• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Mourinho: "Me ne sono andato piangendo. Potrei allenare un'altra italiana"

Inter, Mourinho: "Me ne sono andato piangendo. Potrei allenare un'altra italiana"

Il tecnico del Chelsea ha parlato del suo ex club e non solo


José Mourinho (Getty Images)
Maurizio Fedeli (Twitter: @maurilio85)

27/02/2015 22:07

INTER MOURINHO / MILANO – Josè Mourinho a tutto campo. L'ex tecnico nerazzurro è tronato a parlare del suo passato e non solo: "All'Inter avevo un rapporto fantastico con tutti. Il rapporto con i giocatori era veramente speciale. Mi piace alzare il livello dei miei atleti, creando in loro personalità forti. All'Inter c'erano già giocatori con personalità di livello, questo ha reso il mio lavoro più facile. Avevamo degli obiettivi: quello di continuare a dominare in Italia, ma io sapevo che il primo anno non eravamo pronti a vincere la Champions League, specie a livello psicologico. Dall'Inter me ne sono andato piangendo sapendo di aver raggiunto l'apice della storia del club, con Moratti e con il resto dello staff abbiamo fatto qualcosa di fantastico – le parole del portoghese a 'Gazzetta tv' - Le sfide con Guardiola? Ho affrontato Pep nel momento in cui il Barcellona era ai vertici, mentre il Real Madrid era in difficoltà. Sono un professionista, se un giorno volessi allenare l'Inter e il club non mi dovesse volere, potrei andare anche in un'altra squadra italiana. La mia priorità però rimangono i nerazzurri. Nove anni senza sconfitte casalinghe? E' una questione di mentalità".

 




Commenta con Facebook