• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Parma > Parma, Donadoni tuona: "Basta retorica e solidarietà in chiacchiere!"

Parma, Donadoni tuona: "Basta retorica e solidarietà in chiacchiere!"

L'allenatore gialloblu: "Il mio futuro? Quando si risolverà tutto"


Roberto Donadoni (Getty Images)

02/04/2015 08:40

CALCIOMERCATO PARMA INTERVISTA DONADONI A TELE RADIO STEREO #SAVEPARMA / ROMA - L'allenatore del Parma Roberto Donadoni è intervenuto ai microfoni di 'Tele Radio Stereo' per commentare le ultime news Parma ma anche l'attuale situazione in cui versa a suo parere il calcio italiano. Calciomercato.it vi riporta alcuni estratti dell'intervista.

CAOS PARMA - "Non bisogna arrivare all'estremo. Bisogna monitorare le situazioni e intervenire quando qualcuno si muove solo per interessi personali. Non devono essere le situazioni estreme come questa a far sì che ci sia solidarietà e presa di coscienza quando le cose vanno male. La vicenda Parma ha messo in ginocchio tante persone. Parlo, senza retorica, di chi deve percepire tante mensilità che non sono legate a cifre 'da calciatori'. In questi mesi in molti si sono riempiti la bocca di solidarietà in chiacchiere".

SOLUZIONE ALBERTINI - "I curatori fallimentari hanno deciso di affidarsi a chi come Demetrio Albertini ha una statura morale e professionale che può essere di aiuto perché noi non abbiamo più punti di riferimento e Demetrio ha le qualità per orientare le scelte da fare".

CLASSIFICA SERIE A - "La corsa alla Champions League è avvincente e bella, soprattutto grazie a squadre che a inizio stagione non erano molto quotate e che si sono rivelate sorprese in positivo. Il calcio italiano non è più di primissimo livello, ma le novità proposte dal campo sono da sottolineare".

CALCIO ITALIANO - "Il calcio non cambia mai. Le polemiche sulla Nazionale, che coinvolgono il Commissario tecnico e magari i club, non mi sorprendono. Il calcio italiano sta invecchiando e non ci rendiamo conto che bisognerebbe fare un passo avanti e non limitarsi a guardare il proprio orticello"

FUTURO - "Il mio futuro passa attraverso la quotidianità e l'attualità. Una volta chiarita tutta vicenda Parma, penserò anche al mio futuro".

 

S.D.
 




Commenta con Facebook