• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI UDINESE-PALERMO

PAGELLE E TABELLINO DI UDINESE-PALERMO

Lazaar e Rigoni letali, Guilherme impalpabile


Achraf Lazaar ©Getty Images
Giorgio Elia

12/04/2015 16:50

ECCO LE PAGELLE DI UDINESE-PALERMO:


UDINESE

Karnezis 6 - Non può nulla sulle reti messe a segno dal Palermo.

Wague 5 - Va vicino al gol, prima che Dybala lo bruci nell'azione del gol di Rigoni. 

Danilo 5 - Si muove male uscendo con i tempi sbagliati su Vazquez, lasciando incustodita l'area di rigore nel gol di Rigoni.

Piris 6 - Il più attento della linea difensiva a tre, mette in mostra le sue doti da marcatore. Dal 46' Perica 5 - Non incide, sempre fuori dal gioco. 

Widmer 5,5 - In costante proiezione offensiva, non riesce però a far valere le sue doti mal imbeccato dai compagni. Si perde Chochev in occasione della terza rete rosanero. 

Pinzi 6 - Non fa mancare il suo apporto da lottatore in mezzo al campo nonostante le condizoni fisiche non perfette. 

Guilherme 4,5 - Lento sia di testa che di gambe, non sono felici le sue intuizioni nella gestione del pallone, mostrandosi anche impreciso. Dal 78' Aguirre s.v.

Allan 6 - Sempre uno degli ultimi ad arrendersi il brasiliano, recupera palla, imposta e prova a spingersi in avanti, risultando uno dei più positivi dell'undici friulano. 

Gabriel Silva 5 - Si vede poco a sinistra, tardando spesso anche i ripiegamenti difensivi. 

Thereau 5 - Non incide e si muove alla ricerca della migliore posizione senza successo. Gli viene annullata, giustamente, una rete per posizione di fuorigioco. Dal 70' Badu s.v.

Di Natale 6 - Un tentativo a giro in avvio di partita, poi diversi calci piazzati senza esito e infine la rete della bandiera.

Allenatore Stramaccioni 5 - La sua squadra appare svuotata e priva di organizzazione. Fischiato dal pubblico di casa al momento del cambio Badu-Thereau.


 

PALERMO

Sorrentino 6 - Qualche uscita e nulla di più per lui, senza colpe nel gol di Di Natale.

Vitiello 6,5 - I suoi interventi difensivi sono sempre precisi e puntuali, dimostrandosi ancora una volta pedina affidabile per le scelte di Iachini. 

Gonzalez 6,5 - Personalità e tempra per il costaricano che guida la difesa tornata a tre, tra interventi in anticipo e diagonali decisive. 

Andelkovic 6 - Rientra dalla squalifica e dopo qualche svarione in avvio di partita, riesce poi a fornire una prestazione sufficiente. 

Rispoli 6 - Un passo in avanti rispetto alla prestazione offerta contro il Milan, si proprone spesso in avanti nonostante magari i suoi compagni lo premino poco. Il palo gli nega la gioia del primo gol in rosanero. 

Rigoni 7 - L'uomo giusto al momento giusto. Preciso come uno svizzero nel far valere il suo mancino sentenziando il raddoppio per la sua squadra, accompagnando con attenzione l'azione di Dybala. Letale. 

Jajalo 6,5 - Il croato non tira mai indietro la gamba lotttando contro tutto e tutti in mezzo al campo. Punta ogni giocatore in maglia bianconera, recuperando un gran numero di palloni. Dal 67' Bolzoni 6 - Si piazza in mezzo al campo agendo da diga. 

Chochev 7 - Il piccolo bulgaro benedetto da Stoichkov sostituisce l'ex capitano Barreto sfoggiando una prova ricca di personalità tra recuperi della sfera di gioco e inserimenti. Da uno di questi nasce il suo primo gol italiano.

Lazaar 7,5 - Quando il marocchino va in rete non lo fa mai in maniera banale. E cosi dopo la rete da distanza siderale contro il Napoli, si ripete con una missile che non lascia scampo a Karnezis togliendo le ragnatele sotto l'incrocio alla sinistra del portiere. 

Vazquez 6,5 - Calamita a se le attenzioni degli avversari che gli riservano raddoppi di marcatura, ma lui sa sempre come cavarsela ispirando la manovra della squadra. Si sacrifica tenendo in campo il pallone dal quale nasce il raddoppio di Rigoni. Geniale il tacco con il quale serve Dybala nell'azione della terza rete di Chochev. Dal 73' Belotti s.v. - Sfortunato è costretto a chiedere il cambio per un problema fisico. Dal 85' Maresca s.v.

Dybala 7,5 - Merita lo stesso voto di chi è andato in rete, nonostante non abbia timbrato il tabellino in questa occasione. Si muove lungo tutto il fronte d'attacco, corre come un matto per tutta la partita, offre assist a Rigoni e Chochev e viene solo fermato dal palo. Immenso. 

Allenatore Iachini 7 - Il ritorno al 3-5-2 lo premia al pari della scelta di puntare sulla linea verde con Chochev e di mandare in campo Jajalo. 

Arbitro Tommasi 6 - Nessuna macchia nella direzione di gara del fischietto di Bassano del Grappa. 


TABELLINO

UDINESE-PALERMO 1-3

Udinese (3-5-2): Karnezis; Wague, Danilo, Piris (dal 46' Perica); Widmer, Guilherme (dal 78' Aguirre), Allan, Pinzi, Gabriel Silva; Thereau (dal 70' Badu), Di Natale. A disp.: Scuffet, Domizzi, Bubnjic, Pasquale, Hallberg, Fernandes, Kone, Zapata, Geijo. All. Stramaccioni

Palermo (3-5-2): Sorrentino; Vitiello, Gonzalez, Andelkovic; Rispoli, Jajalo (dal 67' Bolzoni), Chochev, Rigoni, Lazaar; Vazquez (dal 73' Belotti (dal 85' Maresca)), Dybala. A disp.: Ujkani, Fulignati, Ortiz, Milanovic, Terzi, Daprelà, Della Rocca, Quaison, Joao Silva. All. Iachini

Arbitro Tommasi  

Marcatori: Lazaar (P) 15', Rigoni (P) 21', Chochev (P) 66', Di Natale (U) 78'

Ammoniti: Guilherme (U), Danilo (U), Aguirre (U)




Commenta con Facebook