• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inghilterra > Chelsea, Mourinho: "Di Champions parlate con Wenger e Pellegrini. Vinceremo la Premier"

Chelsea, Mourinho: "Di Champions parlate con Wenger e Pellegrini. Vinceremo la Premier"

Lo 'Special One' dopo l'eliminazione con il PSG: "Loro hanno meritato"


Mourinho, tecnico del Chelsea (Getty Images)

13/03/2015 15:58

CHELSEA MOURINHO CHAMPIONS LEAGUE PSG/ LONDRA (Inghilterra) - Intervenuto in conferenza stampa a due giorni dalla sfida di Premier League contro il Southampton, José Mourinho non ha potuto non parlare del match che ha visto il Chelsea uscire dalla Champions League per mano del PSG. "Ibrahimovic ha definito 'bambini' i giocatori del Chelsea che hanno circondato l'arbitro per chiedere il cartellino rosso nei confronti dello svedese? Non commento le parole degli altri, se i miei giocatori dovranno pagare per questo, lo faranno. Se dovranno essere multati, pagheranno: in otto mesi di stagione è successo una sola volta e abbiamo pagato. Il PSG ha meritato ed io ho stretto la mano ad ogni loro singolo giocatore".

ELIMINAZIONE - "L'eliminazione dalla Champions League? Se volete parlare di Champions League fatelo con Wenger o Pellegrini, loro hanno ancora una partita da giocare. In Champions noi non abbiamo mai perso, ma non siamo stati in grado di ottenere il risultato che ci serviva per andare avanti. La responsabilità è mia, ma chi è uscito mercoledì è lo stesso che è in testa alla classifica dalla prima giornata, ha vinto la Capital One Cup e vincerà la Premier League. Mancano undici partite al termine del campionato e abbiamo cinque punti di vantaggio, è tutto nelle nostre mani. Non possiamo promettere di vicere ogni partita ma siamo ottimisti".

CRITICHE -  "Le critiche arrivate da Carragher e Souness? Jamie Carragher ha smesso di giocare due anni fa ed ha già dimenticato tutto. Souness invece ha smesso tanti anni fa, ma io preferisco ridere, preferisco dire che l'invidia è il tributo più grande per noi dalle persone che sono nell'ombra".

S.F.




Commenta con Facebook