• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > Milan, Kakà: "Prendiamo esempio dalla Juventus, Inzaghi ha fatto la scelta giusta"

Milan, Kakà: "Prendiamo esempio dalla Juventus, Inzaghi ha fatto la scelta giusta"

Il brasiliano su Balotelli: "Non si rende totalmente conto delle responsabilità che ha"


Kakà ©Getty Images
Marco Di Federico

10/04/2015 09:28

MILAN KAKA BALOTELLI INZAGHI GALLIANI / MILANO - In una lunga intervista alla 'Gazzetta dello Sport' Ricardo Kakà ha parlato di tante delle ultime news Milan. Dal campionato al di sotto delle attese al futuro di Inzaghi, passando per il suo rapporto con Galliani. "Al termine del campionato avevo anticipato a Galliani che dovevo rientrare in Brasile per risolvere un po' di cose e che poi avrei deciso se tornare. È allora che ho parlato con Orlando e firmato questo accordo. - le sue parole - Galliani è stato il primo a sapere. L'ho ringraziato per tutto quello che ha sempre fatto per me".

INZAGHI - "Pippo è uno che ama il calcio e vive per il calcio. Sapevamo che sarebbe diventato un allenatore: era quello che non perdeva una partita in tv. Per me ha percorso la strada giusta. Un anno con gli Allievi, uno con la Primavera. Poi nel calciomercato è venuto il momento di prendere in mano una squadra ed è capitato il Milan. Mi pare difficile dire di no a una simile occasione. Forse il timing non è stato dei migliori. Ma io sono ottimista: due o tre anni di sacrifici e poi ripartiremo. Dobbiamo prendere l'esempio della Juventus".

REAL MADRID - "Sono stati anni duri, ma bellissimi. Di risultati ce ne sono stati: vittoria in campionato, Coppa del Re, supercoppa spagnola, 29 gol in 4 stagioni. Non mi sembra un brutto bilancio. Andare al Real mi ha fatto crescere tantissimo. La considero una tappa fondamentale per la mia carriera".

BALOTELLI - "Non sto seguendo molto la sua nuova avventura con il Liverpool. Però l'ho avuto al mio fianco per un anno al Milan e sono certo che sia un talento. Secondo me a volte non si rende totalmente conto delle responsabilità che ha: sia nel calcio italiano sia nella squadra in cui si trova. Sottovaluta l'importanza di questo aspetto".

BRASILE - "A fine 2014 ho fatto due presenze nelle amichevoli con Argentina e Giappone. Poi nelle due uscite successive non mi ha chiamato. Dunga mi conosce, sa che cosa posso dare e non penso che il fatto di essere nella Mls possa sbarrarmi la strada. Sto aspettando. Se faccio bene qui e gioco con continuità, so di avere delle opportunità".




Commenta con Facebook