• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-ATALANTA

Ingenuo Gomez, disastroso Henrique. Gli ospiti insuperabili in difesa con Sportiello sugli scudi


Uno dei tanti salvataggi di Sportiello (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

22/03/2015 22:55

ECCO LE PAGELLE DI NAPOLI-ATALANTA:

 

NAPOLI

Andujar 6 - Saltato secco da Pinilla sul gol, non poteva fare molto altro. Sicuro invece nelle uscite. 

Maggio 5 - In difficoltà nonostante dalla sua parte aleggi il fantasma del Papu Gomez, sbaglia diverse sovrapposizioni con Callejòn e non azzeccando neppure un cross. Poteva fare di più. 

Henrique 4 - Ci può essere un lieve tocco di Pinilla sull'azione del gol atalantino, ma la sufficienza con cui affronta quel pallone è semplicemente disarmante, inadeguata a certi livelli. In fondo non è una novità, il più grande problema di questo Napoli è l'assoluta inadeguatezza delle riserve. 

Koulibaly 6 - Un paio di ingenuità anche per lui, che comunque cerca di tenere in piedi la barca con qualche chiusura delle sue. Tutto inutile. 

Britos 6 - Gioca una buona partita largo a sinistra, andando spesso e volentieri ad appoggiare l'esterno alto e a scodellare buoni palloni al centro. 

David Lopez 5,5 - Anche lui si ritrova schiacciato dalla superiorità numerica dell'Atalanta quando entra Baselli, che crea molta più densità in mezzo al campo. Finché non saltano tutti gli schemi non aveva giocato una cattiva partita. Dal 79' Zapata 7 - A proposito di riserve inadeguate, questo ragazzone qui è invece spesso e volentieri l'uomo della provvidenza. Al posto giusto al momento giusto, fa valere il suo fisico bestiale bucando finalmente la porta di Sportiello, che sembrava letteralmente stregata. 

Inler 5,5 - Finché i ritmi sono bassi e c'è parità numerica a metà campo fa valere le sue geometrie lucide e una buona sostanza, poi perde la bussola insieme agli altri. Peccato, aveva giocato un'altra buona gara. 

Callejòn 6 - Particolarmente pimpante sulla destra, sfila spesso alle spalle di Dramé andando a creare pericoli costanti per la difesa atalantina. Un assist perfetto di testa a Higuaìn non si trasforma in gol solo per la straordinaria risposta di Sportiello. Dal 65' Mertens 5 - Di solito quando entra a partita inoltrata sa fare la differenza, stasera invece non entra col piglio giusto e sbaglia anche le cose più elementari. L'azione più pericolosa gliela chiude Calvarese non concedendogli il vantaggio, lì qualcosa poteva farlo. Ma non lo sapremo mai. 

Gabbiadini 5 - Dei tre alle spalle del Pipita è quello che più si tiene sulle sue. Coinvolto poco nel gioco della squadra, si fa apprezzare di più sui calci piazzati. Serata no. Dal 69' Hamsik 6,5 - Entra male e non incide fino al cross perfetto sulla testa di Zapata che vale il pareggio, poi sfiora il gol in pieno recupero con un missile che sibila alla destra del palo. Questo è l'atteggiamento giusto. 

De Guzman 5,5 - Molto in palla nel primo tempo, quando mette in difficoltà Bellini con le sue scorribande, nella ripresa quando la situazione si complica è fra quelli che fanno più confusione, finendo per fare più danni che altro. 

Higuaìn 5 - Ok, Sportiello è un automa quando il pallone ce l'ha lui, che però stasera non è in palla e sbaglia parecchio. Poi come al solito si innervosisce e sbaglia ancora di più, e questo della poca lucidità nelle situazioni complicate forse è il suo più grande limite. 

All: Benìtez 4,5 - Reja gli chiude ogni spazio, poi al momento giusto gli piazza in mezzo al campo una bomba alla quale lui non riesce a porre rimedio. Certo, gli uomini sono quelli che sono e fanno i danni che fanno, ma bisogna comunque ricordare che allena il Napoli e di fronte aveva l'Atalanta. Un altro buco nell'acqua, e non può essere sempre e solo colpa dei calciatori.  


ATALANTA

Sportiello 7,5 - Con Higuaìn ha un conto apertissimo e lo dimostra togliendo dalla porta qualsiasi conclusione dell'argentino, anche le più imprendibili. Un paio di miracoli autentici valgono quando gol. Più che Sportiello una saracinesca blindata a doppia mandata. 

Bellini 6,5 - Prima De Guzman, poi Gabbiadini, poi Mertens. Sulla sinistra si alternano diversi spauracchi a cui lui mette la museruola senza tanti complimenti. Capitano coraggioso.  

Biava 7 - L'invalicabile cerniera centrale atalantina capitola solo nel finale, fino a quel momento aveva giocato una partita esemplare, soprattutto sulle palle alte. 

Stendardo 7 - Il leader della retroguardia è lui, che non fa passare nulla e ingaggia un duello con Higuaìn sul mestiere e soprattutto sui nervi, il punto debole dell'argentino. Scaltro ed efficace. 

Dramè 6 - Con Callejòn è durissima, lui tiene botta per quanto può e rintuzza gli attacchi. Si propone poco, ma non gli si può chiedere la luna. 

Cigarini 7 - Anche lui si distingue, oltre che per la regia lucida, per un salvataggio splendido sulla linea di porta che toglie al Napoli il pallone del pareggio, ma soprattutto è fondamentale la sua gestione del pallone mai fuori posto, da leader vero. Decisivo. 

Migliaccio 7 - Sembra avere una calamita sulla testa, le palle alte a centrocampo le prende tutte lui. Un frangiflutti insuperabile. 

Zappacosta 5,5 - Non punge tantissimo sulla destra, ma l'asse di sinistra del Napoli mette abbastanza apprensione e quindi lui si sacrifica parecchio in copertura. Dal 79' D'Alessandro sv

Moralez 5,5 - Zampetta sulla trequarti ma ha davvero poche occasioni di mettersi in mostra, gravita sempre abbastanza lontano dal pallone. Dal 66' Baselli 7 - Il suo ingresso coincide col momento di massima pressione dell'Atalanta che porta al gol di Pinilla. La mossa giusta a metà campo per far saltare il banco. 

Gomez 4,5 - Nel primo tempo ha sul piede la palla gol più nitida che abbia avuto la sua squadra, si ritrova solo a due passi da Andujar ma spara altissimo. Soffre molto il doppio esterno avversario, commette due falli abbastanza evitabili e si fa buttare fuori ingenuamente, in un momento clou della gara. Errore imperdonabile.  

Denis 6,5 - Invece di farlo in avanti il suo lo fa in copertura. Un salvataggio sulla linea ad inizio partita fa gridare al miracolo, si ripete poco dopo salvando ancora Sportiello. Un baluardo, incredibile ma vero. Dal 69' Pinilla 7 - Ingresso con gol, la serata perfetta. La curiosità è che quest'anno ha già fatto male al Napoli con una maglia diversa, ovvero quella del Genoa alla prima di campionato. Niente male per uno che quest'anno ha segnato solo 5 reti. Bestia nera. 

All: Reja 7 - Imbriglia il Napoli alla perfezione e legge la partita in maniera esemplare, inserendo al momento giusto due uomini che cambiano l'inerzia del match, del resto la differenza gli allenatori la fanno in questi casi qui. I tifosi azzurri non crederanno ai loro occhi: il tanto bistrattato Reja che dà una lezione di calcio a Benìtez. 


Arbitro: Calvarese 4,5 - L'Atalanta protesta per il fallo da rosso di Gomez, il Napoli per il gol di Pinilla, presumibilmente viziato da un fallo del cileno. Nel primo caso la decisione ci sta tutta, nel secondo non è limpida, il fallo sembra esserci ma può essere opinabile, vista anche la prospettiva non linearissima. Comunque il fallo c'è, il gol andava annullato. Peggio ancora nel finale. Ferma il gioco al 90' con palla a Mertens, per ammonire Pinilla dopo il fallo su De Guzman, scatenando la furia dei padroni di casa. E qui c'è ben poco da opinare. Davvero incredibile. 

 

TABELLINO

NAPOLI-ATALANTA 1-1

NAPOLI (4-3-2-1): Andujar; Maggio, Henrique, Koulibaly, Britos; Inler, David Lòpez (dal 79’ Duvàn); Callejòn (dal 65’ Mertens), Gabbiadini (dal 70’ Hamsik), De Guzman; Higuain. A disp: Rafael, Colombo, Mesto, Uvini, Zuniga, Jorginho, Insigne. All. Benitez

ATALANTA (4-2-3-1): Sportiello; Stendardo, Bellini, Biava, Dramè; Migliaccio, Cigarini, Zappacosta (dal 79’ D’Alessandro), Gomez, Moralez (dal 67’ Baselli); Denis (dal 70’ Pinilla). A disp: Avramov, Bianchi, Boakye, Cherubin, Cigarini, Del Grosso, Emanuelson, Frezzolini, Masiello, Scaloni. All. Reja

Arbitro: Calvarese di Teramo

Marcatori: 72’ Pinilla, 89’ Duvàn

Ammoniti: 23’ Britos, 34’ Zappacosta, 35’ Gomez, 57 Denis, 90’ Pinilla. 92’ Maggio, 94’ Biava

Espulsi: 55’ Gomez per doppia ammonizione




Commenta con Facebook