• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Capello: "La Juventus è matura anche per l'Europa, Milan senza leader"

Serie A, Capello: "La Juventus è matura anche per l'Europa, Milan senza leader"

Il ct della Russia: "La Lazio è la squadra che gioca meglio, alla Roma è molto difficile lavorare"


Fabio Capello © Getty Images
Marco Di Federico

23/03/2015 09:03

SERIE A CAPELLO RUSSIA JUVENTUS MILAN / ROMA - Fabio Capello è intervenuto questa mattina a 'Radio Anch'io lo Sport' per parlare delle ultime news Serie A, con il volo della Juventus e la grande lotta per il secondo posto. "In Italia sarà difficile battere i bianconeri. Allegri ha detto una cosa giusta: va temuta anche in Europa. - le parole del ct della Russia - Ha preso coscienza della sua forza, ha una  maturità che prima non aveva ed il tecnico gli ha dato qualcosa in più. Anche in Champions League può andare avanti, anche se Pogba gli mancherà molto perché è un giocatore che fa la differenza".

SERIE A - "Io dissi che era un campionato poco allenante, ma gli allenatori stavano e stanno facendo cose molto buone. In questa stagione secondo me è migliorato, c'è una grande attenzione sia a livello tattico che sui giocatori. Però vedere che la Juventus ha questo vantaggio sulle altre mi fa pensare che c'è un divario enorme e di conseguenza il campionato perde qualcosa".

ROMA - "Ho fatto cinque anni a Roma, quello che sta succedendo dimostra come sia difficile vincere lì. Passi dalle stelle alla polvere, è molto difficile lavorare tranquillamente. Vincere lo Scudetto a Roma è molto bello ma anche molto difficile".

MILAN - "Si tratta di una squadra senza continuità, in certi momenti si demoralizza. Non ha leader, a livello tecnico ha molto in meno rispetto alle squadre che la precedono. Credo sia mancata anche la programmazione in sede di calciomercato".

LAZIO - "L'ho vista giocare qualche volta, ha grande qualità e gioca benissimo. Ha grande compattezza e giocatori che negli ultimi 20 metri fanno la differenza. Ci sono poche squadre come la Lazio".

RUSSIA - "L'unico grande errore che abbiamo fatto è stato pareggiare in casa contro la Moldavia. Ci mancano quei due punti che ci porterebbero al secondo posto. Contro la Svezia e l'Austria ho visto buone prove. Noi qui abbiamo un regolamento che prevede l'obbligo di fare giocare almeno 4 russi, però da noi il livello degli stranieri è buono ma non di più. L'Italia ha lo stesso problema: se gli stranieri sono forti anche i giocatori nazionali possono migliorare. In Serie A i migliori se ne vanno. In Russia abbiamo però soprattutto il problema di mancanza totale di bravi giovani, ce ne sono pochi ed è difficile che giochino nei rispettivi club".

MONDIALE IN QATAR - "Italia, Spagna, Germania o Inghilterra sono per me favorite perché in quel periodo le squadre sono molto in forma, mentre a giugno i giocatori dei campionati più duri sono stanchi. Giocare in inverno secondo me sarà un grande vantaggio per le squadre europee".




Commenta con Facebook