• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-EMPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-EMPOLI

Joao Pedro impeccabile, Diakité un vero muro, Sau non si ferma mai. Maccarone ci prova e Vecino ci riesce Hysaj: errore grave


Joao Pedro (Getty images)
Omar Parretti (@omarJHparretti)

14/03/2015 22:42

ECCO LE PAGELLE DI CAGLIARI-EMPOLI:


CAGLIARI

Brkic 5,5 - Mai impegnato in maniera seria dagli avversari, trasmette principalmente sicurezza in presa alta sui traversoni. L'uscita su Vecino in occasione del pareggio azzurro pare un po' troppo avventurosa.

Balzano 6 - Attentissimo nel contenere gli affondi azzurri dalla propria parte, non cerca molto l'offensiva ma nel complesso è solido e ben registrato.

Ceppitelli 6 - Ordinato e puntuale al centro della difesa accanto a Diakité. I due concedono poco agli attaccanti azzurri.

Diakité 6,5 - Lavora bene sia su Mchedlidze sia su Maccarone, trovando spesso l'anticipo e facendo sentire la propria esuberanza fisica. Notevole anche in uscita in alcune occasione. Ottima prova.

Murru 6 - Spinge fino in fondo al campo sulla fascia sinistra con o senza palla. Buoni inserimenti e sovrapposizioni dalla sua parte, non sempre culminate però con un cross positivo.

Dessena 6 - Grinta e cuore in un centrocampo contraddistinto più dai piedi buoni che non dai polmoni. Rincorre tutti gli avversari che passano dalle sue parti con determinazione e voglia di fare. Utile alla causa cagliaritana.

Crisetig 6 - Zeman gli chiede di aprire il gioco sulla fasce, ma lui preferisce andare in verticale, fallendo spesso il lancio lungo. Quando applica gli schemi del boemo risulta positivo, quando prende l'iniziativa personale non è quasi mai preciso.

Joao Pedro 7 - Grande prestazione. Imposta la manovra insieme a Crisetig a metà campo ed è altrettanto bravo nel buttarsi tra le linee guadagnando spesso la conclusione in porta. Mette dentro il gol dell'1-0 con un bel tiro a giro che si insacca a fil di palo; successivamente scheggia il palo su calcio di punizione con Sepe battuto. Da rimarcare anche lo straordinario lavoro in fase di non possesso. Bella sorpresa.

Farias 6 - Tanta corsa e molto impegno anche in fase di copertura, non sempre disciplinatissimo ma sicuramente propositivo. Nei secondi quarantacinque minuti spreca un buon contropiede del Cagliari non servendo con il giusto tempismo il solo M'Poku. Dal 76' Caio Rangel s.v.

Sau 6,5 - Oscilla tra la trequarti campo e l'area di rigore aprendo gli spazi per i compagni di squadra, oppure provando ad andare direttamente in porta. Ben inserito nel tridente proposto quest'oggi: è quello che tra i tre garantisce il maggior equilibrio tattico. Dal 74' Cop 6 - Non si vede molto nei pochissimi minuti concessi, ma entra nel momento di forcing dell'Empoli.

M'Poku 6,5 - Arma letale se affidato alle mani di Zeman, che grazie agli esterni ha costruito i propri successi. Sceglie sempre bene i tempi dell'inserimento eludendo al meglio la marcatura di Hysaj, cercando poi la porta o l'assist per i compagni. Colpisce il palo destro al 33' all'altezza del dischetto di rigore. Occhio perché potrebbe esplodere. Dall'82' Husbauer s.v.

All. Zeman 6,5 - Non va dipinto subito come salvatore della patria, ma la sua mano si sente sulle trame mostrate oggi dal Cagliari. Sembra che il cambio in panchina abbia dato la scossa, ma il tracollo fisico nella seconda parte di gara è netto e quasi verticale.



EMPOLI

Sepe 6,5 - Incolpevole sul gol di Joao Pedro che piazza il pallone in maniera splendida. Gran riflesso su un tiro di Crisetig deviato dalla difesa. Nella prima frazione di gara tiene a galla la sua compagine.

Hysaj 5 - Troppo morbido in pressione su Joao Pedro che riesce a tirare quasi indisturbato siglando la rete dell'1-0. Spesso si perde la marcatura di M'Poku tendendo a stringere molto verso il centro del campo. L'errore sull'unica rete sarda pesa sul giudizio finale.

Barba 5,5 - Nella prima frazione di gara soffre la grande intraprendenza dei padroni di casa, commettendo qualche errore per sua fortuna non pagato. Nella ripresa la situazione è più tranquilla.

Rugani 6 - Sulla sufficienza senza segnalarsi per giocate particolarmente decisive. Nel complesso resiste con ordine. 

Mario Rui 6 - Un po' pigro nella spinta sulla propria corsia di competenza. Balzano lo tiene a bada egregiamente, ma quando riesce a trovare il fondo del campo arriva sempre a qualcosa di discreto come nel caso del gol di Vecino. Partita altalenante.

Vecino 6,5 - Non è dinamico come in altre apparizioni e si rende protagonista di una prova piuttosto opaca per una buona ora di partita. Dopo inizia a cercare la porta con alcuni tiri dalla distanza e alla fine trova la rete sulla sirena finale sfruttando l'ultima palla utile.

Signorelli 6 - E' lui il sostituto della squalificato Valdifiori ed il compito non è semplice. Attento in fase di interdizione, ma non riesce a dare la stessa precisione e fantasia al centrocampo empolese. Sufficiente, ma nulla più.

Croce 5 - Si vede poco e non mostra una prestazione particolarmente brillante. Abbastanza fuori dalla manovra d'attacco dell'Empoli. Sarri gli concede qualche minuto nel secondo tempo, ma poi lo toglie visto i progressi nulli. Dal 59' Zielinski 6,5 - Entra bene in partita donando imprevedibilità alle trame dei suoi.

Saponara 5,5 - Spaesato e spesso troppo schiacciato sulla mediana. Non trova la giusta posizione tra le linee avversarie e diventa da subito prevedibile e poco costruttivo. Gara negativa con pochissime luci. Dal 69' Verdi 5,5 - Tra i cambi effettuati da Sarri è quello che si segnale meno in positivo.

Maccarone 6 - Nel primo tempo sbaglia il classico rigore in movimento sparando sopra la traversa un ottimo suggerimento di Saponara dopo aver colpito con il 'piattone'. La coppia centrale dei sardi lo limita adeguatamente, tuttavia è l'unico che crea un qualche tipo di apprensione ai padroni di casa.

Mchedlidze 5,5 - Sempre molto fisico e volitivo, ma non vede la porta: complice il buon lavoro della difesa cagliaritana in copertura. Spinto sempre lontano dall'area di rigore tenta la soluzione dalla lunga distanza senza sortire alcun effetto. Dal 56' Pucciarelli 6 - Più attivo e meno statico rispetto all'attaccante georgiano.

All. Sarri 6 - Empoli pesantemente involuto, ma le assenze sono notevoli: Tonelli e Valdifiori sono pezzi pregiati di questa squadra. Il pareggio finale arriva soprattutto per il netto calo a livello fisico dei cagliaritani, ma i cambi sono logici e decisivi.


Arbitro: Rizzoli 6,5 - Gestisce con personalità il match amministrando bene i cartellini gialli. Pochi episodi da sottolineare: aiutato al meglio dagli assistenti su un paio di ripartenze al limite del fuorigioco. Direzione assolutamente all'altezza.


TABELLINO

CAGLIARI-EMPOLI 1-1 

Cagliari (4-3-3): Brkic; Balzano, Ceppitelli, Diakité, Murru; Dessena, Crisetig, Joao Pedro; Farias (Dal 76' Caio Rangel), Sau (Dal 74' Cop), M'Poku (Dall'82' Husbauer). A disp.: Colombi, Cragno, Rossettini, Pisano, Conti, Barella, Longo. All. Zeman. 

Empoli (4-3-1-2): Sepe; Hysaj, Barba, Rugani, Mario Rui; Vecino, Signorelli, Croce (Dal 59' Zielinski); Saponara (Dal 69' Verdi); Maccarone, Mchedlidze (Dal 56' Pucciarelli). A disp.: Pugliesi, Bassi, Laurini, Gemignani, Somma, Diousse, Brillante, Tavano. All. Sarri.

Arbitro: Nicola Rizzoli di Bologna

Marcatori: 20' Joao Pedro (C), 90'+3 Vecino (E)

Ammoniti: 8' Farias (C), 57' Balzano (C), 75' Zielinski (E)

Espulsi: -




Commenta con Facebook