• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma-Fiorentina, Sabatini: "La squadra paga miei errori. Dimettersi sarebbe una fuga"

Roma-Fiorentina, Sabatini: "La squadra paga miei errori. Dimettersi sarebbe una fuga"

Il ds dei giallorossi ha parlato al termine della sfida dell’’Olimpico’


Walter Sabatini © Getty Images

19/03/2015 21:27

ROMA FIORENTINA SABATINI RESPONSABILITA’/ ROMA - Al termine della sfida contro la Fiorentina ha parlato Sabatini. Il ds della Roma ha commentato il pesante ko che ha estromesso i giallorossi dall’Europa League: "Non me ne vado fino a fine stagione così come l'allenatore - afferma il dirigente dei giallorossi in zona mista, dove erano presenti gli inviati di Calciomercato.it -. Poi al termine della stagione si faranno delle valutazioni con la società. Non sono abituato a scappare con la gente inferocita fuori. Ci ritroveremo, abbiamo ancora un importante obiettivo in campionato. I tifosi con Garcia? Mi fa molto piacere e lo sosterremo anche noi. Le parole di Garcia di questi giorni? Sono state delle dichiarazioni oneste. Non mi era mai capitato di sbagliare così un mercato. Costruisco la squadra e a settembre me ne vado? È intrigante come ipotesi".

PARTITA DIFFICILE - "Irriconoscibile sicuramente. Ho visto in campo l'energia, la voglia di fare, la generosità dei giocatori. Una partita che si è messa male per degli errori paradossali, di interpretazione ma rimane una sconfitta dolorosissima. Sembrerebbe che per la Roma questo dolore sportivo sia un pozzo di cui non si vede il fondo. La squadra ha dei valori che gli riconosciamo, ma non li sta esprimendo da un po' di tempo: abbiamo ancora un obiettivo da perseguire, combatteremo per farlo e ci riusciremo"

ARRIVI - "Non rinnego nessuna scelta che ho fatto fino a gennaio. A gennaio però ho fatto degli errori che sta pagando l'allenatore e la squadra- Non sto parlando della qualità dei giocatori bensì di errori che sono usciti subito allo scoperto e che hanno penalizzato la squadra".

CRISI - "Siamo davanti una sorta di paralisi psicologica che ci porta a ridurre e minimizzare le nostre prestazioni che fino ad un po' di tempo fa sono state eclatanti. Capisco la rabbia della gente ma noi abbiamo ancora un percorso da fare, lo dobbiamo fare e dobbiamo stare vicino alla squadra che non va pensata come una formazione rinunciataria e di scarso impegno: se rivedrete la partita, oggi ha messo in campo anche una disperazione che non ho visto negli ultimi tempi".

Sabatini ha parlato anche ai microfoni di 'Mediaset Premium': "Dobbiamo guardare all'impegno della squadra, penalizzata da episodi. Ma verve e impegno messi in partita mi tranquillizzano. Questa squadra stasera ha scontato errori che ho fatto io, devo tenerne conto. Avevamo bisogno di rinforzi in attacco. Ho preso scelte che immediatamente non hanno prodotto risultati e stasera abbiamo pagato questi errori. Salah? Altro errore che ho fatto, riverberati su squadra e allenatore. Dimettersi oggi sarebbe una fuga e non sono abituato a scappare. Ma dovrò pensare a quello fatto, nei prossimi mesi".

TIFOSI - "Ho sentito cose molto gravi dai tifosi, legittimati da pareri e opinioni. Ma sono orgoglioso di questo gruppo, che avrà la forza di andare avanti e combattere per ultimo obiettivo rimasto".




Commenta con Facebook