• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-JUVENTUS

Nella Fiorentina si salvano solo Neto e Salah. Nei bianconeri difficile scegliere il migliore


Il gol del vantaggio di Matri (getty images)
Davide Sperati

07/04/2015 22:50

ECCO LE PAGELLE DI FIORENTINA-JUVENTUS

 

FIORENTINA 

Neto 6,5 – Il migliore. Nonostante i tre gol subiti, è uno dei pochi a salvarsi e a meritarsi la sufficienza. Sul primo gol è sfortunato perché da un batti e ribatti, nella sua area di porta, arriva la rete di Matri. Poi sulla seconda, la respinta sul tiro di Morata, cade proprio sui piedi di Pereyra che non fallisce ed infine, sul colpo di testa di Bonucci, non può far veramente nulla. Ai gol subiti vanno aggiunte però altre due-tre parate fondamentali che potevano aggravare la sconfitta.

Savic 5,5 – Risolto il problema al nervo sciatico, il montenegrino ritorna in campo offrendo una prestazione leggermente sotto la sufficienza. D'altronde la grande prova di Morata parla da sé. Nella ripresa rischia anche l'autorete.

Gonzalo Rodriguez 5,5 - Al centro della difesa a tre, va in gol al 36' ma l'arbitro Massa giudica – giustamente – la sua posizione in offside. Per il resto tre gol subiti sono un passivo troppo pesante. Dal 82' Tomovic s.v.

Basanta 5 – Stasera soffre più del dovuto le ripartenze bianconere. Nel primo quarto di gara va anche alla conclusione ma Storari devia in corner. Gara al di sotto delle sue potenzialità.

Joaquin 5 - L'ex Valencia proposto esterno a destra nel centrocampo a cinque, agisce su quello che può considerarsi come il versante più “morbido” della Juve. La sua spinta sarebbe fondamentale per alimentare le giocate di Salah, ma stasera non è la serata giusta. Dal 66' Diamanti 5 – Una punizione nel finale di gara e poco altro. Troppo poco per uno come lui.

Mati Fernandez 5,5 – Di nuovo titolare dopo lo stop di campionato, lui dovrebbe trovare il modo per fornire qualche assist alle punte e invece si ritrova a contenere Sturaro. Montella se ne accorge e a metà del primo tempo gli cambia fascia ma senza gli effetti sperati.

Aquilani 5 - L'unico ballottaggio di Montella era quello fra lui e Kurtic. Il centrocampista dovrebbe agire come il play-maker, ma soffre terribilmente il pressing di Pereyra e degli altri centrocampisti bianconeri.

Borja Valero 5 – Una sua palla persa a centrocampo porta in vantaggio gli ospiti. Questo episodio gli costa caro ma non è che giochi meno peggio degli altri compagni di reparto. Appare troppo compassato e prevedibile.

Alonso 4,5 – Il peggiore. Il giovane spagnolo appare in difficoltà nella sua zona di competenza per tutto l'arco del match. Errore pesante quando al 58' si perde Bonucci libero di colpire di testa per la rete del 3-0. Il gol che chiude il definitivamente il match.

Salah 6 – Dopo la doppietta dell'andata ci si aspettava la replica che però non è arrivata. L'unica conclusione in porta è nel secondo tempo, con il risultato di 2-0, quando ruba una palla a Vidal al limite dell'area cercando l'incrocio dei pali. Sempre mobile e pericoloso è uno dei pochi a salvarsi nella serataccia viola.

Mario Gomez 5 – L'ariete tedesco viene marcato stretto e riceve pochissimi palloni giocabili. Al 51' va al tiro ma la posizione era difficile e la palla termina a lato. La sua prova è sotto la sufficienza. Dal 72' Babacar 5,5 – Venti minuti per cercare la via del gol che riaprirebbe le sorti di un match stregato.

All. Montella 5,5 – Con Pizarro e Badelj indisponibili le scelte a centrocampo erano abbastanza delineate, mentre il reparto difensivo beneficiava del ritorno di Savic. Borja Valero, Aquilani e Mati Fernandez hanno sofferto sulla mediana la grande partita di Sturaro, Pereyra e Marchisio. La partita probabilmente è tutta qui. Primo obiettivo stagionale andato.

 

JUVENTUS

Storari 6 – Alla sua quarta presenza in Coppa Italia, appare sicuro quando al 18' devia in corner un tiro potente di Basanta. Per il resto gara tranquilla senza problemi.

Padoin 6,5 – Anche lui è una delle scelte obbligate dell'ultimo secondo. Nonostante abbia pochissimo tempo per prepararsi, disputa comunque una buona gara, attenta e precisa, non facendo rimpiangere Lichtsteiner.

Bonucci 7,5 – Il migliore. Con la difesa a quattro proposta dal mister, il centrale è maggiormente protetto. Preferito a Barzagli, da una sua palla guadagnata a centrocampo, nasce il raddoppio dei suoi. Il gol del 3-0 è poi il giusto riconoscimento per una grande gara disputata che si poteva vincere solamente con una prova di carattere.

Chiellini 7 – Lotta come un leone per opporsi alle giocate di Gomez e Salah. Al 39' per proteste viene ammonito e se avesse continuato altri due secondi, forse sarebbe stato anche espulso. Nella ripresa gioca in scioltezza.

Evra 6,5 – Tra i difensori bianconeri è quello con minor credito ma nonostante ciò annulla le giocate degli esterni della Fiorentina. Tranquillo e ordinato continua il suo buon momento di forma.

Vidal 6 – Con l'Empoli, domenica scorsa, si era limitato a gestire il vantaggio senza mai forzare il ritmo, sapendo che il match di stasera era un crocevia importante per la stagione bianconera. Il suo apporto è comunque positivo anche se non si sbilancia mai in avanti e troppo spesso commette dei falli troppo duri, al limite del giallo, che tra l'altro prende.

Marchisio 7 – Dopo tutto il baccano accaduto la scorsa settimana per le notizie relative al suo infortunio, il centrocampista della Juve torna in campo e diciamo che il primo gol di Matri è tutto merito suo: una palla conquistata a centrocampo, cross perfetto e poi il batti e ribatti vincente. In palla anche nella ripresa con diversi palloni rubati e tante ripartenze bianconere. Ottimo.

Sturaro 6,5 – Dopo la gara contro l'Empoli, Allegri lo propone di nuovo a sinistra, cercando di contrastare le iniziative di Mati Fernandez. Gioca una buona gara, più convincente rispetto quella di domenica ed ha anche la palla del 2-0 ma la deviazione scomposta non impensierisce Neto.

Pereyra 7,5 - Il suo dinamismo crea scompiglio al centrocampo avversario. Una perenne spina nel fianco per gli uomini di Montella. Il gol alla fine della prima frazione di gioco è la ciliegina sulla torta dopo una prestazione egregia. Dal 82' Ogbonna s.v.

Matri 7 – Schierato a sorpresa al posto di Tevez infortunato, è suo il gol che apre le danze in casa bianconera. Un gol di rapina e diverse conclusioni che impensieriscono Neto sono il risultato di un'ottima prestazione. Dal 73' Coman 6 – Entra per dare il cambio a un Matri affaticato dopo una grande gara. Dal 88' Llorente s.v.

Morata 6,5 – Promosso a pieni voti da Allegri, il giovane attaccante spagnolo anche stasera è autore di una buona prestazione. Mette lo zampino nel primo gol, lo sfiora al 40' con un bellissimo tiro a girare ed è sempre un fastidio per i difensori viola. Viene espulso nel finale, forse in modo esagerato per un fallo su Diamanti. Salterà la finalissima di Roma.

All. Allegri 7,5 – E' la sua vittoria. Già orfano di Pogba e Pirlo, nelle ore precedenti al match perde anche Tevez e Lichtsteiner. Matri è il sostituto dell'argentino, mentre Padoin viene mandato in campo al posto dello svizzero. Una gara che, ancor prima di iniziare, era già abbastanza complicata per il tecnico livornese. Ma nonostante ciò il suo centrocampo domina quello di Montella, impacchettando sin da subito la partita e vincendo in trasferta per tre reti a zero. Imprese di questo genere non capitano tutti i giorni. Complimenti al mister.

 

Arbitro: Massa 6,5 – L'arbitro neo-internazionale già al 4' è chiamato ad intervenire per annullare un gol a Salah per una spinta ai danni di Sturaro che stava proteggendo il pallone. Un altro episodio dubbio arriva al 12', quando Padoin anticipa Basanta in area viola e dopo un contatto cade a terra: Massa non concede il penalty ma Basanta rischia grosso. Al 36' sembra corretta la decisione del guardalinee di annullare il gol a Gonzalo Rodriguez per una posizione di fuorigioco. Nel secondo tempo, forse è esagerata l'espulsione di Morata.

 

TABELLINO

FIORENTINA-JUVENTUS 0-3

Fiorentina (3-5-2): Neto; Savic, Gonzalo Rodriguez (dal 82' Tomovic), Basanta; Joaquin (dal 66' Diamanti), Mati Fernandez, Aquilani, Borja Valero, Alonso; Salah, Mario Gomez (dal 72' Babacar). A disp: Rosati, Kurtic, Richards, Rosi, Pasqual, Vargas, Ilicic, Gilardino. All: Vincenzo Montella

Juventus (4-3-1-2): Storari; Padoin Bonucci, Chiellini, Evra; Sturaro, Marchisio, Vidal; Pereyra (dal 82' Ogbonna); Matri (dal 73' Coman, dal 88' Llorente), Morata. A disp: Buffon, Rubinho, Barzagli, De Ceglie, Lichtsteiener, Marrone, Pepe. All: Massimiliano Allegri

Arbitro: Davide Massa di Imperia

Marcatori: 20' Matri (J), 44' Pereyra (J), 58' Bonucci (J)

Ammoniti: 29' Sturaro (J), 39' Chiellini (J), 60' Gonzalo Rodriguez (F), 60' Marchisio (J), 70' Mati Fernandez (F), 78' Vidal (J)

Espulsi: 87' Morata (J)




Commenta con Facebook