• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Anderson incanta, Sportiello pasticcia

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Anderson incanta, Sportiello pasticcia

Top e Flop della 25a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Felipe Anderson (Getty Images)
Emiliano Forte

02/03/2015 07:37

PAGELLONE ANDERSON SPORTIELLO 25A GIORNATA SERIE A / MILANO - La 25esima giornata, in attesa del confronto ad alta quota tra Juventus e Roma, poteva essere quella giusta per le ambizioni di classifica del Napoli che invece cade sul più bello per mano di un Torino che vuole continuare a stupire. Delude quindi la formazione di Benitez ed in particolare uno spento Hamsik che non lascia alcuna traccia di sé in campo. Perfetto invece capitan Glik, leader e trascinatore dei granata di Ventura che agganciano il Genoa al settimo posto.
Quarto piazza a soli due punti dal Napoli per la Lazio che ritrova le giocate ed i gol impossibili di Felipe Anderson nella vittoriosa trasferta in casa del Sassuolo. Tra i neroverdi pomeriggio complicato per Zaza che si è visto parare di tutto da un super Marchetti.
Colpaccio della Fiorentina che interrompe la serie positiva dell'Inter e sbanca San Siro grazie al talento in grande ascesa di Mohamed Salah. Sorride anche la Sampdoria che nei minuti finali trova il colpo da tre punti con Okaka, bravo a sfruttare un intervento difettoso dell'atalantino Sportiello.

 

TOP

 

5.Okaka (Sampdoria) - Ha voglia di far bene e quando c'è da lottare non si tira indietro. Migliora col passare dei minuti fino a trovare l'assist vincente per Muriel che vale l'1-1 e il tap-in nel finale che regala ai blucerchiati l'intera posta in palio. Decisivo. VOTO 7

 

4.Marchetti (Lazio) - Nello 0-3 inflitto dalla Lazio al Sassuolo il portiere biancoceleste ha enormi meriti. I suoi riflessi infatti hanno affossato i neroverdi tanto quanto i colpi di classe di Felipe Anderson. Ne sa qualcosa Simone Zaza, che si è visto neutralizzare prima un gran diagonale poi con un riflesso prodigioso un tiro a colpo sicuro a pochi passi dalla porta. Monumentale. VOTO 7,5

 

3.Glik (Torino) - Prestazione da leader vero al centro della difesa granata, dove concede poco o nulla al pericolo numero uno che corrisponde al nome di Gonzalo Higuain. La sua serata diventa addirittura eroica quando al 68' il suo inserimento di testa è perfetto per il gol vittoria che fa impazzire di gioia i tifosi del Toro. Condottiero. VOTO 7,5

 

2.Salah (Fiorentina) - Nel giro di poche settimane l'egiziano sta riuscendo nella difficile impresa di far dimenticare un giocatore decisivo e osannato come Cuadrado. Temperamento, giocate di gran classe e gol a ripetizione: questa la ricetta con la quale Salah sta conquistando la Serie A ed il cuore dei tifosi viola. Incontenibile. VOTO 7,5

 

1.Felipe Anderson (Lazio) - É tornato il giocatore devastante capace di mettere in crisi qualsiasi difesa con guizzi e colpi da autentico fenomeno. Il primo tempo è praticamente finito quando raccoglie il pallone al limite dell'area e lascia partire un destro a giro che va ad infilarsi proprio all'incrocio dei pali: una magia che cambia il corso della gara. Genio. VOTO 7,5

 

 

FLOP

 

5.Hamsik (Napoli) - Ingabbiato dal centrocampo di Ventura risulta innocuo e mai capace di creare scompiglio tra le linee come spesso faceva nelle sue stagioni migliori. Lo slovacco si conferma un rebus irrisolto per Benitez che fatica a collocarlo nei suoi schemi. Ombroso. VOTO 5

 

4.Menez (Milan) - Serata anonima per il francese che non incide in zona gol e non trova la giusta sintonia con Destro. Dà segni di vita soltanto nella ripresa quando scappa via a campo aperto verso la porta di Bizzarri ma sulla sua strada trova l'ottimo Mattiello che in scivolata salva il risultato. Fiacco. VOTO 5

 

3.Zaza (Sassuolo) - Combatte come sempre cercando in tutti i modi di avere la meglio sui difensori biancocelesti ma questa volta non riesce a trovare spazi e ad incidere in zona gol. Nelle poche occasioni in cui riesce a scappare via si trova di fronte ad un Marchetti che a tratti sembra insuperabile. Colossale l'occasione nella ripresa quando, all'altezza del dischetto, non ha la freddezza necessaria per piazzare il colpo del pari e spara sul portiere laziale che di puro istinto salva il risultato. Murato. VOTO 4,5

 

2.Jao Pedro (Cagliari) - Zola lo manda in campo dopo aver incassato l'1-0 di Toni nel tentativo di dare una scossa ai suoi e di garantire maggior sostegno alla coppia Mpoku-Longo. Ma il brasiliano delude ampiamente le aspettative risultando un corpo estraneo per tutto il match. Irritante. VOTO 4,5

 

1.Sportiello (Atalanta) - Dopo un primo tempo trascorso in assoluto relax, nella ripresa prima risponde presente su un bel tiro di Muriel dalla distanza poi rovina tutto nel finale quando pasticcia sul tiro di Eto'o. Una respinta incerta su una conclusione non impossibile del camerunense, che regala ad Okaka il più facile dei gol. Maldestro. VOTO 4,5




Commenta con Facebook