• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, da Pogba a Tevez: verso la fine di un ciclo?

Calciomercato Juventus, da Pogba a Tevez: verso la fine di un ciclo?

Questo gruppo bianconero ha vinto quasi tutto in 3-4 anni. E può cambiare volto


Paul Pogba (Getty images)
Matteo Torre (@torrelocchetta)

11/03/2015 12:41

CALCIOMERCATO JUVENTUS POGBA TEVEZ VIDAL LLORENTE / ROMA - La Juventus, salvo cataclismi sportivi, si avvia a vincere il suo quarto Scudetto in quattro stagioni, con la possibilità di migliorare anche in Champions League. A otto mesi dal terremoto delle dimissioni di Conte e della nuova era Allegri, la stagione bianconera è stata fin qui intensa e soddisfacente, anche se l'ex allenatore del Milan ha fallito la conquista della Supercoppa Italiana a dicembre in una folle finale col Napoli.

Le inseguitrici, in Italia, non riescono a tenere il passo della 'Vecchia Signora', che in Europa si deve giocare il match point in casa del Borussia Dortmund per tornare ai quarti di finale e sognare in grande. Ma si intravedono i primi fumi all'orizzonte nel calciomercato: dall'amore di Tevez per il Boca a un Vidal meno pimpante delle stagioni scorse, è inevitabile che si parli del futuro di questo gruppo. La Juventus cederà stelle come Tevez, Pogba, Vidal la prossima estate?

 

TEVEZ, MORATA, LLORENTE: ATTACCANTI SUL CALCIOMERCATO. VIDAL AL CAPOLINEA?

L'intero parco punte sembra potenzialmente in discussione nel calciomercato Juventus, nonostante i bianconeri vantino il primo attacco della Serie A per gol fatti. Carlos Tevez è un trascinatore vero, fuoriclasse nella tecnica quanto nella personalità, capace di prendere per mano la squadra nei momenti di appannamento. Ma il Boca Juniors è il suo grande amore: il fratello su Twitter lancia continui messaggi di un imminente ritorno agli 'Xeneizes'. Da una parte l''Apache' vuole rispettare il contratto fino al 2016 con la Juve (e nel calcio tutto è talmente variabile che potrebbe anche convincersi di rinnovare); dall'altro nessuno oggi può escludere un ritorno in Argentina già in estate, dopo due anni vissuti da re a Torino.

Il più vicino alla cessione è Fernando Llorente, apparso al di sotto dei compagni di squadra più talentuosi. Si è speso molto per la causa in queste due stagioni e, da parametro zero qual era, potrà andare via per una somma importante per le casse societarie. Diverso il discorso per Alvaro Morata, che sta dimostrando i primi sprazzi di un futuro radioso, ma è ancora discontinuo. La Juve vorrà puntare su di lui per la consacrazione nel 2015-16, ma i diritti di riscatto e contro-riscatto col Real Madrid non fanno dormire sonni tranquilli.

E a centrocampo c'è Arturo Vidal. Senza neanche parlare del calciomercato su Paul Pogba (che altro dire rispetto ai fiumi d'inchiostro già noti e arcinoti? Tutti lo vogliono, tutti lo cercano, Mino Raiola si frega le mani in vista di un affare che potrebbe surclassare quella monumentale cessione di Zlatan Ibrahimovic al Barcellona) Vidal è visto da molti l'emblema Juve della fine di un ciclo vincente, Tardelli dixit. E' un calciatore capace di fare e dare tutto ma che, dopo quattro anni di successi, può aver bisogno di nuovi stimoli. Chissà se Allegri sarà in grado di rintuzzarne lo spirito...

 

DA CONTE AD ALLEGRI. IL FUTURO DELLA PANCHINA JUVENTUS

...Allegri, già. Se abbia passato a pieni voti l'esame di eredità di Antonio Conte o meno è a tutt'oggi al centro delle discussioni tra i tifosi juventini. Chi è rimasto 'bruciato' dall'addio di un simbolo come l'attuale Ct dell'Italia fatica a tratti a riconoscere in Allegri un tecnico carismatico, ma gli vanno riconosciute doti tecnico-tattiche straordinarie. Ha saputo cambiare mentalità al gruppo, portando in punta di piedi le sue idee e dimostrando di saper tornare ai moduli di Conte laddove necessario. Non sarà un capopopolo, ma Allegri si è dimostrato solida certezza per il presente e il futuro della Juventus, allenatore che sa misurare le parole e alzare la voce quando c'è da spronare la squadra. La sua Juve ha vinto tante partite sul filo di lana e non può essere un caso se nel finale sia quasi sempre in grado di trovare la zampata vincente. Il futuro, oggi, è tutto dalla sua. Ma se dovessero verificarsi certe cessioni illustri, con che squadra lo affronterà? I nomi non mancano. Cavani, Dybala, Verratti... ma questa è un'altra storia.




Commenta con Facebook