• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO SASSUOLO-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO SASSUOLO-LAZIO

Bentornato Felipe Anderson, assist e gol. Il Sassuolo è inerme, non si salva nessuno.


Felipe Anderson (Getty Images)
Marco Anselmi

01/03/2015 17:04

ECCO LE PAGELLE DI SASSUOLO-LAZIO:

 

SASSUOLO

Consigli 6 - Al 18’ salva su Keita lanciato a rete, la sua parata è decisiva per rimanere sullo 0-0. Importante anche in altre occasioni sempre di Keita, di Felipe ed è attento anche in uscita sui calci piazzati. Non può nulla sul gol del numero 7 biancoceleste.

Gazzola 5 - Star dietro agli esterni laziali non deve essere facile infatti quando non ci riesce con le buone ci prova con le cattive e infatti si prende un giallo.

Bianco 5 - L’età avanzata significa esperienza e la dimostra. Lui come il suo compagno al centro della difesa è fortunato perché Mauri non essendo un centroavanti di ruolo spesso non è al suo posto. Sui cross però non sempre è puntuale e preciso. Dal 62’ Brighi 5 - Deve dare maggiore sostanza al centrocampo ma non lo fa.

Acerbi 5 - Nel reparto è l’unico reduce della difesa di Di Francesco, fa fatica ma tra tutti è forse l’unico che si salva nel primo tempo. Nella seconda frazione di gioco la Lazio passeggia sui resti della difesa emiliana ed anche lui 

Biondini 5,5 - Ha due brutti clienti, se non c’è Keita sul suo lato c’è Felipe Anderson che sono praticamente incontrollabili. Non è il suo ruolo e si vede ma ci prova e si impegna tanto. 

Taider 5 - Ci prova a mettere in ordine il centrocampo dei suoi ma la superiorità tecnica è evidente. E’ l’unico che nel primo tempo si salva perché ha qualità e tanta grinta. Dal 80’ Floccari sv

Missiroli 5 - Spesso in ritardo in chiusura e poco preciso in fase di impostazione non gioca la sua migliore partita. E’ pur vero che il centrocampo della Lazio ha qualità e quantità da vendere.

Longhi 5 -  Non trova mai il bandolo della matassa, ha difficoltà perché Cataldi comanda quella zona di campo senza troppi problemi. Manca sempre lo spunto giusto per creare qualcosa di positivo per la sua squadra.

Sansone 5 -  Spina nel fianco dei biancocelesti, la sfida sulla corsa con Cavanda non è facile ma qualche pensiero lo crea solo nel primo tempo. Nel secondo sembra un fantasma. Dal 74’ Lazarevic 5,5 - Poco incisivo ed utile alla manovra di Di Francesco.

Zaza 4,5 - Compatte molto al centro dell’attacco dei neroverdi ma è imbrigliato tra de Vrij e Mauricio. Al 13’ dopo essersi inserito in maniera perfetta spara da posizione quasi impossibile verso la porta di Marchetti che salva il risultato. Nel secondo tempo si mangia un gol incredibile da tre metri dalla porta: poteva essere il pareggio.

Berardi 5,5 - Come il compagno di reparto è importante già dalla fase difensiva. La pressione degli avanti inizia sulla trequarti avversaria.

All. Di Francesco 5,5 - La Lazio è troppa cosa per un Sassuolo in difficoltà. In difesa c’è troppa instabilità ed in attacco non trova gli sbocchi necessari. Per gli ospiti oggi è una passeggiata.

 

LAZIO

Marchetti 7,5 - E’ fondamentale sul diagonale di Zaza che potrebbe portare in vantaggio il Sassuolo, con il piede respinge l’iniziativa del nazionale italiano. Dà sicurezza al reparto anche in altre occasioni sia in uscita che tra i pali. Ad inizio secondo tempo compie un vero e proprio miracolo su Zaza che del limite dell’area piccola calcia a rete. Decisivo il suo apporto oggi.

Cavanda 6 - Buca l’intervento sull’azione che porta Zaza a tu per tu con Marchetti. Cresce con il passare dei minuti e prende le misure a Sansone e gioca una partita più che positiva.

de Vrij 6 - Concentrato nel primo tempo, non corre rischi e gioca una partita tranquilla. Nel secondo tempo invece ha qualche compito in più ma lo svolge senza troppi problemi.

Mauricio 6,5 - Nel primo tempo sia lui che il compagno di reparto sono attenti sulle chiusure e nelle diagonali. Con il passare del tempo diminuiscono i compiti perché il Sassuolo attacca sempre meno.

Radu 6 - Più concentrato rispetto alle ultime uscite nel primo tempo controlla bene Berardi e fa ripartire la squadra con precisione. Nel secondo tempo gioca con maggiore tranquillità.

Cataldi 6 - Solita precisione e puntualità nelle giocate, la personalità non gli manca ed il centrocampo laziale è sempre più suo. Nel secondo tempo il centrocampo tutto gioca senza avversari e continua la sua gara positiva.

Biglia 6,5 - Meglio rispetto alle ultime uscite, detta i tempi ed è libero di farlo perché c’è poca pressione su di lui. In un paio di occasioni verticalizza bene liberando i compagni in area, la prima volta Keita sbaglia, la seconda è in fuorigioco. Nel secondo tempo cresce la libertà dell’argentino e può gestire il pallone con estrema tranquillità. Dal 80’ Ledesma sv 

Parolo 6,5 - Solito moto perpetuo a centrocampo, imposta bene e si inserisce ogni volta che può mettendo in difficoltà sia il centrocampo che la difesa avversaria. Segna il terzo gol della gara ed il sesto personale.

Felipe Anderson 7,5 - E’ tornato titolare e mette in difficoltà gli avversari ogni volta che prende palla: qualità, quantità, dribbling e assist. Gli manca solo il gol nel primo tempo, anzi no: quando si sta per chiudere la prima frazione raccoglie un pallone al limite dell’area e disegna una parabola perfetta che si spegne sotto l’incrocio dei pali.

Mauri 6 - Non è un centroavanti e si vede, nonostante questo trova gli spazi giusti soprattutto per fare assistenza ai compagni. Non è facile giocare fuori ruolo. Dal 66’ Klose 6 - La Lazio ha una punta di ruolo ma al primo pallone si mangia un gol incredibile su assistenza di Felipe Anderson, al secondo anche tutto questo in un minuto. La terza non la sbaglia: è sempre Felipe a regalare un pallone perfetto al tedesco che schiaccia di testa alle spalle dell’estremo difensore del Sassuolo.

Keita 7 - Al 12’ non sfrutta l’occasione che gli capita al volo nell’area di rigore del Sassuolo: calcia al volo di destro ma il pallone finisce fuori. Ha un’altra occasione dopo poco ma in questo caso Consigli è più bravo di lui e salva il risultato. Rappresenta il pericolo più grande per la difesa emiliana. Dal 74’ Candreva 5,5 - Può segnare il 4 gol della Lazio ma alza troppo la traiettoria del pallone.

All. Pioli 6,5 - La Lazio domina nel primo tempo creando un numero di occasioni incredibile ed arriva al gol solo alla fine del primo tempo. Nel secondo tempo c’è solo la sua squadra che cammina sul Sassuolo come un caterpillar.

Arbitro: Massa 5,5 - Il cartellino giallo a Keita fa discutere, anticipa il portiere allungando la traiettoria del pallone, Consigli in uscita lo fa cadere, non c’è rigore ma nemmeno simulazione. Al 58’ annulla giustamente il gol a Keita, la posizione dell’attaccante biancoceleste è irregolare.

 

TABELLINO

SASSUOLO-LAZIO: 0-3

Sassuolo (3-4-3) - Consigli; Gazzola, Bianco (dal 62’ Brighi), Acerbi; Biondini,Taider (dal 80’ Floccari), Missiroli, Longhi; Sansone (dal 74’ Lazarevic), Zaza, Berardi. All. Di Francesco. A disp. Polito, Pomini, Biondini, Fontanesi, Chibsah, Donis.

Lazio (4-3-3) - Marchetti; Cavanda, de Vrij, Mauricio, Radu; Cataldi, Biglia (dal 80’ Ledesma), Parolo; Felipe Anderson, Mauri (dal 66’ Klose) , Keita (dal 74’ Candreva). All. Pioli.  A disp. Berisha, Strakosha, Basta, Braafheid, Novaretti, Ederson, Onazi, Candreva, Perea.

ARBITRO: Massa (sez. Imperia)

Marcatori: 45’ Felipe Anderson (L), 70’ Klose (L), 77’ Parolo.

Ammoniti: al 22’ Gazzola (S), al 29’ Parolo (L), 39’ Bianco (S), al 42’ Keita (L), al 63’ Longhi (S), al 76’ Taider (S).




Commenta con Facebook