• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, mancano le garanzie: clamoroso stop al progetto stadio?

Milan, mancano le garanzie: clamoroso stop al progetto stadio?

Servono nuovi soci. Attualmente le banche non concederebbero finanziamenti


Galliani e Barbara Berlusconi ©Getty Images
Jonathan Terreni

09/04/2015 11:18

MILAN STOP PROGETTO STADIO GARANZIE / MILANO - Tra sogni e realtà. Brusca frenata nelle news Milan per quanto riguarda il progetto di costruzione del nuovo stadio, originariamente previsto nella zona del Portello, a pochi metri dalla propria sede. Come riporta il 'Corriere dello Sport', il costo stimato dell'impianto attorno ai 300 milioni di euro e l'assenza di un vero e proprio piano immobiliare sarebbero i principali punti interrogativi soprattutto per le banche che, stando così le cose, difficilmente concederanno i finanziamenti necessari per dare il via ai lavori. Richieste di prestiti onerosi senza assicurare adeguate garanzie: in casa rossonera bisognerà rivedere di sicuro qualche priorità, in particolare quella legata all'ingresso di nuovi soci che, ad oggi, diventa l'elemento indispensabile se si vuole realizzare i progetti messi su carta. Serve fare in fretta perché tutto non cada nel dimenticatoio.

In attesa della decisione della Fondazione Fiera per i bandi circa la riqualificazione dei padiglioni 1 e 2 dell'ex Fiera Campionaria, i sogni di Barbara Berlusconi non svaniscono, anzi. La figlia del presidente rossonero vuole a tutti i costi realizzare l'ambizioso e moderno impianto all'interno di un microcosmo Milan che potrebbe nel lungo periodo riportare i ricavi del club al top delle classifiche europee e rilanciare la squadra con investimenti di alto livello nel calciomercato. E così, mentre si valutano le altre aree di costruzione alternative, i legali degli investitori asiatici, Bee Taechaubol su tutti, sono al lavoro per spulciare i libri contabili rossoneri, in attesa di muovere i primi concreti passi verso l'ingresso nel capitale societario. Il magante thailandese potrebbe avvalersi di un fondo di investimento per acquisire la maggioranza del pacchetto societario rossonero e tra poche settimane potrebbe incontrarsi di persona con Silvio Berlusconi per fare il punto. Una serie di approcci e contatti che potrebbero farsi via via più caldi a partire dal 15 aprile in poi.




Commenta con Facebook