• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ATLETICO MADRID-BAYER LEVERKUSEN

PAGELLE E TABELLINO DI ATLETICO MADRID-BAYER LEVERKUSEN

Suarez sblocca il match, Arda Turan predica nel deserto. Toprak disastroso anche dal dischetto


Mario Suarez (Getty Images)
Andrea Della Sala

17/03/2015 23:29

ECCO LE PAGELLE DI ATLETICO MADRID-BAYER LEVERKUSEN:

 

ATLETICO MADRID

Moyà 6 – Esce dopo 23’ per infortunio. A inizio partita è l’Atletico a spingere sull’acceleratore e dalle sue parti non arrivano pericoli. Dal 23’ Oblak 7 - Nessun intervento particolarmente impegnativo, rimane sempre concentrato ed è reattivo quando viene chiamato in causa. Nei calci di rigore si oppone bene su Çalhanoğlu.

Juanfran 5,5 - Non rischia quasi nulla sulla sua fascia, ma si lascia andare a qualche intervento falloso di troppo. Non riesce mai a spingere, si limita a controllare la sua zona. 

Giménez 6,5 - Ha appena 20 anni e ha il compito di sostituire Godin, lo fa con grande personalità e autorevolezza. Concede poco e niente a Drmic e poi a Kiessling, dà sicurezza al reparto. 

Miranda 6,5 - Solita partita di grande attenzione. Limita Drmic, lasciandolo giocare sempre spalle alla porta. Guida bene il reparto, manca forse il suo solito apporto offensivo sui calci piazzati. 

Jesús Gámez 6 - Dalla sua parte Bellarabi non crea nessun pericolo, ed è anche merito suo. Prova un paio di sortite, ma una volta in vantaggio preferisce rimanere a presidiare la sua fascia. 

Cani 5 - Schierato a sorpresa da Simeone, non ripaga la fiducia del tecnico. Parte a sinistra, poi si piazza sull'altra fascia ma non cambia il risultato. Tante giocate sbagliate, si nasconde e non riesce mai a dare il suo contributo. Dal 46' Raul Garcia 6 - Entra al posto di un impalpabile Cani e sicuramente fa qualcosa di più. Sono sue tutte le palle alte in area del Bayer, va anche vicino al gol ma Spahic gli tocca all'ultimo la palla e lui non riesce più a prenderla. Impegna Leno nei supplementari.

Mario Suarez 6,5 - Grinta, ma non solo. E' ordinato e pulito in tutte le giocate. Sblocca il risultato con l'aiuto di Toprak e poco dopo si rende ancora pericoloso. Gara di grande solidità. 

Koke 5,5 - Schierato al centro di fianco a Suarez non è proprio a suo agio. E' impreciso e sbaglia qualche passaggio di troppo. In alcune circostanze si dimostra molto frettoloso, volendo servire subito gli attaccanti, ma non riuscendo a raggiungerli. 

Arda Turan 7 - Offre una palla d'oro a Mandzukic, ma l'attaccante non la sfrutta. E' sicuramente il più propositivo del centrocampo dei colchoneros. Non fa mancare l'abituale grinta e si fa sentire in fase offensiva anche se non trova il guizzo finale. E' lui a creare, però, le poche occasioni da rete dell'Atletico, spadroneggia nei supplementari, nonostante la stanchezza. 

Griezmann 6,5 - Non si ferma mai, e la sua velocità crea problemi alla retroguardia del Leverkusen. Le sue accelerazioni danno delle strappate alla manovra dell'Atletico. 

Mandzukic 6 - Ha una buona occasione nel primo tempo, ma non se la sente di usare il sinistro e Wendell lo recupera. Lotta e gioca col fisico, si fa male alla caviglia ma resiste in campo. Non incide sotto porta, ma fa un gran lavoro per la squadra. Dall'83' Torres 6,5 - Simeone aspetta fino a quando Mandzukic non ce la fa più per inserirlo. Una volta in campo è fresco e prova a mettere in difficoltà la difesa del Bayer. Freddo dal dischetto. 

All. Simeone 6 - Tanta grinta e tanto furore, ma poco gioco e poche occasioni da rete per l'Atletico. Continua a caricare i suoi dall'inizio alla fine della partita. Azzarda la mossa Cani, ma torna sui suoi passi inserendo Raul Garcia a inizio secondo tempo. Va ai quarti dopo i calci di rigore, la sua squadra ora dovrà fare di più.

 

BAYER LEVERKUSEN

Leno 6,5 - Non è costretto a interventi difficili, però è attento a deviare su Arda Turan ed esce sempre con grande sicurezza e decisione respingendo molti traversoni. Nei supplementari si oppone alla grande a Raul Garcia. Prova a fare la sua parte nei calci di rigore parando un insidioso tiro di Koke.

Hilbert  6 - Fa il suo dovere. Non si fa quasi mai sorprendere in fase difensiva, ed è pronto e concentrato nelle chiusure. 

Toprak 4,5 - Quando esce palla al piede rischia sempre troppo, i suoi disimpegni non sono sempre precisi. Ha la sfortuna di deviare la conclusione di Suarez e di ingannare Leno: non doveva mettere il piede. Inguardabile il suo tiro dal dischetto. 

Spahić 6 - Strepitosa la sua chiusura su Griezmann nel primo tempo. Si fa valere rispondendo colpo su colpo alla velocità del francese e al fisico di Mandzukic. Riesce a contenerli entrambi, ricorrendo anche alle cattive maniere. 

Wendell 6,5 - Salva la porta di Leno con un grande intervento in scivolata su Mandzukic. Attento in fase difensiva, dove non sbaglia nulla. Riesce anche a trovare lo spazio per proporsi, da una sua percussione sulla sinistra nasce un'azione pericolosa. 

Castro 6 - Sempre presente nelle chiusure, fa sentire la sua presenza davanti alla difesa. Ruvido quanto basta, forma un'ottima coppia con Bender. Viene dirottato sulla fascia con l'ingresso di Rolfes e si perde un po'. 

Bender 6,5 - Primo tempo di alto livello. Giocatore che sa fare in modo superbo entrambi le fasi. Si fa sentire in fase di interdizione, ma sa bene cosa fare anche quando ha il pallone. Ruba palla e fa ripartire subito la squadra. Nel finale è stremato. Dal 104' Papadopoulos 5,5 - Dovrebbe entrare e dare tranquillità essendo il più riposato, invece rischia atterrando Griezmann e prendendosi il giallo. 

Bellarabi 5,5 - Non una grande gara quella dell'esterno. Ha qualche buono spunto in avvio, ma poi si perde in troppi leziosismi e non crea nessuna insidia alla difesa dell'Atletico. 

Çalhanoğlu 5,5 - Altro giocatore rispetto a quello che ha deciso la sfida dell'andata. Soffre un po' i ritmi alti e la partita un po' troppo fisica. 

Son 5 - Non riesce mai a rendersi pericoloso. In Bundesliga ha già siglato 10 reti, stasera non arriva mai nemmeno vicino alla porta. Ha una buona occasione con un pallone in verticale di Bender, ma sbaglia il controllo. Non in serata. Dal 76' Rolfes 5,5 - Si piazza in mediana, spostando Castro sulla fascia. Fa il suo dovere contrastando gli inserimenti dell'Atletico. Brutta la gomitata che rifila a Raul Garcia. Ci prova con un gran tiro dalla distanza. 

Drmić 5,5 - Fa a sportellate con i due centrali dell'Atletico. Si batte parecchio, riceve sempre palla spalle alla porta e prova a servire i trequartisti del Bayer con scarsi risultati. Si sacrifica tanto, non riesce però a rendersi pericolso. Dal 69' Kiessling 5 - il cambio non modifica l'assetto di gioco del Bayer, e anche Kiessling, come Drmic, se non un paio di sponde, combina davvero poco. Ha una buona occasione ma non riesce a sfruttarla al meglio. Sbaglia il rigore decisivo e l'Atletico va ai quarti. 

All. Schmidt 6 - Giocare in una boglia come quella del Vicente Calderon non è semplice. Paga un po' all'inizio ma poi la sua squadra si difende bene. Non crea occasioni da rete, ma la partita è molto tattica e infatti subisce anche poco. Esce solo dopo i calci di rigore, se la gioca fino alla fine. 

Arbitro: Rizzoli 6 - Dopo il match d'andata c'è abbastanza nervosismo tra le due squadre. Riesce a gestire al meglio la situazione usando anche la dialettica. Vede bene nelle occasioni dubbie: giusto non dare il corner all'Atletico Madrid nella prima frazione quando Mandzukic protesta. Giudica bene il contatto tra Suarez e Çalhanoğlu. Non vede la gomitata di Rolfes su Raul Garcia.

 

TABELLINO

ATLETICO MADRID-BAYER LEVERKUSEN 1-0 (3-2 dopo i calci di rigore)

Atletico Madrid (4-4-2): Moyà (dal 23’ Oblak); Juanfran, Giménez, Miranda, Jesús Gámez; Arda Turan, Cani (dal 46' Raul Garcia), Mario Suarez, Koke; Griezmann, Mandzukic (dall'83' Torres). A disp.: Ansaldi, Hernandez, Gabi, Hernandez. All. Simeone

Bayer Leverkusen (4-2-3-1): Leno; Hilbert, Toprak, Spahić, Wendell; Castro, Bender (dal 104' Papadopoulos); Bellarabi, Çalhanoğlu, Son (dal 77' Rolfes); Drmić (dal 69' Kiessling). A disp.: Kresic, Boenisch, Brandt, Reinarts. All. Schmidt

Marcatori: 27’ Suarez (A)

Arbitro: Rizzoli (Ita)

Ammoniti: 26’ Spahić (B), Gimenez (A), 65' Toprak (L), 72' Jesus Gamez (A), 75' Suarez (A), 78' Çalhanoğlu (A), 89' Wendell (B), 102' Kiessling (B), 110' Torres (A), 112' Papadopoulos (B)

Espulsi

Note: Calci di rigore - Raul Garcia (A) fuori, Çalhanoğlu (B) parato, Griezmann (A) gol, Rolfes (L) gol, Suarez (A) gol, Toprak (L) fuori, Koke (A) parato, Castro (L) gol, Torres (A) gol, Kiessling (L) fuori




Commenta con Facebook