• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Parma > Parma, Lucarelli 'ringrazia' Ghirardi: "Situazione drammatica"

Parma, Lucarelli 'ringrazia' Ghirardi: "Situazione drammatica"

Il capitano dei crociati ha parlato della questione societaria


Alessandro Lucarelli (Getty Images)

23/02/2015 23:42

PARMA LUCARELLI GHIRARDI / PARMA - Intervistato da 'Sky Sport' il capitano del Parma Alessandro Lucarelli è tornato a parlare della difficile situazione del suo club: "Fa rabbia sentire le parole di Ghirardi, mi sento di 'ringraziarlo' a nome della città e della squadra per come ci ha lasciato. Non lo abbiamo più visto né sentito. Da novembre non abbiamo più parlato di calcio nello spogliatoio. Sono tutte energie che vai a sprecare e che condizionano i risultati sul campo: stai a pensare agli stipendi, alla nuova proprietà e altre cose del genere. Ci sono famiglie di dipendenti che con lo stipendio ci devono mangiare. E' una situazione drammatica sotto l'aspetto economico. Ci siamo sentiti soli e abbandonati da parte delle istituzioni e degli organi federali. Sono arrivati solo quando hanno percepito la possibilità che noi non giocassimo domenica. Hanno fatto finta di niente, ora si sono svegliati però è tardi. "Non garantiamo nulla a nessuno, siamo stati lasciati da soli, se non vediamo una garanzia nei confronti del Parma non possiamo garantire niente. Se Tavecchio dice che domenica giocheremo significa che non ha capito nulla di quello che sta succedendo a Parma. Non vogliamo più essere presi in giro, vogliamo tutela per tutti: se così sarà siamo pronti a giocare ed anche a pagarci le spese per andare a giocare le partite. In caso contrario, credo che la regolarità del campionato verrà messa in discussione".

A.C.




Commenta con Facebook