• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-LAZIO

Felipe Anderson è imprendibile, de Vrij insuperabile. Il Toro corre poco perché paga l’Europa


Felipe Anderson (Getty Images)
Marco Anselmi

16/03/2015 20:53

ECCO LE PAGELLE DI TORINO-LAZIO:

 

TORINO:

Padelli 5,5 - Al 19’ salva in calcio d’angolo su Parolo che con il sinistro va vicino al gol: il suo intervento è provvidenziale. Non può nulla, oltre che raccogliere il pallone in fondo alla rete, sui due gol di Felipe Anderson .

Maksimovic 5,5 - Si becca un’ammonizione e gioca un primo tempo discreto. Nel secondo la stanchezza e la velocità di Felipe e Keita fanno andare in bambola tutto il reparto.

Jansson 5,5 - Deve migliorare in marcatura. Ogni tanto si dimentica di marcare e quando è puntato va in difficoltà. 

Bovo 5 - Dalla sua parte c’è meno lavoro rispetto a dove gioca Felipe Anderson. Mauri spesso si sposta dalla sua zona ed ha gioco facile. Nel secondo tempo con un uomo sul suo lato va in difficoltà, troppo per un giocatore della sua esperienza.

Bruno Peres 5 - Corre molto ma non è incisivo nei primi 45’ minuti, non basta quello che fa per creare pericoli agli avversari.

Basha 6 - Prezioso per impegno e corsa ma troppo impreciso in appoggio. Generosissimo ma  il capitano di giornata è un punto di riferimento nonostante la stanchezza cresca con il passare dei minuti. Dal 78’ Farnerud s.v.

Benassi 5,5 - Non gioca molti palloni e quelli che tocca non li sfrutta come si aspetta Ventura, ma prova sempre ad inserirsi ma la difesa laziale è un muro.

El Kaddouri 5,5 - E’ il giocatore di maggiore qualità del Torino ma nel primo tempo non riesce a dimostrarlo perché la sua squadra attacca poco, nel secondo ha due buoni spunti ma non basta.

G. Silva 5,5 - Un suo cross crea l’azione più pericolosa del primo tempo: con il contagiri serve Amauri che è fermato solo da un Marchetti decisivo. Dal 62’ Damian 6 - Ad un quarto d’ora dalla fine prova a segnare il gol de pareggio ma Marchetti mette in angolo. Lui è il titolare e si vede.

Amauri 5,5 - Prende pochi palloni, l’unico che gli capita sulla testa lo spara addosso a Marchetti che salva il vantaggio granata. 

Martinez 5,5 - Nel primo tempo dovrebbe sfruttare meglio la sua velocità ma non ci riesce. Crea un pericolo di testa nell’azione in cui il compagno di reparto va vicino al gol ma spara fuori di testa. Dal 62’ Maxi Lopez 5 – Impalpabile.

All. Ventura 5,5 - Il tecnico granata rinuncia al capitano Glik e a Moretti. Nel primo tempo la sua squadra sembra timorosa nel secondo gioca bene per 15’ minuti. I granata pagano l’impegno europeo.

 

LAZIO:

Marchetti 6,5 - Il suo intervento su Amauri nega una gioia all’attaccante avversario: decisivo nell’occasione. Attento anche nelle uscite per tutto il resto della gara. Salva in angolo su Darmian ed è ancora decisivo poteva essere il gol del pareggio del Toro.

Basta 6,5 - Spinge molto ma il suo mister vorrebbe che lo facesse di più perché il Toro del primo tempo sembra remissivo. Lui esegue dal 15’ in poi ara la metà campo avversaria. Nel secondo tempo continua il suo moto perpetuo e va anche vicino al gol con un tiro da fuori.

de Vrij 7 - L’olandese cresce sempre di più. Anche nell’uno contro uno ora appare quasi insuperabile. Ad inizio secondo tempo fa due chiusure eccellenti che non permettono agli avversari di creare un pericolo. Non sbaglia un colpo.

Mauricio 6,5 - Con de Vrij accanto tutto è più semplice, commette però qualche fallo di troppo. Puntuale sempre e cattivo al punto giusto il brasiliano sta giocando sempre meglio.

Radu 6,5 - Serve un assist perfetto a Parolo che però non riesce a sfruttare con il vantaggio laziale. Disputa una partita di qualità e di quantità: il romeno sta tornando sui suoi standard.

Cataldi 6 - Gioca tanti palloni facendo quasi sempre la cosa giusta, sbaglia solo un paio di appoggi ma nulla di grave. Come de Vrij cresce di partita in partita. Dal 57’ Onazi 5,5 - Impreciso in appoggio ma prezioso quando c’è da interrompere le iniziative avversario.

Biglia 6,5 - Serve un paio di buoni palloni nella prima frazione di gioco ma non è lo stesso di lunedì scorso nel primo tempo. Nel secondo invece cresce l’intensità della partita e lui gioca meglio sia in fare di copertura che di costruzione.

Parolo 6,5 - Si inserisce sempre con grande tempismo e al 19’ va ad un passo dal gol: scarica con il sinistro verso la porta granata ma Padelli devia in angolo. Nel secondo tempo il Torino si presenta con diverse situazioni favorevoli perché il centrocampo è in superiorità e lui non ha solamente più compiti di inserimento.

Felipe Anderson 8 - Nel primo tempo non è il migliore Felipe, gioca pochi palloni senza incidere troppo. Nonostante questo ha un paio di strappi che impauriscono la difesa del Torino. Nel secondo tempo regala un ottimo assist all’amico Keita che non segna il vantaggio biancoceleste. Al 71’ si beve tutta la difesa del Torino e appoggia alle spalle di Padelli e dopo 7’ replica su assist di Klose. Imprendibile. Dal 80’ Ederson s.v.

Klose 6,5 - Nel primo tempo riceve un paio di palloni interessanti che non sfrutta al meglio né segnando né servendo al meglio i compagni ma rappresenta il pericolo costante dell’attacco biancoceleste. Sempre generoso e determinante nel secondo tempo regala l’assist del gol a Felipe Anderson per il 2-0.

Mauri 5,5 - Non si vede moltissimo nel primo tempo. Rispetto ai suoi standard delle ultime settimane delude non trovando la giocata che cambia la partita. Dal 57’ Keita 6 - Al 64’ ha tra i piedi la palla del gol dell’1-0 ma spreca da pochi passi: il giovane scivola per fare un dribbling di troppo e non riesce a concludere in rete anche grazie ad una deviazione.

All. Pioli 6,5 - L’allenatore biancoceleste ritrova Parolo e torna al 4-3-3. La Lazio comanda il gioco ma per i primi 20 minuti il ritmo è troppo basso e a Pioli non va bene. Prova a dare maggiore velocità nel secondo tempo inserendo Keita per uno spento Mauri ed è la mossa giusta, con maggiore velocità la Lazio vince la partita.

Arbitro: Orsato 6 - Nel primo tempo come nel secondo non deve prendere decisioni che fanno discutere. La partita è tranquilla ed i giocatori in campo non commettono scorrettezze tali da far innervosire la contesa.

 

TABELLINO

TORINO-LAZIO 0-2

Torino (3-5-2) - Padelli; Maksimovic, Jansson, Bovo; Bruno Peres, Benassi, Basha (dal 78’ Farnerud), El Kaddouri, G. Silva (dal 62’ Darmian); Amauri, Martinez (dal 62’ Maxi Lopez). All. Ventura. A disp. Castellazzi, Ichazo, Glik, Moretti, Alvaro Gonzalez, Quagliarella.

Lazio (4-3-3) - Marchetti; Basta, de Vrij, Mauricio, Radu; Cataldi (dal 57’ Onazi), Biglia, Parolo; Felipe Anderson (dal 80’ Ederson), Klose, Mauri (dal 57’ Keita). All. Pioli. A disp. Berisha, Strakosha, Novaretti, Braafheid, Cavanda, Ciani, Lulic, Ledesma, Perea

Arbitro: Orsato (sez. Schio)

Marcatori: 71’ e 78’ Felipe Anderson (L).

Ammoniti: 28’ Maksimovic (T), 39’ Amauri (T), 49’ Radu (L), 51’ El Kaddouri (T), 86’ Basta (L).




Commenta con Facebook