• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > I Craque del momento > I CRAQUE DEL MOMENTO - Gabriel, la saracinesca che vuole riconquistare il Milan

I CRAQUE DEL MOMENTO - Gabriel, la saracinesca che vuole riconquistare il Milan

L'estremo difensore di proprietà dei rossoneri, in prestito al Carpi, non subisce gol da 537'


Gabriel con la maglia del Milan ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

05/03/2015 11:03

I CRAQUE DEL MOMENTO GABRIEL CARPI MILAN / CARPI - Acerbo? Non più. Alla base del grande Carpi, che guida il campionato di Serie B con otto punti di vantaggio sul Bologna, c'è un leader silenzioso, arrivato nelle ultime ore del calciomercato estivo dal Milan: Gabriel Vasconcelos Ferreira. L'esordio da titolare contro il Crotone, alla terza giornata del girone d'andata. Poi, da lì, la lunga cavalcata, titolare inamovibile dei 'Falconi' che vincono, stupiscono e guardano tutti dall'alto verso il basso. Grandi prestazioni, ma soprattutto la dimostrazione di aver raggiunto la piena maturità a 23 anni, diventando uno dei punti di forza della formazione allenata da Castori anche durante la flessione di febbraio. Quattro pareggi consecutivi per 0-0, poi la vittoria per 2-0 nell'ultimo turno con l'Avellino. Cinque partite, 527' senza subire gol per il brasiliano che dal rigore trasformato da Torregrossa lo scorso 31 gennaio ha abbassato la saracinesca e respinto tutti gli attacchi, toccando addirittura quota 14 'clean sheet', dicono in Inghilterra, su 25 gare disputate. Ok, la 'cadetteria' non è la Serie A, ma a giugno, quando rientrerà al Milan, di certo i vertici milanisti si interrogheranno per bene prima di mandarlo di nuovo in prestito.

Gabriel Vasconcelos Ferreira nasce a Unaì, in Brasile, il 27 settembre 1992. Muove i primi passi nel settore giovanile del Cruzeiro, dove resta dal 2007 al 2010, anno in cui passa in prima squadra dove fa il terzo a Fabio e Rafael. Nel 2012, poi, arriva la chiamata del Milan che lo preleva dalla formazione brasiliana per meno di un milione di euro. Nella prima stagione non trova spazio in prima squadra e viene aggregato alla formazione Primavera, mentre l'esordio tra i grandi arriva ad ottobre 2013, contro l'Udinese. La scorsa estate, invece, la dirigenza rossonera lo ha ceduto in prestito al Carpi. Nel 2011 viene convocato per la prima volta dalla nazionale brasiliana Under 20 con la quale colleziona 16 presenze, più i 4 gettoni nella spedizione olimpica del 2012. Il 15 agosto 2012, invece, con Mano Menez in panchina esordisce con la maglia della selezione maggiore nella vittoria per 3-0 contro la Svezia. Quella, ad ora, resta la sua unica presenza con la 'Selecao'.
 




Commenta con Facebook