• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-FIORENTINA

Azzurri devastanti, ritrovati Hamsik e Callejòn. Viola senza punte e inesistenti in avanti


José Maria Callejon (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

12/04/2015 17:13

ECCO LE PAGELLE DI NAPOLI-FIORENTINA.

NAPOLI

Andujar 6 - La Fiorentina non impensierisce neanche un po' la sua porta e l'argentino si regala un inatteso pomeriggio di tranquillità.

Maggio 6,5 - Dopo la metà campo lascia parecchio a desiderare, in fase difensiva però non sbaglia un colpo e non molla un centimetro. E' un altro Maggio.

Albiol 6,5 - Dopo qualche prestazione un po' così torna a sfoderare sicurezza, lui come tutto il resto della squadra. Segno che le imbarcate delle ultime giornate non dipendevano solo da lui.

Koulibaly 7 - Il gigante d'ebano torna al centro della difesa e si sente. Collabora con Strinic nell'annullare Salah e con Albiol nel tenere buono prima Ilicic e poi Gomez.

Strinic 7 - Ha di fronte Salah e non è certo il cliente più abbordabile, ma lo blocca con una prestazione fatta di grande concentrazione e scorribande sulla fascia ridotte al minimo indispensabile. Bene anche quando entra Joaquìn.

Gargano 7 - In fase di impostazione è quello che è, ma quando il pallone sul piede ce l'hanno gli altri la sua presenza è fondamentale. Straordinario in particolare un recupero su Salah al 50', gli sradica letteralmente il pallone dai piedi.

David Lopez 6,5 - Recupera meno palloni del compagno di reparto, non è eccelso nell'impostazione ma va sempre a chiudere tutti gli spazi possibili e immaginabili, con quelle marcature a palla lontana che fanno sempre tanto bene alla squadra.

Callejòn 7 - Molto più in palla rispetto alle ultime uscite, ha una voglia matta di far gol e si vede. Serve un grande assist ad Hamsik, poi sul finire trova anche la rete, una firma che ai fini del risultato non serve a nessuno ma è un'autentica liberazione, per lui e per il pubblico, che sembrava non aspettare altro. La partita dei grandi ritorni.

Gabbiadini 5,5 - Un po' avulso dal gioco, la fame del Pipita fa sì che sia l'argentino a calamitare tutti i palloni lì davanti. Un paio di spunti nella ripresa ma niente di trascendentale. Dal 63' Hamsik 7 - Otto minuti dopo il suo ingresso in campo il gol che chiude la partita, che sblocca il capitano e sancisce la pace con i tifosi, che non vedevano l'ora di urlare il suo nome. Ora torni ad essere quello che tutti conosciamo: nello sprint finale c'è bisogno di lui come il pane.

Mertens 7 - Non è il Mertens più brillante degli ultimi due mesi, sbaglia tantissimo eppure le sue accelerazioni brucianti sanno sempre sparigliare le carte. Per non parlare del gol, prodezza balistica sulla quale Neto non può nulla. Dall'80' Zuniga sv

Higuaìn 6 - Il gol lo segna nel primo tempo, e che gol: un missile che tutti vedono dentro tranne l'assistente di linea. Nella ripresa ha l'occasione della vita ma cincischia davanti a Neto. Chiude con una gran palla ad Hamsik, che però spreca. Manca solo il nome sul tabellino, il suo l'ha fatto. Dal 74' Insigne 6,5 - Poco più di un quarto d'ora ma si vede già il timbro del gioiello azzurro: l'assist per il gol di Callejòn porta la sua firma, come ai vecchi tempi, visto che lo spagnolo non segnava praticamente da quando si è fatto male lui. La Fiorentina ha tolto, la Fiorentina ha restituito. Bentornato!

All. Benìtez 7 - Finalmente. Nel momento peggiore della stagione si vede un Napoli solido, concreto ma anche bello e ritrovato davanti al portiere. Segnano proprio gli uomini che mancavano all'appello da tempo e in realtà il golletto lo fa pure Higuaìn. Tutte splendide notizie insomma, proprio quando servivano di più.

 

FIORENTINA

Neto 5,5 - Incolpevole sui gol ma impreciso in diverse occasioni in cui potrebbe trattenere il pallone e non lo fa. Un solo grande salvataggio su Higuaìn lanciato a rete dopo un errore di Savic.

Richards 5 - Dalla sua parte c'è Mertens che fa il bello e il cattivo tempo, oltre al gol lo fa secco in più di un'occasione. La maggior parte dei problemi viola nascono tutti da quella parte.

Savic 4,5 - Contro Higuaìn è vita dura. In area di rigore lo tiene bene ma quando il Pipita parte palla al piede sono dolori. Al 67' cerca di "restituirgli" il gol negato con un liscio clamoroso, ma l'argentino per sua fortuna grazia i viola. Sarebbe stato un errore pesantissimo.

Basanta 5 - La difesa imbarca acqua da tutte le parti e lui si ritrova preso nel mezzo fra un Callejòn indemoniato, un Higuaìn che vuole sbranarlo e qualche sortita di Gabbiadini. Brutta giornata.  

Pasqual 5,5 - Callejòn è in palla e se non va in gol prima del finale è anche perché lui riesce a controllarlo bene. Nel primo tempo è buono anche l'apporto alla fase offensiva, poi però si ritrova travolto dalla ripresa decisa del Napoli.

Kurtic 5 - In mezzo al campo i viola sono di più, almeno a livello numerico, ma non si sente anche perché il filtro dello sloveno non è dei migliori. Entra in campo senza il giusto piglio.

Badelj 5 - Qualche passaggio impreciso di troppo, forse una preoccupazione eccessiva per la presenza di Gabbiadini alle sue spalle. Dal 69' Pizarro 5,5 - Venti minuti senza incidere, senza fare la differenza.

Borja Valero 6 - Parte da terzo centrale di centrocampo ma si ritrova presto a fare il trequartista puro, anche perché oggi sembra l'unico in grado di accendere la luce.

Salah 5 - Non ha lo spunto delle scorse gare, trova di fronte l'opposizione di una difesa attenta e non riesce a pungere. Inefficace anche quando prova ad accentrare il raggio d'azione.

Ilicic 4,5 - Il ruolo di falso nueve lo penalizza parecchio, non riesce a trovare gli spazi giusti e viene marcato agevolmente dai centrali azzurri. Inevitabile il cambio a metà gara. Dal 46' Gomez 5 - Dovrebbe dare più peso all'attacco invece si ritrova in una doppia marcatura bestiale, dove di fatto non si sporca neanche gli scarpini.

Vargas 5 - Potrebbe incidere di più sulla sinistra, ma Maggio lo segue come un'ombra e praticamente non gli fa toccare palla. Dal 58' Joaquin 5 - Anche lui non riesce a spostare gli equilibri, ben contrastato da Strinic.

All. Montella 5 - Che brutta Fiorentina oggi, una squadra senza né capo né coda che non impensierisce mai la difesa avversaria ed imbarca acqua ad ogni affondo del Napoli. Forse la testa è già alla coppa, fatto sta che è una brutta battuta d'arresto in chiave Champions.

Arbitro: Damato 4,5 - C'è uno screenshot che sta girando sui social a dir poco impietoso. Il pallone è abbondantemente oltre la linea e l'arbitro di porta non solo è in linea ma sta anche guardando in quella direzione. E dire che si era visto benissimo anche a velocità normale, sia dalla tribuna che a casa. A questo punto i gol fantasma meglio deciderli col televoto...

TABELLINO

NAPOLI-FIORENTINA 3-0

Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic; D. Lopez, Gargano; Callejon, Gabbiadini (dal minuto 64 Hamsik), Mertens (dal minuto 81 Zuniga); Higuain (dal minuto 75 Insigne). A disp.: Rafael, Mesto, Henrique, Britos, Jorginho, Ghoulam, Inler, D. Zapata, De Guzman. All.: Benitez

Fiorentina (4-3-2-1): Neto; Richards, Savic, Basanta, Pasqual; Kurtic, Badelj (dal minuto 70 Pizarro), Borja Valero; Vargas (dal minuto 58 Joaquin), Salah, Ilicic (dal minuto 46 Gomez). A disp.: Rosati, Gonzalo Rodriguez, Tomovic, Aquilani, Rosi, Alonso, Mati Fernandez, Diamanti, Gilardino. All.: Montella

Arbitro: Damato di Barletta

Marcatori: 24’ Mertens, 71’ Hamsik, 89’ Callejòn

Ammoniti: 42’ Koulibaly, Vargas, 63’ Strinic




Commenta con Facebook