• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-JUVENTUS

Mauri fa sognare, Ghezzal imballato. Pereyra prova a mordere, Llorente non ruggisce più


Arturo Vidal (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

11/04/2015 20:02

ECCO LE PAGELLE DI PARMA-JUVENTUS

 

PARMA

Mirante 6,5 – Nella prima frazione di gioco disinnesca in serie le conclusioni di Pereyra, Vidal e Coman.

Santacroce 6,5 – L’ex Napoli si fa spesso prendere dalla frenesia e commette qualche fallo di troppo. Nonostante ciò, anche lui gioca una buona partita. Dall’80’ Cassani s.v.

Mendes 7 – Mette la museruola a Coman e non gli fa toccare palla. Quando può si concede anche qualche licenza offensiva: ottima prestazione.

Feddal 7 – Sbroglia diverse situazioni intricate e di testa è implacabile. Coadiuvato da Mendes e Santacroce rende impenetrabile la retroguardia parmense.

Varela 6,5 – Molto veloce, mette in difficoltà la Juve da quel lato con le sue frequenti discese. Nella ripresa, da quel lato, diventa la soluzione offensiva preferita dal Parma.

J. Mauri 7,5 – Con la sua qualità prova a creare la superiorità numerica sul centro-destra. Con un diamante che si va ad incastonare nell’incrocio dei pali porta in vantaggio i suoi nel secondo tempo. La carta d’identità ci dice che dobbiamo aspettarci grandi cose da questo ragazzino. Sfacciato. Dall’82’ Lila s.v.

Jorquera 6 – Prova di frequente a lanciare nello spazio gli attaccanti. Si limita a svolgere il compitino e strappa la sufficienza.

Nocerino 6,5 – Molto aggressivo sin dai primi minuti, ruba una quantità industriale di palloni e fa salire i suoi.

Gobbi 7 – Spinge tanto su quella fascia e prova a creare qualche grattacapo ai bianconeri. Mette in difficoltà un signor terzino come Lichtsteiner. Lui è come il vino, migliora con l’avanzare dell’età.

Belfodil 7 – Galleggia sulla linea del fuorigioco e di frequente sfugge alle spalle della retroguardia bianconera. È bravissimo nel secondo tempo a ricamare per il gol di Mauri. Dall’86’ Prestia s.v.

Ghezzal 5,5 – Meno nel vivo della manovra rispetto a Belfodil. Tocca pochi palloni e viene spesso chiuso dai difensori bianconeri.

All. Donadoni 8 – Il suo Parma è libero mentalmente e si vede. I suoi ragazzi giocano con scioltezza concedendosi anche qualche tocco di fino. I ducali sono apparsi in grande forma fisica e hanno pressato la Juve a tutto campo dal primo all’ultimo minuto mettendola in grande difficoltà. A prescindere da tutto, Donadoni e i suoi ragazzi meritano solo applausi per quanto fatto sino ad ora e per la grande professionalità dimostrata.

 

JUVENTUS

Storari 6 – Nel primo tempo, nonostante il Parma si renda comunque pericoloso dalle sue parti, lui è praticamente inoperoso. Nella ripresa non può molto sul gioiello di Mauri.

Lichtsteiner 5,5 – Non riesce mai ad arrivare sul fondo e viene messo in grande difficoltà da Gobbi. Giornata no per lui.

Chiellini 5,5 – Si esibisce in molte chiusure fondamentali. Nella ripresa si perde l’uomo nell’occasione del gol di Mauri, grave la sua sbavatura.

Ogbonna 6 – Visto che Bonucci non c’è, è lui a fare il playmaker difensivo. Tiene bene Ghezzal e non commette sbavature.

Padoin 6,5 – Come una camicia bianca, dove lo metti sta bene. Gioca prima da terzino sinistro, poi Allegri lo sposta a fare l’ala e in ogni caso si disimpegna bene. Non compie giocate trascendentali, ma la sua prestazione è convincente. 

Vidal 5 – Tanti gli appoggi sbagliati nei primi minuti. Prova a far salire di tono la propria prestazione con qualche inserimento indovinato, ma il migliore Vidal è ancora lontano. Con lo scorrere dei minuti si eclissa definitivamente.

Marchisio 5,5 – In mancanza di Pirlo, a lui vengono affidati i compiti di regia della manovra juventina. Prova qualche tiro da lontano, ma in fase d’impostazione latita.

Sturaro 6 – Tenta di frequente l’inserimento, si posiziona sul centro-sinistra e prova il dialogo con Padoin. Partita ordinata la sua. Dal 67’ Pepe 5,5 – Viene inserito per dare una svolta offensiva alla Juve, che non riesce a pungere, ma il suo apporto è deludente.

Pereyra 6,5 – Dovrebbe giocare da trequartista, ma spesso tende ad allargarsi sulla destra dove duetta con Lichtsteiner. Il primo squillo del match lo regala lui con un tiro velenoso che Mirante disinnesca in angolo. È tra i pochi a provare ad inventare calcio nella Juve ed è inspiegabile la sua sostituzione. Dal 62’ Morata 5,5 – Appena entrato con un tiro dal limite dell’area e una sgroppata sulla destra dà l’impressione di essere in giornata. Col passare dei minuti però si adagia alla mediocrità odierna dei bianconeri.

Coman 5 – Non riesce ad incidere, prova deludente da parte sua. Per gran parte del match gioca a nascondino tra i difensori del Parma e non tocca palla. Dall’80’ Vitale s.v.

Llorente 4,5 – Fa a sportellate con la difesa ducale. Viene spesso incontro alla palla e prova a far salire la squadra proteggendo la sfera sulla trequarti. Purtroppo per lui e la Juve non riesce a dare quel quid in più alla fase offensiva bianconera. Ennesima prestazione deludente per lui.

All. Allegri 5 – Che la Juve non c’era in campo lo si era capito sin dai primi minuti. Pessima davvero la prestazione dei bianconeri che sono apparsi inconsistenti in fase offensiva. Poco indovinati anche i cambi di Allegri, che ha tolto dal campo Pereyra, sino a quel momento tra i migliori in campo. Ennesima prestazione opaca per Llorente.

 

Arbitro Gervasoni 5 – Prestazione deludente per il fischietto di Mantova: Al 4’ contatto in area Sturaro-Feddal, con lo juventino che va a terra, in questo caso l’arbitro fa bene a far proseguire; 19’ Santacroce trattiene vistosamente Llorente in area, Gervasoni non ravvisa nulla, ma ci poteva stare il penalty; Minuto 88, Ogbonna entra pulito sulla palla, ma il direttore di gara comanda inspiegabilmente una punizione per il Parma e ammonisce l’ex difensore del Torino.

 

TABELLINO

PARMA-JUVENTUS 1-0

Parma (3-5-2): Mirante; Santacroce(dall’80’ Cassani), Mendes, Feddal; Varela, J. Mauri(dall’82’ Lila), Jorquera, Nocerino, Gobbi; Belfodil(dall’86’ Prestia), Ghezzal. A disp.: Costa, Palladino, Lodi, Iacobucci, Mariga, Erlic, Coda, Bajza. All. Donadoni.

Juventus (4-3-1-2): Storari; Lichtsteiner, Chiellini, Ogbonna, Padoin; Vidal, Marchisio, Sturaro(dal 67’ Pepe); Pereyra(dal 62’ Morata); Coman(dall’80’ Vitale), Llorente. A disp.: De Ceglie, Bonucci, Matri, Evra, Rubinho, Marrone, Audero. All. Allegri.

Arbitro: Andrea Gervasoni di Mantova

Marcatori: 60’ J. Mauri (P)

Ammoniti: 45’ Marchisio (J), 51’ Chiellini (J), Mendes (P), 77’ Jorquera (P), 88’ Ogbonna (J), 89’ Gobbi (P)

Espulsi:




Commenta con Facebook