• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-FIORENTINA

Salah brilla sempre di più, Kurtic non c’è. Guarin si carica l’Inter sulle spalle, Icardi gioca a nascondino


Salah (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

01/03/2015 20:16

ECCO LE PAGELLE DI INTER-FIORENTINA

 

INTER

Handanovic 5,5 – Dopo pochi minuti si esibisce con una bella parata su un pericoloso calcio di punizione di Diamanti. Nella ripresa non è perfetto nella respinta che porta Salah al gol.

Campagnaro 6 – A differenza di Santon resta molto basso a protezione della propria area. Sembra abbastanza arruffone, ma non commette particolari errori.

Vidic 6,5 – Nonostante sia più lento di Babacar riesce a tenerlo abbastanza bene con l’esperienza. Sbroglia diverse situazioni intricate. Pericolosissimo nelle sue sortite offensive su palla inattiva.

Juan Jesus 5 – In ritardo e fuori posizione nell’azione che porta Salah al gol. L’egiziano lo irride con le sue finte, sottotono.

Santon 5,5 – Gioca molto alto su quella fascia e prova a mettere palle interessanti al centro. Soffre la velocità di Tomovic che di frequente lo prende d’infilata. Dal 78’ D’Ambrosio s.v.

Guarin 7 – È in una forma straordinaria, quando ha la palla lui da quel lato è lecito aspettarsi di tutto. A dieci minuti dal termine del primo tempo s’inventa una conclusione dal nulla che però colpisce il palo. Tiene l’Inter a galla finché può.

Medel 6 – Morde le caviglie avversarie e strappa palloni preziosi. Il pressing di Montella lo costringe ad avere compiti d’impostazione che non gli appartengono.

Brozovic 6 – S’inserisce sempre con i tempi giusti e gestisce bene palla a centrocampo. Non si rende protagonista di giocate trascendentali, ma dimostra di essersi calato perfettamente nella realtà nerazzurra.  

Kovacic 5 – Prova a tratti la giocata di qualità. Sembra essere schiacciato dalle aspettative di una piazza che a ogni suo tocco sembra aspettarsi chissà che. Non riesce ad entrare nel match e si perde nel frastuono del Meazza. Dal 73’ Palacio 6,5 – Entra col piglio giusto e riesce anche a ritagliarsi un’ottima occasione, ma cestina tutto con una pessima conclusione. Nel recupero solo un Neto stratosferico gli nega il gol.

Icardi 5 – Nel primo tempo non si vede praticamente mai, l’Inter sfrutta poco le linee aeree e lui ne risente. Nella ripresa il copione non cambia, pochi i palloni giocabili per lui. Cestina clamorosamente una palla gol su assist di Shaqiri.

Podolski 5 – Prova a trovare aria dall’asfissiante marcatura dei gigliati allargandosi sulla sinistra, ma non riesce a creare grossi pericoli a Neto. Prestazione opaca. Dal 65’ Shaqiri 6,5 – Cerca sempre di giocare in verticale e offre a Icardi il pallone del pareggio, che però quest’ultimo cestina. Da maggiore verve alla manovra dell’Inter, cambio indovinato.

All. Mancini 5 – I nerazzurri soffrono l’exploit iniziale della viola, poi gli prendono le misure e riescono a creare anche loro qualche pericolo. Nella ripresa invece la Fiorentina gioca bene e mette sotto l’Inter riuscendo a trovare il gol con Salah. I ragazzi di Mancini invece non chiamano quasi mai Neto alla parata, tanti passi indietro rispetto alle ultime prestazioni.

 

FIORENTINA

Neto 7 – Nel primo tempo osserva la partita da una posizione privilegiata non intervenendo mai. Sul crepuscolo del match, con una parata mostruosa, nega la rete a Palacio.

Tomovic 6,5 – Su quella fascia è una freccia sempre pronta a scoccare dall’arco viola. Mette in grande difficoltà Santon con le sue improvvise accelerazioni.

Savic 6 – Segue come un’ombra Podolski per tutto il campo e lo limita molto. Da sicurezza alla retroguardia gigliata e non commette errori.

G. Rodriguez 6,5 – Non ha paura di sdraiarsi a terra per strappare dai piedi avversari la palla. Per i gigliati è un vero leader ormai. Guida la difesa con classe ed esperienza.

Pasqual 6 – Spinge con solerzia su quella fascia e mette sempre cross interessanti al centro. In fase di contenimento invece non riesce a tenere lo straripante Guarin.

Kurtic 5 – Soffre maledettamente l’indiavolato Guarin di quest’oggi. Come da indicazioni di Montella dovrebbe marcare il colombiano a uomo, ma non ci riesce. Sbaglia tanto anche in fase di appoggio.

Badelj 6 – Prova ordinata da parte sua. Il croato non fa sbavature e gestisce sempre bene palla strappando la piena sufficienza.

Aquilani 6 – Di qualità ne ha tanta nei piedi, ma si fa stranamente notare più per la fase d’interdizione che per quella di costruzione. Entra quasi sempre in maniera rude sugli avversari e non riesce ad entrare nel vivo del gioco. Nella ripresa la viola alza il baricentro e la sua prestazione sale di tono. Dall’81’ Vargas s.v.

Diamanti 6 – Da calcio di punizione costruisce la prima palla-gol del match. Non compie giocate particolarmente importanti, ma con la sua qualità illumina a sprazzi il gioco gigliato. Quando deve si prende anche licenze difensive. Dal 72’ Joaquin s.v.

Babacar 6 – Galleggia sulla linea del fuorigioco e prova a sorprendere alle spalle la difesa dell’Inter. È costretto a lasciare la partita anzitempo per un infortunio. Al 43’ Salah 7,5 – Praticamente stratosferico, entra e segna per l’ennesima volta. La sua prestazione è condita da dribbling e grandi controlli, la Fiorentina sembra aver fatto l’ennesimo affare con l’operazione che ha visto coinvolti Cuadrado e l’egiziano.

Ilicic 6 – Gioca tra le linee e prova ad impensierire la difesa nerazzurra con le sue invenzioni.

All. Montella 6,5 – Nel primo tempo i viola partono bene e mettono sotto l’Inter, poi cominciano a difendere con ordine e provano a rendersi pericolosi sulle ripartenze. Nella ripresa invece i gigliati sono padroni del match e trovano la rete con Salah. Unica critica da muovere a Montella, il frettoloso cambio di Vargas proprio mentre Tomovic era a terra infortunato, si doveva aspettare per non lasciare la squadra in dieci nel finale.

Arbitro Massa 6,5 – Arbitra bene con grande personalità. Nei primi minuti tiene a freno il cartellino, poi appena la partita s’incattivisce, comincia ad ammonire. Al 57’ l’Inter protesta per un presunto contatto in area tra Icardi, Tomovic e Savic, il replay non sembra evidenziare tocchi, quindi sembra giusta la decisione di Massa di non concedere il rigore ai nerazzurri. Buona prestazione.

 

TABELLINO

INTER-FIORENTINA 0-1

Inter (4-3-1-2): Handanovic; Campagnaro, Vidic, Juan Jesus, Santon (dal 78’ D’Ambrosio); Guarin, Medel, Brozovic; Kovacic (dal 73’ Palacio); Icardi, Podolski (dal 65’ Shaqiri 6). A disp.: Andreolli, Palacio, Kuzmanovic, Obi, Dodò, Ranocchia, Felipe, Puscas, Carrizo, D’Ambrosio, Hernanes. All. Mancini.

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic, Savic, G. Rodriguez, Pasqual; Kurtic, Badelj, Aquilani (dall’81’ Vargas); Diamanti (dal 72’ Joaquin), Babacar (al 43’ Salah), Ilicic. A disp.: Richards, Pizarro, Gilardino, Borja Valero, Lezzerini, Alonso, Rosati, Lazzari, Rosi. All. Montella.

Arbitro: Davide Massa di Imperia

Marcatori: 55’ Salah (F)

Ammoniti: 26’ Aquilani (F), 49’ Vidic (I), 52’ Juan Jesus (I), 69’ Diamanti (F), 85’ Brozovic (I)

Espulsi:




Commenta con Facebook