• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-GENOA

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-GENOA

Tevez illumina, Lichtsteiner si spegne. Niang inconsistente, Lamanna dà speranza


Juventus (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

22/03/2015 16:55

ECCO LE PAGELLE DI JUVENTUS-GENOA

 

JUVENTUS

Buffon 6 – Nella prima frazione di gioco non viene chiamato a compiere grandi interventi. Nel secondo tempo il copione non cambia e il portierone azzurro si limita ad amministrare.

Barzagli 7 – Incredibilmente sembra già in gran forma, tiene bene la posizione e non commette errori. Conte ha visto giusto, è già pronto per l’azzurro della Nazionale.

Bonucci 5,5 – Commette qualche ingenuità di troppo. Prestazione imperfetta da parte del centrale viterbese.

Chiellini 6,5 – Lotta come sempre e narcotizza gli attaccanti rossoblù. Non commette errori e si mostra sul pezzo.

Lichtsteiner 5,5 – Spinge come un ossesso su quell’out, ma in fase di contenimento viene sorpreso da un inaspettato Bergdich. Dal 72’ Pepe s.v.

Pereyra 6 – Abbastanza fuori dal gioco juventino. Non tocca molti palloni e viene ben tenuto da Kucka. Cresce nel secondo tempo e si guadagna il rigore poi fallito da Tevez.

Marchisio 6 – Comincia un po’ titubante nella posizione di regista, tiene troppo palla e commette qualche errore di troppo. Col passare dei minuti però cresce e anche lui si guadagna gli applausi dello Stadium.

Vidal 6,5 – Si sgancia spesso dalla linea dei centrocampisti per creare qualche grattacapo alla retroguardia del grifone. Appare in grande crescita. Dall’88’ Sturaro s.v.

Padoin 6 – Si fa vedere poco in fase offensiva. Pensa a svolgere il compitino, partita diligente la sua. Si guadagna la piena sufficienza.

Llorente 6 - È il perno su cui poggia l’intera manovra offensiva bianconera. Fa a sportellate con i difensori rossoblù e si ritaglia qualche buona opportunità. Gli manca il gol, ma la sua prestazione è buona. Dal 72’ Matri s.v.

Tevez 7 – Pressa la difesa del Genoa e la costringe all’errore. È indiavolato, morde le caviglie avversarie e quando ha la palla tra i piedi prova ad inventare calcio. A metà del primo tempo abbassa la testa, dribbla un paio di avversari e trafigge Perin con una fucilata, chapeau per l’argentino. Macchia la sua grande prestazione facendosi ipnotizzare dagli undici metri da Lamanna nella ripresa.

All. Allegri 6,5 – I bianconeri cominciano subito fortissimo e mettono alle corde il Genoa. Sfruttano una magia di Tevez per portarsi in vantaggio e poi gestiscono abbastanza bene il match senza mai soffrire più di tanto i rossoblù.

 

GENOA

Perin 6,5 – Non può molto sulla bomba di Tevez. Compie invece un grande intervento sul crepuscolo del primo tempo quando toglie dalla propria porta un gol praticamente fatto di Llorente. Ad inizio ripresa è costretto a lasciare il campo per un infortunio. Dal 52’ Lamanna 7 – Entra e para un rigore a Tevez, niente male per essere il vice di Perin. La sua parata tiene a galla il Genoa.

Roncaglia 5,5 – Gioca una buona partita, sbroglia diverse situazioni intricate, ma con un’ingenuità nel secondo tempo concede il penalty alla Juve.

Burdisso 5 – Vede spuntare Tevez ovunque e lo rincorre per tutto il campo senza prenderlo mai. Giornataccia per l’ex Roma.

De Maio 6 – Nell’occasione del gol di Tevez si lascia beffare dall’Apache con troppa facilità, ma nell'arco dei 90 minuti si riscatta disputando una gara senza ulteriori sbavature.

Edenilson 5,5 – Prova a spingere su quell’out, ma in maniera spesso confusionaria. Prestazione insufficiente per lui.  

Bertolacci 5,5 – Diversi errori in fase d’impostazione da parte sua. Appare lento e svagato ed è costretto spesso al fallo.

Kucka 6 – Bada maggiormente a difendere, tiene bene Pereyra e lo limita molto nelle giocate. Recupera qualche buon pallone e non demerita in fase di appoggio.

Bergdich 6 – Gioca una buona partita. Su quella fascia mette in difficoltà Lichtsteiner con la sua verve.

Lestienne 5 – Prova opaca da parte sua, Gasperini lo riprende di frequente. Sbaglia diversi appoggi e numerosi controlli. Dal 66’ Laxalt 6 – Prova a dare quel quid in più alla manovra offensiva del Genoa. Strappa la sufficienza.

Niang 5 – Gioca molto lontano dalla porta, preferisce posizionarsi prevalentemente sul centro sinistra duettando spesso con Perotti. La sua partita è caratterizzata da pochi acuti e molti, inspiegabili silenzi. Dal 45’ Borriello 5 – Dovrebbe dare peso all’attacco del grifone, ma si fa notare solo per gli scontri di gioco con i suoi ex compagni della Juve. Manca ancora la forma migliore.

Perotti 5,5 – Tocca una quantità industriale di palloni. Si posiziona  sulla trequarti e crea lo scompiglio nella difesa bianconera con le sue serpentine. Cala col passare dei minuti.

All. Gasperini 5,5 – Nel primo tempo la sua squadra non riesce a creare molte palle gol e denota scarso peso offensivo. Nella ripresa, nonostante l’ingresso di Borriello, le cose non cambiano. Nel complesso prestazione dignitosa quella offerta dai rossoblù allo Stadium, ma si poteva fare molto di più, soprattutto in attacco.

Arbitro Di Bello 5 – Prestazione imperfetta per il fischietto di Brindisi. Nella prima frazione di gioco, al 14’, Perotti viene atterrato in area, l’arbitro ammonisce l’argentino per simulazione, ma i replay lasciano qualche dubbio. Nella ripresa, al 61’, Pereyra penetra in area e viene a contatto con Roncaglia, Di Bello concede il penalty ai bianconeri: anche in questo caso le immagini non confermano pienamente la decisione del direttore di gara.

 

TABELLINO

JUVENTUS-GENOA 1-0

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (dal 72’ Pepe), Pereyra, Marchisio, Vidal (dall’88’ Sturaro), Padoin; Llorente (dal 72’ Matri), Tevez. A disp.: Ogbonna, Coman, Vitale, Storari, Evra, Rubinho. All. Allegri.

Genoa (3-4-3): Perin (dal 52’ Lamanna); Roncaglia, Burdisso, De Maio; Edenilson, Bertolacci, Kucka, Bergdich; Lestienne (dal 66’ Laxalt), Niang (dal 45’ Borriello), Perotti. A disp.: Tambe, Izzo, Marchese, Pavoletti, Tino Costa, Mandragora, Sommariva. All Gasperini.

Arbitro: Marco Di Bello di Brindisi

Marcatori: 25’ Tevez (J)

Ammoniti: 14’ Perotti (G), 23’ Bertolacci (G), 49’ Borriello (G), 49’ Bonucci (J), 61’ Roncaglia (G)

Espulsi:




Commenta con Facebook