• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > LA MOVIOLA DI CM.IT: Non c'è rigore su Cerci, irregolare il gol di Pinilla

LA MOVIOLA DI CM.IT: Non c'è rigore su Cerci, irregolare il gol di Pinilla

Ceppitelli commette fallo fuori area. Henrique viene sbilanciato dall'attaccante cileno


Gianpaolo Calvarese (Getty Images)
Emiliano Forte

23/03/2015 07:41

MOVIOLA 28A GIORNATA CERCI PINILLA / MILANO - Tante le sviste, alcune clamorose nel corso dell'ultimo turno di campionato a partire dal rigore concesso al Milan nella sfida di 'San Siro' contro il Cagliari. Una decisione chiaramente errata quella di Tagliavento che vede in area un fallo commesso fuori da Ceppitelli su Cerci. Diversi episodi da rivedere anche in Juventus-Genoa diretta da Di Bello, dal rigore negato ai rossoblu a quello dubbio concesso ai bianconeri con protagonisti Pereyra e Roncaglia. Polemiche a Napoli dove i padroni di casa si sono trovati ad inseguire l'Atalanta dopo l'1-0 firmato Pinilla viziato da un fallo dell'attaccante ex Cagliari e Genoa su Henrique. Da analizzare anche un contatto al limite tra De Silvestri ed Icardi in Sampdoria-Inter con Valeri che lascia correre.

 

CHIEVO-PALERMO 1-0, arbitro Giacomelli 6 - Giusto assegnare il calcio di rigore al Chievo nella ripresa per il mani in area di Andelkovic che viene anche ammonito. Nel finale lo stesso difensore rosanero riceve anche il secondo giallo da Giacomelli per una trattenuta reiterata su Botta con conseguente espulsione. Anche in questo caso decisione corretta da parte delll'arbitro.

 

MILAN-CAGLIARI 3-1, arbitro Tagliavento 5 - Grossolano l'errore del direttore di gara e dei suoi collaboratori nel corso del minuto 77, quando viene concesso un rigore inesistente al Milan. L'azione incriminata vede protagonisti Cerci e Ceppitelli con quest'ultimo che in scivolata stende l'attaccante rossonero: il fallo è netto ma è chiaramente fuori area come ampiamente dimostrato dalle immagini televisive. Una svista piuttosto grave costata cara alla formazione di Zeman che in quel momento era alla disperata ricerca del pareggio.

 

EMPOLI-SASSUOLO 3-1, arbitro Tommasi 6 - Poche insidie per il fischietto di Bassano del Grappa che si disimpegna bene per tutto l'arco del match. Unico dubbio un contatto Mario Rui-Berardi al limite dell'area toscana sul quale l'arbitro avrebbe potuto intervenire.

 

JUVENTUS-GENOA 1-0, arbitro Di Bello 5 - Non convincono le scelte del direttore di gara in almeno un paio di episodi. Il primo ci porta al 14' del primo tempo, quando Perotti cade in piena area bianconera dopo una scivolata di Marchisio: secondo Di Bello non c'è contatto e ammonisce per simulazione il rossoblu, ma dalle immagini i dubbi sono molti. La sensazione è che la scivolata del centrocampista della Juventus potrebbe aver sbilanciato il numero 10 del Genoa. Nella ripresa altro episodio ma questa volta in area genoana, con Pereyra che entra in contatto con Roncaglia e finisce a terra: per l'arbitro si tratta di calcio di rigore ma, rivedendo l'azione al rallenty, sembra che sia più lo juventino a cercare le gambe dell'avversario che viceversa.

 

CESENA-ROMA 0-1, arbitro Damato 6,5 - Due rigori chiesti nel corso del match, uno per parte, con Damato che in entrambe i casi ha preso la decisione giusta. Nel primo episodio Defrel si lamenta per una spallata in area di Astori, ma l'azione è del tutto regolare; in seguito è Uçan ad entrare in contatto con De Feudis in area romagnola, ma anche in questo caso Damato non ha dubbi e lascia proseguire.

 

SAMPDORIA-INTER 1-0, arbitro Valeri 5,5 - Da rivedere il corpo a corpo in area blucerchiata con protagonisti De Silvestri ed Icardi: per Valeri è tutto regolare, ma la sua decisione non convince. Il difensore della Samp si aiuta molto con le braccia e strattona il numero 9 dell'Inter nel tentativo di ostacolarne la giocata: l'argentino, dal canto suo, si lascia cadere senza fare troppi complimenti ma il fallo con conseguente tiro dal dischetto ci poteva stare.

 

UDINESE-FIORENTNA 2-2, arbitro Irrati 6,5 - Buona la prova dell'arbitro toscano, che in una match molto intenso si è dimostrato attento e sicuro in ogni frangente. Giusta la decisione di annullare la rete della Fiorentina firmata da Joaquin visto che Gomez, quando gli serve l'assist, si trova in posizione di offside.

 

PARMA-TORINO 0-2, arbitro Mariani 6,5 - Ineccepibile il secondo giallo mostrato a Lucarelli dopo 35 minuti di gioco, visto che il capitano del Parma ha perso il controllo e si è scagliato contro l'arbitro a muso duro dopo la prima ammonizione. Proteste plateali ed esagerate di fronte alle quali Mariani non ha potuto fare altro che allontanare il giocatore.

 

LAZIO-VERONA 2-0, arbitro Massa 6,5 - Gara corretta che Massa controlla senza problemi utilizzando i cartellini in una sola occasione.

 

NAPOLI-ATALANTA 1-1, arbitro Calvarese 4,5 - Disastroso dal gol di Pinilla in poi. Nell'azione che permette ai bergamaschi di portarsi momentaneamente in vantaggio lo stesso cileno commette un fallo evidente su Henrique il quale cade lasciando campo libero all'atalantino: per Calvarese è tutto regolare e scatena le proteste dei padroni di casa. Nel finale napoletani ancora infuriati con l'arbitro che interrompe un'azione pericolosa di Mertens per ammonire Pinilla: un errore macroscopico visto che il gioco doveva continuare con il Napoli in possesso palla.




Commenta con Facebook