• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Europa league > Calciomercato, gioielli d'Europa League: tutti gli obiettivi delle italiane

Calciomercato, gioielli d'Europa League: tutti gli obiettivi delle italiane

Da Witsel a Vietto: talenti in vetrina che stuzzicano le dirigenze della Serie A


Axel Witsel ©Getty Images
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

13/03/2015 10:00

CALCIOMERCATO EUROPA LEAGUE OBIETTIVI ITALIANE / ROMA - L'ultima notte di Europa League non resterà di certo negli annali del calcio italiano. Ad esclusione del Napoli - trascinato da un superlativo Gonzalo Higuain - e del derby tra Fiorentina e Roma dove l'incornata finale di Keita ha risposto al sigillo nel primo tempo di Ilicic, il nostro 'pokerissimo' di rappresentanti ha dovuto incassare le delusioni targate Inter e Torino, che nel return-match della prossima settimana  saranno chiamate all'impresa rispettivamente contro Wolfsburg e Zenit per evitare l'uscita di scena dal palcoscenico continentale. La serata europea, a dispetto delle prestazioni balbettanti delle italiane, ha regalato comunque spunti interessanti in chiave calciomercato; Da Witsel a Vietto, fino a Rodriguez del Wolfsburg: sono tanti i giocatori impegnati in Europa League e seguiti dai club di Serie A come Inter, Roma, Juventus e Napoli.

 

WITSEL E VIETTO: DUE FUTURI 'CRACK' PER JUVENTUS E NAPOLI?

Uno degli uomini copertina del giovedì di Coppa, a spese del 'Toro' di Ventura, è stato sicuramente Axel Witsel, alfiere dello Zenit e protagonista della rete che ha aperto le marcature dell'incrocio dello 'Stadion Petrovski'. Il nazionale belga, non è un mistero, è uno dei nomi che più stuzzica Marotta e soci per il calciomercato Juventus in vista della finestra estiva soprattutto nell'eventualità di un addio di Paul Pogba al club campione d'Italia. Per portarlo a Torino servirà un esborso importante, anche se la sua valutazione (superiore ai 25 milioni di euro) non è così proibitiva. Il tutto, comunque, è inevitabilmente legato a doppio filo alla cessione di un big a metà campo da parte dei bianconeri (con Pogba blindato alla corte di Allegri, il maggiore indiziato diventerebbe allora Vidal…). Se Witsel rimane in stand-by sembra invece difficile - almeno per la prossima stagione - che si concretizzi un ritorno nel Bel Paese di Domenico Criscito, altro eroe della serata in casa Zenit, in trattativa per il rinnovo con la squadra allenato da Villas Boas e che ha ribadito la propria volontà di continuare l'avventura in Russia. Dal gelo di San Pietroburgo ci spostiamo alle temperature decisamente più miti del 'Mestalla', dove - come svelatovi in esclusiva da Calciomercato.it - alcuni emissari del Napoli hanno assistito al derby spagnolo Villarreal-Siviglia per 'spiare' da vicino i due gioielli di casa: Musacchio e Vietto. Il difensore classe '90 con passaporto italiano già in passato fu nelle mire pure di Fiorentina e Roma, mentre il 21enne 'puntero' argentino - che ieri sera ha firmato il ventesimo centro stagionale nel pesante 1-3 subito dal 'Sottomarino Giallo' - viene monitorato con attenzione anche da Inter e Juventus. La strada però è tutta in salita per le nostre rappresentanti, visto il costo elevato del cartellino di Vietto come rivelato ai nostri microfoni da Jorge Cyterszpiler, agente dell'ex talento del Racing de Avellaneda.

 

LE ITALIANE ALLA FINESTRA: CINQUE NOMI IN VETRINA

La serata di Wolfsburg, nefasta per l'Inter, è stata l'occasione per osservare Ricardo Rodriguez, autore di una prestazione non eccelsa nel successo dei tedeschi sui nerazzurri, ma sempre monitorato con attenzione dal direttore sportivo della Roma Walter Sabatini malgrado la volontà dei 'Lupi' di aprire ad un'eventuale trattativa  per la cessione del terzino elvetico soltanto a partire da una base di 30 milioni di euro. La stessa società capitolina nel frattempo non perde di vista neanche Konoplyanka, ieri in campo nel match che ha visto il successo casalingo di misura del Dnipro sull'Ajax, che a giugno si libererà a paramero zero dal sodalizio ucraino e già ad un passo dal vestire la casacca giallorossa nell'ultima campagna trasferimenti di gennaio. Restando in Ucraina, gli occhi della dirigenza dell'Inter nella sfida del 'Goodison Park' tra Everton e Dynamo Kiev avranno scrutato la prova nelle file ospiti di Dragovic, da qualche mese a questa parte nei radar della 'Beneamata' per rinforzare il pacchetto arretrato di Mancini, anche se sul 24enne difensore austriaco ci sarà da superare l'agguerrita concorrenza dell'Arsenal. Infine, Bruges-Besiktas avrà destato l'attenzione di Napoli e Palermo: gli azzurri continuano a corteggiare l'esterno basso dei belgi Meunier, mentre sul compagno di squadra Duarte c'è il pressing del club di Zamparini, che in Sicilia come in Nazionale potrebbe ricomporre la coppia tutta costaricana nel cuore della difesa rosanero insieme a Gonzalez. Gioielli in vetrina, anche indigesti in certe occasioni per le squadre italiane, ma in futuro chissà protagonisti nel nostro campionato.




Commenta con Facebook