• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, non solo Touré: colpi e cessioni per una squadra da Scudetto

Calciomercato Inter, non solo Touré: colpi e cessioni per una squadra da Scudetto

Il tecnico dei nerazzurri Mancini punta al vertice il prossimo anno: i nomi per lottare per il tricolore


Yaya Touré (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

02/04/2015 16:51

CALCIOMERCATO INTER TOURE' SCUDETTO / MILANO - Il Mancio ha parlato chiaro: il prossimo anno l'Inter lotterà per lo Scudetto. Guardando l'attuale classifica della formazione nerazzurra, attualmente è al decimo posto con nove punti di distacco dalla zona Europa League, è chiaro che la rosa a disposizione di Mancini dovrà essere profondamente rivista per ambire a posizioni di vertice. Occorrono colpi importanti per rinforzare la squadra, ma allo stesso tempo i dirigenti dovranno fare i conti con le regole imposte dal fair play finanziario e il direttore generale Fassone è stato chiaro in tema di calciomercato Inter: "Ci autofinanzieremo e il direttore sportivo Ausilio avrà un'estate impegnativa". Da Yaya Touré a Lavezzi, passando per la possibile cessione di un big: vediamo i possibili colpi in entrata e uscita del calciomercato Inter. 

Calciomercato Inter, non solo Touré: gli obiettivi in entrata

Il mercato dell'Inter ha un obiettivo principale: è Yaya Touré, centrocampista ivoriano del Manchester City, il sogno neanche troppo nascosto di Roberto Mancini per la prossima stagione. Il corteggiamento della società nerazzurra va avanti da tempo e Ausilio ha già presentato un'offerta all'agente del 31enne: contratto fino al 2020 con l'ingaggio attualmente percepito dal calciatore spalmato su cinque anni (la scadenza con il City è fissata al 2017). Strappato il sì di Touré bisognerà poi fare i conti con il Manchester City, ma il direttore sportivo dell'Inter può contare anche sull'extra-budget promesso da Thohir per far tornare grande la squadra nerazzurra. L'estate dell'Inter non sarà soltanto Touré: per puntare allo Scudetto occorre rinforzare tutti i reparti e allora di lavoro per i dirigenti di corso Vittorio Emanuele ce ne sarà in abbondanza. In difesa, chiuso l'accordo con Murillo, si punterà ad uno tra Dragovic e Vida mentre per la fascia Mancini ha chiaramente detto di avere un debole per Matteo Darmian: per il terzino del Torino però c'è da fare i conti con una concorrenza agguerita. A centrocampo, come detto, Touré è in cima alla lista dei desideri ma altre piste seguite sono quelle di Toulalan e Lassana Diarra: entrambi potrebbero arrivare a parametro zero, una manna dal cielo per le casse della società. Per l'attacco molto dipenderà dalle cessioni: sicuramente qualcosa Mancini vorrà farla e i nomi sono altisonanti. Dybala è l'obiettivo principale ma anche il più difficile da raggiungere: sempre in piedi le ipotesi Jovetic e Lavezzi, mentre fa gola la situazione contrattuale di Andrè Ayew, in scadenza di contratto con il Marsiglia

Inter da rifare: il tesoretto degli esuberi e una cessione eccellente

Gli obiettivi di calciomercato per l'Inter non mancano di certo, ma per far quadrare i conti la società nerazzurra deve darsi da fare anche con le cessioni: sono diversi i calciatori di proprietà dell'Inter che non fanno parte del progetto Mancini e che potrebbero far entrare un po' di milioni da poter reinvestire in entrata. Si parte dagli 11 milioni di euro che il Sunderland potrebbe versare per riscattare Alvarez alla manciata di milioni (3/4) che potrebbe portare la cessione di Kuzmanovic, molto corteggiato in Germania. Cifra simile potrebbe arrivare dal Genoa che ha un diritto di riscatto per Laxalt, mentre in caso di promozione in serie A per il Bologna scatterà il riscatto automatico di Mbaye. Ci sono poi i sei milioni di euro che il Sassuolo potrebbe sborsare per riscattare Taider: ipotesi al momento difficile ma nel calcio mai dire mai. 

C'è poi il capitolo 'cessione eccellente': l'indiziato numero uno è Samir Handanovic, in scadenza di contratto nel 2016 e con le trattative per il rinnovo che non decollano. Il portiere sloveno è uno degli obiettivi della Roma per la prossima stagione. In bilico anche Kovacic: Mancini ha ribadito pubblicamente la sua incedibilità ma in campo il croato ci va poco, spesso non convince e un'offerta importante potrebbe cambiare le carte in tavola. Tra i papabili devono essere menzionati anche Icardinonostante la trattativa per il rinnovo vada avanti come raccontato da Calciomercato.it, e Guarin che con Mancini però ha ritrovato lo smalto che sembrava perduto. Un poker di nomi per trovare il tesoretto che servirà a dare l'assalto all'asso Touré e a quel sogno chiamato Scudetto.




Commenta con Facebook