• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Sampdoria, Inzaghi: "Mihajlovic? Chiacchiere da bar. Destro è importante, anche per Menez"

Milan-Sampdoria, Inzaghi: "Mihajlovic? Chiacchiere da bar. Destro è importante, anche per Menez"

Le parole del tecnico rossonero alla vigilia della sfida di 'San Siro'


Filippo Inzaghi (Getty Images)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

11/04/2015 14:59

MILAN SAMPDORIA CONFERENZA STAMPA INZAGHI / MILANO - Vincere, per continuare a sognare. Reduce da due vittorie consecutive, il Milan ospita a 'San Siro' la Sampdoria e cerca i tre punti per restare in corsa per l'Europa. Alla vigilia della sfida, il tecnico rossonero Pippo Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa per fare il punto sulle ultime news Milan.

MIHAJLOVIC - "La sfida con Mihajlovic per la panchina rossonera? Non mi interessa, sono chiacchiere da bar".
 
MENEZ - "Penso sia disciplinato in campo perché il suo è un ruolo d'attacco ma anche d'aiuto alla squadra. Penso sia in grado di giocare in tutti i ruoli d'attacco. Sta facendo bene e spero continui così. Credo sia stata brava la società a puntare su un giocatore così a parametro zero. Io gli avevo chiesto di parlargli e lui mi aveva dato la disponibilità a giocare in tutti i ruoli. Quello che ho apprezzato di Menez e che in pochi hanno detto è che è stato molto bravo anche nei passaggi a Destro. Oltre a fare gol per me può diventare molto importante anche come uomo assist".

BONAVENTURA - "Se la rifinitura va bene penso sia arruolabile, non si è allenato solo venerdì. van Ginkel si è allenato solo ieri e ora toccherà a me capire chi tra loro due e Poli può iniziare la partita".

MERCATO - "I giocatori devono sempre avere a cuore il MIlan perché poi quando vanno via è dura. Non penso sia in questa partita che uno deve dimostrare se è da Milan o meno. Io e la società abbiamo molto chiare queste cose e le nostre valutazioni si faranno a fine anno. Ora ognuno deve dare tutto in campo.

GIOCO - "L'assillo principale deve essere quello di fare una grande partita, come a Firenze dove però non abbiamo vinto. E' stata la nostra miglior partita del 2015 e sapevo che giocando così saremmo tornati a vincere. Nel bene o nel male possiamo fare buone partite. Non mi interessa come giocano loro, mi interessa che giochiamo bene noi. Il Milan, per il suo dna, non deve guardare agli altri ed in questo momento, con la rosa quasi al completo, posso pretendere tanto".

EUROPA - "Fino a tre o quattro partite dalla fine non voglio guardare la classifica. Dobbiamo solo continuare a giocare bene. Il recupero di tanti giocatori infortunati è molto importante e adesso dobbiamo continuare a far bene".

MUNTARI - "E' stato un grande professionista come sempre e quando la società gli ha comunicato che non rientrava più nei piani mi ha chiesto che se non ci fosse stato bisogno di non essere convocato per non creare problemi. Il ragionamento è chiuso. Se avrò bisogno so che posso contare su un grande uomo".

DESTRO - "Riscatto? Non parliamo di queste cose qua. Verranno gestite a fine anno. Posso solo dire che sta facendo molto bene, sono contento di lui. A Palermo ha fatto una grande partita, deve continuare così. E penso che la sua presenza in campo sia fondamentale anche per i gol di Menez".

PARTITA - "Penso sia bellissimo giocare una partita del genere e nel nostro stadio, soprattutto dopo due vittorie consecutive. Siamo consci del fatto che dovesse andar male una partita riuscirebbero di nuovo tutte le critiche. Dobbiamo essere concentrati".

ALTERNATIVE - "Poli? Gli dico sempre che ha lo svantaggio che è molto bravo anche quando entra dalla panchina. So che chi va in panchina quando entra può cambiare la gara e questo per l'allenatore è importante. van Ginkel ha fatto bene, così come Suso".

DIFESA -
"I tanti cambi? Solo dovuti agli infortuni. Anche se non è facile lasciar fuori qualcuno quando hai così tanti buoni giocatori. A De Sciglio ho detto che è difficile per me scegliere quando ho tre terzini della Nazionale, ma rientra dopo mesi di stop. Mi ha risposto che se penso di avere tre terzini così forti è solo un bene per me. Questo dimostra che uomo è".

EL SHAARAWY - "E' un grande campione, lo aspettiamo. Posso solo augurargli di rientrare. Spero rientri al più presto per dargli l'opportunità di giocare".




Commenta con Facebook