• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-EMPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-EMPOLI

Cavanda che spettacolo, Klose non si ferma più. Nell'Empoli non basta Maccarone


Mauri in azione (Getty Images)
@DavideSperati1

12/04/2015 17:05

ECCO LE PAGELLE DI LAZIO-EMPOLI:

LAZIO

Berisha 7 - Seconda gara consecutiva per il portiere albanese che sostituisce Marchetti alle prese con una frattura nasale. Bravo nei primi minuti a deviare in angolo una conclusione avversaria. Nella ripresa ha più da fare, in quanto prima respinge la punizione di Maccarone e poi devia a lato il rasoterra di Saponara al 68'. Per il resto sicuro nelle uscite e attento fra i pali.

Cavanda 7,5 - Il migliore. Due assist per questo altro giovane proveniente dalla Primavera biancoceleste. Prende il posto di Basta, assente per squalifica, offrendo una prestazione lodevole. Il gol di Mauri nasce da una sua azione personale sulla destra, con tanto di cross perfetto per la testa del capitano e poi ancora al 30' si ripete, regalando a Klose la palla del raddoppio capitolino.

De vrij 6,5 - L'olandese è impenetrabile fino a quando, per motivi di forza maggiore (infortunio muscolare), è costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Dal 39' Novaretti 5,5 - Il peggiore. Con lui in campo la Lazio gioca con 5/5  di difesa non titolare. Entra bene nello spirito del match ma, prima prende un'ammonizione per un fallo da dietro a centrocampo - che si poteva evitare - e poi, dopo dieci minuti della ripresa, un altro fallo evitabilissimo su Mario Rui, porta l'arbitro Peruzzo ad estrarre il secondo giallo. Ingenuo.

Cana 6,5 - Torna titolare al posto dello squalificato Mauricio, venendo preferito a Novaretti e Ciani. Gara tranquilla senza particolari problemi. Buona la chiusura su Maccarone sul finire della prima frazione. 

Lulic 7 - Scalato dietro al posto di Braafheid, offre le giuste garanzie sull'out basso di sinistra. Dopo la magica notte del San Paolo, ecco un'altra prova da incorniciare per questo atleta duttile e intelligente.

Biglia 7 - Fulcro del centrocampo, è lui il ragioniere di questa formazione che continua ad inalellare prestazioni dall'alto valore tecnico. Recupera una quanitità infinita di palloni, nella zona nevralgica del campo.

Parolo 7 - Gioca in scioltezza dominando su Vecino e Valdifiori, in particolare a quest'ultimo non concede mai il tempo di ragionare. Nella Lazio sta trovando la sua giusta dimensione e valorizzazione alla "tenera" età di 30 anni. Dal 78' Cataldi s.v.

Candreva 7 - Prima un tiro dalla distanza al minuto quattordici, che Sepe para senza troppe difficoltà. Poi sul finire del primo tempo, una botta dal limite, accarezza il palo e s'infila alle spalle dell'incolpevole Sepe, suggellando il predominio laziale nel primo tempo.

Mauri 7 - Di nuovo in gol per la nona volta in questa stagione, realizza anche la seconda rete ma il guardalinee fischia un fuorigioco che c'è di pochissimo. Gara concreta e piena zeppa di giocate smarcanti. 

Felipe Anderson 7 - Ormai da lui ci si aspetta sempre qualcosa di speciale e anche oggi ha messo il timbro alla festa biancoceleste, realizzando il gol del 4-0. Comunque, non deliziando i tifosi con giocate clamorose, è ancora una volta uno dei principali protagonisti di questa fantastica Lazio.

Klose 7 - Il bomber tedesco continua a segnare in quantità industriale. Decima realizzazione di questo campionato. Miro è come il vino: più diventa vecchio e più buono. Dal 59' Ciani 6 - Entra per colmare all'espulsione di Novaretti. E' autore di una buona prestazione nella festa dell'Olimpico.   

All. Pioli 8 - Cercava l'ottava vittoria di fila, impresa riuscita soltanto a Maestrelli nel 1972 e a Delio Rossi nel 2007. Propone ancora una volta Klose al centro dell'attacco, con Lulic arretrato nel ruolo di terzino sinistro al posto di Braafheid. Dopo il gol di Mauri, la gara si mette in discesa e i gol di Klose, Candreva e Anderson, gli consentono di entrare prepotentemente e diritto nell'olimpo dei mister più importanti della compagine capitolina. E secondo posto raggiunto.

 

EMPOLI

Sepe 5,5 - Quattro gol subiti sono pesanti da digerire. Sul terzo e quarto gol è esente da colpe particolari, mentre sulle prime due, forse, poteva fare qualcosina di più. 

Hysaj 5 - Si fa bruciare dallo scatto di Mauri che realizza il vantaggio biancoceleste. Per il resto soffre costantemente le iniziative degli avversari.

Tonelli 4,5 - Il peggiore. Gara assolutamente da dimenticare in fretta quella del centrale toscano. Quattro gol subiti per vie centrali parlano chiaro. "La ciliegina sulla torta" è poi l'errore in fase di appoggio che spiana la strada al quarto gol laziale realizzato da Felipe Anderson.

Rugani 5 - Il bravissimo e giovane centrale difensivo, prossimo acquisto della Juventus, oggi ha molto da fare e i 4 gol subiti sono indice di una prestazione al di sotto delle sue potenzialità. Da rivedere.    

Mario Rui 5 - Una delle rilevazioni di questo Empoli targato Sarri, inizia male, perchè Cavanda lo supera in velocità nell'occasione del vantaggio laziale. Il proseguo del match è poi buono per mantenere la forma fisica e nient'altro. Dal 66' Laurini 6 - Entra per far respirare il compagno in una gara ormai a senso unico.

Vecino 5 - L'uruguaiano schierato a destra cerca di fare quel che può contro degli avversari molto più in forma di lui. Gara anonima contro una big del campionato. Dal 54' Signorelli 5 - Anche lui come Zielinski viene inserito per dare una consistenza maggiore a un reparto che, fino a quel momento, ha sofferto terribilmente le iniziative degli avversari.

Valdifiori 5 - Il fulcro dell'Empoli oggi è ingabbiato dal pressing asfissiante di Biglia e Parolo. Possiamo considerare questa prova come un incidente di percorso, perchè il ragazzo vale e una partita storta può capitare a chiunque.

Croce 4,5 - Schiacciato dal centrocampo di Pioli, non riesce mai a contrastare le iniziative di Candreva e soprattutto Cavanda, che spesso partiva dalle retrovie godendo di troppa libertà. Dal 46' Zielinski 5,5 - Gettato nella mischia per cercare di dare più vivacità al reparto avanzato è autore di una discreta prestazione. 

Saponara 5,5 - Uno degli elementi di spicco della compagine allenata da Sarri, non riesce ad esprimersi come dovrebbe, perchè viene marcato benissimo da Biglia e Mauri che spesso retrocede per disturbarlo. Nella ripresa ha l'occasione buona per siglare il conto delle reti ma Berisha è bravo nel deviare a lato.

Pucciarelli 5 - Preferito ancora una volta a Tavano, Manuel si muove bene facendo molto movimento. Peccato che al 38' abbia l'opportunità di accorciare il conto delle reti ma un controllo non perfetto gli nega la gioia del gol.

Maccarone 6 - Il migliore. Big Mac si alterna con il compagno di reparto, senza però rendersi mai veramente pericoloso. Nella ripresa l'Empoli ci prova con più insistenza e va detto che la sua punizione, all'inizio della ripresa, è l'occasione più nitida capitata alla compagine toscana.

All. Sarri 5 - Insieme a Pioli è il tecnico rivelazione di questo campionato. La sua squadra passa subito in svantaggio ma ciò nonostante, continua a tenere alta la linea dei difensori, anche dopo il raddoppio degli avversari. Per il resto, osserva la gara dalla tribuna e nella ripresa cerca di dare una scossa a un centrocampo che soffre in maniera inaudita il gioco degli avversari. Concludiamo dicendo che la prestazione offerta oggi, è un lontano ricordo dall'ottima prestazione fatta contro la Juventus.

 

Arbitro: Peruzzo 5,5 - Gara semplice da arbitrare per via dei tre gol realizzati dalla Lazio già durante la prima frazione. Poteva essere meno fiscale con Novaretti, espulso per somma di ammonizioni, quando il match segnava già un parziale di quattro reti a zero.   

 

TABELLINO

LAZIO-EMPOLI 4-0

Lazio (4-2-3-1): Berisha; Cavanda, De vrij (dal 39' Novaretti), Cana, Lulic; Biglia, Parolo (dal 78' Cataldi); Candreva, Mauri, Felipe Anderson; Klose (dal 60' Ciani). A disp: Strakosha, Guerrieri, Braafheid, Onazi, Ledesma, Lulic, Ederson, Keita, Perea. All: Pioli.

Empoli (4-4-2): Sepe; Hysaj, Tonelli, Rugani, Mario Rui (dal 66' Laurini); Vecino (dal 54' Signorelli), Valdifiori, Croce (dal 46' Zielinski), Saponara; Pucciarelli, Maccarone. A disp: Pugliesi, Bassi, Barba, Somma, Brillante, Dioussè, Mchedlidze, Tavano, Verdi. All. Sarri.

Arbitro: Peruzzo della sezione di Schio

Marcatori: 3' Mauri (L), 30' Klose (L), 43' Candreva (L), 52' Felipe Anderson

Ammoniti: 45' Novaretti (L), 55' Klose (L) 

Espulsi: 57' Novaretti (L)




Commenta con Facebook