• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Cannavaro: "Meglio stare lontani dal calcio italiano. Parma, che pena!"

Serie A, Cannavaro: "Meglio stare lontani dal calcio italiano. Parma, che pena!"

L'allenatore del Guangzhou Evergrande ha parlato del suo rapporto con l'Italia


Fabio Cannavaro ©Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

26/02/2015 08:10

SERIE A CANNAVARO INTERVISTA A LA GAZZETTA DELLO SPORT / MILANO - Fabio Cannavaro, attuale allenatore del Guangzhou Evergrande in Cina, ha concesso una lunga intervista a 'La Gazzetta dello Sport' di cui vi riportiamo alcuni estratti.

ESPERIENZA IN CINA - "Non ho ancora avuto il tempo di rendermi conto della realtà che mi circonda. Spero di portare in Cina la famiglia l’anno prossimo, non voglio passare da qui come se fosse una panchina qualunque. Come allenatore cerco di curare ogni dettaglio, senza commettere l'errore di credere che i giocatori 'vedano' la partita come te allenatore".

LIPPI - "Ho una tale stima e rispetto di lui che ancora fatico a dargli del tu. Per me è un consigliere eccezionale, è un privilegio averlo come dirigente. Non è mai invadente, sono sempre io a chiedergli qualche consiglio".

LA CONDANNA - "Le sentenze vanno accettate, faremo appello. All’epoca io con la mia famiglia vivevo a Dubai e Paolo, nominato curatore, era in ritiro con il Napoli. Sono sereno, il tempo sarà galantuomo».

CALCIO ITALIANO - "Dalla Cina penso che è meglio starne lontani, calcisticamente. Che pena vedere il mio Parma ridotto così: negli anni Novanta è stato un orgoglio italiano a livello internazionale, con grandi campioni. Ora è sull’orlo del fallimento e ancora stanno lì a rinfacciarsi e scaricare le responsabilità. Il nostro movimento sta scivolando sempre più indietro e nessuno fa nulla. Pensano soltanto a difendere le loro poltrone".

FUTURO - "A chi scrive che qui guadagno cifre assurde, rispondo che mi interessa solo crescere e fare esperienza. Poi torno... e vinco un altro Mondiale".




Commenta con Facebook