• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Agnelli: "Mai in mani straniere. Lega? Comandano i presidenti". E su Calciopoli...

Juventus, Agnelli: "Mai in mani straniere. Lega? Comandano i presidenti". E su Calciopoli...

Il numero uno della 'Vecchia Signora' a tutto campo dalla crisi del calcio italiano alla Champions League


Andrea Agnelli ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

12/03/2015 17:51

JUVENTUS AGNELLI LEGA CALCIOPOLI BORUSSIA DORTMUND / TORINO - Dal ritorno degli ottavi di Champions League contro il Borussia Dortmund sempre al centro delle ultime news Juventus, alla crisi del calcio italiano. Il presidente bianconero Andrea Agnelli si concede ai microfoni del settimanale tedesco 'Die Zeit' per una lunga intervista: "In Italia senza l'Assemblea dei Presidenti non si muove nulla. La Lega è debole, non ha nessuna autorità - esordisce il numero uno bianconero - Questo comporta una situazione meno trasparente. I personaggi ai vertici hanno 60-70 anni, ci sono pochi quarantenni. Ed il caos Parma è solo la punta di un grande iceberg. Il fatto che una società possa arrivare ad una situazione del genere certifica la cattiva gestione del calcio italiano. Sono convinto al 100% che gli stadi vecchi siano una delle cause della crisi del nostro calcio. Sono preoccupato dell'immagine che diamo all'estero".

INVESTITORI STRANIERI - "La Serie A dovrebbe essere gestita come la Premier, si deve portare avanti l'intera Lega come un prodotto. Serve una strategia per l'esportazione del nostro calcio. Nel presidente della Roma, James Pallotta, abbiamo trovato un alleato. Non importa da dove arrivino gli investimenti, ma comunque posso assicurare che la Juve resterà italiana".

FATTURATI - "Real, United, Barcellona e Bayern Monaco non hanno concorrenti, Psg e Manchester City operano un doping finanziario. Tolte queste due la Juventus è ottava in Europa e puntiamo ad arrivare quinti in tre o quattro anni".

BORUSSIA DORTMUND - "Siamo la Juventus e dobbiamo vincere ogni partita".

CALCIOPOLI - "Riabilitazione non è la parola corretta. Dopo la sentenza sportiva, che è stata molto rapida, sono arrivate nuove informazioni non prese in considerazione. Abbiamo presentato una domanda di risarcimento per 443 milioni di euro perché per due anni non ci siamo qualificati alla Champions League e, quindi, sono mancati gli introiti. Ora aspettiamo l'udienza".




Commenta con Facebook