• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI EMPOLI-SASSUOLO

PAGELLE E TABELLINO DI EMPOLI-SASSUOLO

Saponara spacca la partita, ma Big Mac è sotto tono. Sassuolo fisicamente in crisi, si salvano Berardi e Taider


Gioia Saponara (Getty Images)
Lorenzo Bettoni

22/03/2015 14:29

ECCO LE PAGELLE DI EMPOLI-SASSUOLO

 

EMPOLI

Sepe 6,5 - Nel primo tempo viene svegliato da una super parata sulla deviazione del “suo” Croce. Sempre attento nelle uscite.

Hysaj 6,5 - Molto attivo in fase di proposizione, non concede niente a Sansone in fase difensiva.

Rugani 6 - Legge sempre bene movimenti di palla e giocatori avversari. Nel primo tempo annulla Zaza ed allontana tutti quelli che passano dalle sue parti. Ad inizio ripresa però rovina la prestazione e perde un voto andando sul cross di Berardi col piede sbagliato.

Barba 6,5 - Non è facile sostituire Tonelli, ma lui ce la fa senza che nessuno si accorga della differenza. Riesce a difendere senza sbavature e sfiora il gol a metà primo tempo.

Mario Rui 6 - Parte bene, anche meglio di Hysaj, ma poi si incastra negli scontri con Berardi e concede qualcosa difensivamente.

Croce 7 - Sempre nel vivo dell’azione. Aiuta dietro ed è tra quelli che riescono a mandare in porta gli uomini offensivi di Sarri. Partita di sostanza e qualità, tra i migliori del centrocampo toscano. Dall’ 84’ Signorelli s.v.

Valdifiori 6,5 - Partenza slow, forse anche dovuta all’emozione per la convocazione in nazionale. Dopo pochi minuti però si riprende in mano il centrocampo dell’Empoli e lo porta alla vittoria finale.

Vecino 6 - Più sostanza che qualità. Tenta di allargarsi per trovare spazio e per aprire la difesa del Sassuolo che però difende sempre abbastanza bene. Impreciso in fase di impostazione.

Saponara 7,5 - Primo tempo in sordina e ripresa che parte col botto visto che l’ex Milan mette la firma sul primo gol da fuori area dei toscani in questa stagione. La rete gli dà fiducia ed il secondo tempo lo gioca con ritmo e qualità diverse dai primi 45’. Dopo il gol in avvio infatti manda in porta Mchedlidze e segna il gol del 3-1. Man of the match. Dal 70’ Zielinski 6,5 – L’Empoli non perde vivacità con il suo ingresso in campo. Punta spesso l’avversario e si dimostra molto vivace.

Maccarone 5 - Si muove tanto, ma la tocca pochissimo e quando lo fa Big Mac si trova sempre lontano dalla porta di Consigli. Calcia per la prima volta nel secondo tempo, ma non è mai un fattore. Cambio inevitabile. Dal 58’ Mchedlidze 6,5 - Tocca letteralmente la prima palla e la butta dentro.  

Pucciarelli 6,5 - Come Saponara e Valdifiori parte e nessuno si accorge che lui è in campo, poi inizia a sgusciare tra le maglie neroverdi e nel primo tempo si mangia l’occasione più grande della prima frazione. Bene nella ripresa.

All. Sarri 7 - La prepara non bene, di più. La difesa dell’Empoli sta sempre alta per ammortizzare da subito la velocità degli attaccanti del Sassuolo. Sempre pericoloso sui calci da fermo, che sono il suo marchio di fabbrica. L’Empoli è una delle squadra che gioca il miglior calcio in Serie A e lo fa con quasi tutti giocatori italiani.

 

SASSUOLO

Consigli 6 - Forse un po’ lento sul primo di Saponara, ma la palla sbuca comunque all’ultimo dalle gambe della sua difesa. Nel primo tempo aveva già messo piedi e mani sulle conclusioni dei giocatori dell’Empoli risultando decisivo.

Gazzola 6 - Primo tempo molto attento, condito da un paio di sovrapposizioni sulla destra niente male. Maccarone passa spesso dalle sue parti ma lui riesce a contenerlo, il più positivo della difesa del Sassuolo.

Acerbi 5,5 - Parte bene, è attento e gli attaccanti dell’Empoli fanno sempre giri immensi prima di arrivare dalle sue parti. Chiude il primo tempo con un giallo e la ripresa diventa un incubo perché due dei tre gol dell’Empoli arrivano dal centro.

Peluso 5 - Già nel primo tempo si dimostra più ruvido di Acerbi, ma c’è anche da capirlo perché quello del centrale di difesa non  proprio il suo ruolo. Come Acerbi, però, non regge l’urto toscana ad inizio ripresa e ne finisce travolto.

Longhi 5 - Dorme clamorosamente sulla rimessa laterale che porta alla rete del 2-1 e da quel momento in poi la partita è tutta in salita. Dall’ 84’ Lazarevic s.v.

Magnanelli 5 - Solitamente fa un ottimo filtro a centrocampo e riesce ad essere ordinato in fase di impostazione. Oggi fa tutto il contrario ed è uno dei peggiori dei suoi infatti Di Francesco lo sacrifica per dare ai suoi un’impostazione più offensiva. Dal 70’ Floccari 5,5 – Non incide praticamente mai, ma non ha neanche molto tempo.

Missiroli 5 - Anche lui decisamente peggio del solito. Saponara scappa a lui e Longhi prima di servire a Mchedlidze la palla del 2-1. Appare fisicamente in difficoltà contro il dinamismo degli azzurri. Deludente.

Taider 6 – Il centrocampista migliore del Sassuolo. Corre tanto ed aiuta sia la difesa che gli attaccanti. Non gioca al centro ma si piazza molto largo, praticamente tra Berardi e Gazzola.

Berardi 6 - L’attaccante più pericoloso del Sassuolo, anche se pericoloso è una parola grossa. Da un suo calcio di punizione arriva la spizzata di Croce che nel primo tempo costringe Sepe ad un gran intervento. Nella ripresa fa lo stesso su un cross dalla destra, trovando la deviazione, stavolta decisiva, di Rugani. Troppo nervoso nei corpo a corpo con Mario Rui.

Sansone 4,5 - Uno dei suoi più grandi limiti è non dare continuità alle prestazioni. Infatti dopo i due gol più assist offerti contro il Parma, gioca una delle partite più deludenti della stagione. Non si vede mai e Di Francesco aspetta pure troppo a toglierlo. Dal 75’ Floro Flores 6 – Rappresenta un appoggio centrale in più per Zaza & Co., ma ha poco tempo per lasciare il segno, fa comunque più di Sansone.

Zaza 5 – Non ha la voglia di fare dei giorni migliori e dello Zaza di inizio stagione non si vedono nemmeno le tracce. E pensare che è lui la prima punta della nazionale.

All. Di Francesco 5,5 - Il primo tempo è giocato con la massima attenzione dal punto di vista tattico ed in avvio l’Empoli soffre il pressing alto dei suoi. Nella ripresa si nota quanto sia rimaneggiata la difesa che in 15’ concede tre gol. Quando cerca di recuperare le due reti di svantaggio, butta dentro tutte le punte che ha, come sempre, spaccando in due la squadra.

Arbitro: Dino Tommasi 6 - Partita facile da gestire perché non ci sono situazioni di particolare tensione, nonostante l’agonismo sia alto. Giuste tutte le ammonizioni, unico dubbio su un contatto Mario Rui-Berardi dal limite allo scadere del primo tempo.

 

TABELLINO

EMPOLI-SASSUOLO 3-1

EMPOLI (4-3-1-2): Sepe; Hysaj, Rugani, Barba, Mario Rui; Croce (dall’ 84’ Signorelli), Valdifiori, Vecino; Saponara (dal 70’ Zielinski); Maccarone (dal 58’ Mchedlidze), Pucciarelli. A disp. Pugliesi, Bassi, Laurini, Gemignani, Somma, El Hadji, Brillante, Tavano, Verdi. All. Sarri.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Gazzola, Acerbi, Peluso, Longhi (dall’ 84’ Lazarevic); Magnanelli (dal 70’ Floccari), Missiroli, Taider; Berardi, Sansone (dal 75’ Floro Flores), Zaza. A disp. Pomini, Polito, Bianco, Natali, Biondini, Brighi, Donis, Fontanesi, Benucci. All. Di Francesco.

Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa

Marcatori: 46’ Saponara (E), 50’  aut. Rugani (E), 59’ Mchedlidze (E), 60’ Saponara (E)

Ammoniti: 44’ Acerbi (S), 62’ Magnanelli (S)

Espulsi:




Commenta con Facebook