagnolo di trovare la porta. Nel finale si fa sovrastare da Babacar e arriva il pareggio della viola.

Antunes 5,5 – E’ dura star dietro a Salah. Viene saltato in un paio di occasioni e, nel tentativo di fermarlo, si fa male ed è costretto a uscire. Dal 23’ Vida 5,5 – Non ha la velocità nemmeno lui per contenere Salah, ci prova con la sua potenza fisica, ma non ottiene grossi risultati.

Sydorchuk 6 – Lotta in mezzo al campo, mettendo tutta la grinta che ha a disposizione della squadra. Non si tira mai indietro. Ha una buona occasione in area, ma esita troppo a tirare. Dal 67’ Belhanda 5,5 – Giusto un paio di accelerazioni, nient’altro. Entra in campo quando la sua squadra soffre, con gli avversari che spingono per cercare il pareggio.

Rybalka 6 – E’ un buon tiratore e fa valere la sua dote sia calciando di destro che di sinistro dalla lunga distanza. Si piazza davanti alla difesa cercando di far partire l’azione della Dinamo.

Yarmolenko 6,5 - Ha tecnica da vendere, è lui l’elemento più imprevedibile degli ucraini. Nonostante la grande stazza, ha un’ottima accelerazione e un gran controllo di palla e, con il pallone tra i piedi, mette in crisi la retroguardia viola. A volte esagera con i leziosismi, ma può permetterselo.

Lens 6,5 – Parte largo, ma quando si accentra fa male. Tomovic fatica a contenerlo, e lui, anche se a sprazzi, cerca di dar man forte all’offensiva della Dinamo. Proprio accentrandosi riesce a trovare lo spazio per il tiro e, complice una deviazione, trafigge Neto. Quando ha palla e accelera mette apprensione

Buyalsky 5 – Non riesce mai a entrare in partita. I compagni non riescono a servirlo, lui non riesce a farsi trovare. Dal 79’ Chumak s.v.

Teodorczyk 5,5 – Un po’ troppo isolato là davanti. Prova a fare a sportellate, ma non sempre ce la fa a rendersi utile. Qualche appoggio gli riesce, qualcun altro invece no. Mai pericoloso dalle parti di Neto.

All. Rebrov 5,5 - Subisce l’iniziativa degli avversari per tutti i 90’. Crea poco e vive delle invenzioni di Iarmolenko. Nel finale dopo aver sofferto tanto subisce un gol che mette a serio rischio la qualificazione alle semifinali.

 

FIORENTINA

Neto 6 – Non deve fare particolari interventi. Viene trafitto da un tiro innocuo che cambia direzione a causa della deviazione di Tomovic.

Tomovic 5,5 – In grande difficoltà nel primo tempo, fatica a contenere il passo di Lens. Prova a usare il fisico, ma l’olandese è più veloce. Sfortunato in occasione del vantaggio avversario, tocca la palla quel tanto che basta a spiazzare Neto. Nella ripresa però migliora spingendo in maniera costante sull'out di destra.

Savic 6 – Solita prestanza e solito tempismo nelle chiusure. Concede davvero poco a Teodorczyk, soffre un pochino quando dalle sue parti arriva Iarmolenko. Positiva comunque la sua partita.

Rodriguez 6 – Pochi fastidi in fase difensiva. L’attacco degli ucraini non crea pericoli nella zona centrale. Prova a impostare lui l’azione viola, non sempre con ottimi risultati. Non fa mancare la solita aggressività.

Alonso 6 – Primo tempo un po’ troppo timido. Non riesce a proporsi e Iarmolenko quando gioca largo è un brutto cliente. Cresce nella seconda frazione, dove trova qualche spunto in più e aiuta la manovra della squadra di Montella. Bella palla per la testa di Borja Valero che poi colpisce il palo.

Fernandez 6,5 – Perde pochi palloni e cerca sempre di accendere la miccia. Veloce e tecnico, difficile rubargli palla. Non sempre, però, trova l’imbucata per servire i compagni là davanti. Ha il giusto guizzo nel finale, mettendo la palla giusta in area, dove si getta Babacar che non sbaglia regalando il pareggio alla squadra di Montella.

Badelj 5 – Non è Pizarro e si vede. Fatica e non poco nell’impostare l’azione. Perde troppi palloni in una zona molto delicata del campo e da uno di questi palloni persi nasce poi il gol del vantaggio della Dinamo.

Borja Valero 6,5 – Ha il solito senso della posizione, si fa sempre trovare al posto giusto. Rimane a sostegno dei compagni e dà equilibrio al centrocampo. Colpisce, di testa, il palo col portiere degli ucraini battuto.  Dall’83’ Aquilani s.v.

Salah 7 – La Fiorentina vive delle sue accelerazioni. Quando la squadra di Montella recupera palla cerca sempre di servire l’egiziano in profondità. Palla tra i piedi è davvero imprendibile e salta chiunque gli capiti davanti. Ha l’occasione di fare gol nel primo tempo, ma calcia male e favorisce l’intervento di Shovkovkiy.

Gomez 5 – Qualche sponda, niente di più. E’ vero che gli arrivano poche palle giocabili, ma non riesce a rendersi pericoloso, né a rendersi utile in appoggio alla squadra. Sbaglia, a pochi passi dalla porta, su assist di Salah. Dal 77’ Babacar 7 – Ha il grande merito di trovare il pareggio. Capitalizza al meglio il cross di Mati Fernandez, facendo valere il fisico e trovando, con una bella girata, una rete che vale tantissimo.

Joaquin 5,5 – Poco ispirato. Non tocca molti palloni e quei pochi che tocca non diventano importanti in fase offensiva. Si crea lo spazio per calciare, ma Khacheridi si oppone, forse con la mano. Non incide. Dal 67’ Vargas 6 – Entra al posto di Joaquin e mette sicuramente più brio e più fisicità all’attacco della Fiorentina.

All. Montella 6,5 – E’ la Fiorentina a guidare le danze per praticamente tutta la durata della partita. Prende gol su tiro innocuo deviato ed è costretto a inseguire. Nel finale trova un pareggio strameritato che gli consente di affrontare il ritorno con più serenità.

 

Arbitro: Marciniak 5,5 – Lascia correre tanto, forse troppo in alcune occasioni. Mancano un paio di gialli agli ucraini e, soprattutto, ci sono moltissimi dubbi su un tocco di mano di Kacheridi su tiro di Joaquin che poteva mettere la partita su altri binari già nel primo tempo.

 

TABELLINO

DINAMO KIEV-FIORENTINA 1-1

Dinamo Kiev (4-3-3): Shovkovkiy; Danilo Silva, Dragovic, Khacheridi, Antunes (dal 23’ Vida); Sydorchuk (dal 67’ Belhanda), Rybalka, Yarmolenko; Lens, Buyalsky (dal 79’ Chumak), Teodorczyk. A disp.: Rybka, Gusev, Mbokani, Kravets. A disp.: Rebrov

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic, Savic, Rodriguez, Alonso; Mati Fernandez, Badelj, Borja Valero (dall’83’ Aquilani); Salah, Gomez (dal 77’ Babacar), Joaquin (dal 67’ Vargas). A disp.: Tatarusanu, Richards, Pasqual, Aquilani, Ilicic. All. Montella

Marcatori: 36’ Lens (D), 92’ Babacar (F)

Arbitro: Marciniak (Pol)

Ammoniti: 44’ Dragovic (D), 47’ Gomez (F), 65’ Sydorchuk (D), 66’ Alonso (F), 69’ Kacheridi (D), 71’ Lens (D)

Espulsi:




Commenta con Facebook