• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SASSUOLO

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SASSUOLO

Splendidi Zapata e Hamsik fra i padroni di casa, Di Francesco e i suoi durano solo un tempo


Hamsik e Zapata (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

23/02/2015 21:05

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SASSUOLO / NAPOLI - Ecco i voti della partita fra Napoli e Sassuolo, posticipo di Serie A. 

 

NAPOLI

Andujar 7 - Il Sassuolo non impensierisce troppo la sua porta, poi però Magnanelli decide che è il momento di trovare il sette con una conclusione da distanza siderale. L'argentino vola e toglie le ragnatele con una parata strepitosa. Se questo era un esame si può ritenere ampiamente superato. 

Maggio 6,5 - Macina chilometri sovrapponendosi all'esterno di turno con frequenza impressionante, anche perché Biondini fuori ruolo lascia un po' di terreno fertile. Serve un paio di palloni interessanti, poi i compagni non li sfruttano, ma il suo lo fa ampiamente. 

Albiol 6,5 - Con Zaza è un incontro di wrestling più che una partita di calcio, ma lo vede uscire spesso vincitore, aiutato anche dai compagni che lo assistono. 

Koulibaly 6,5 - Uno svarione all'inizio su Berardi, poi gli prende le misure e il giovane avversario non passa più. Sicuro e senza altre sbavature. 

Ghoulam 6,5 - Pulito nelle chiusure e nella marcatura come raramente gli capita, in avanti offre invece l'apporto consueto, quello che gli riesce meglio. 

David Lopez 6,5 - La allarga spesso in orizzontale, ma è quasi sempre di prima intenzione, a uno o due tocchi. La sostanza e l'essenzialità di cui ha bisogno l'allenatore per dare equilibrio alla squadra. 

Gargano 7 - Più animoso del compagno sia nelle chiusure che nelle ripartenze, lo vedi dappertutto che contrasta con irruenza ma senza far fallo. Un calciatore ritrovato, quest'anno per rendimento è davvero il top della gamma. 

Callejòn 6 - Si sacrifica a sinistra e poi anche a destra, cerca il fraseggio stretto e dà un grande apporto anche in termini di sostanza. Poco lucido sottoporta e nell'ultimo passaggio, ma non si può dire che abbia demeritato. (Dal 43' st Mesto sv)

Hamsik 7 - Sempre nel vivo del gioco, orchestra la ripartenza del vantaggio azzurro poi va a concludere personalmente, con Zapata che gli restituisce il "favore". Un altro gol, un altro assist. E pensare che a Napoli c'è ancora chi lo dà per bollito. (Dal 35' st De Guzman sv)

Gabbiadini 5,5 - Mattatore assoluto nelle scorse gare, oggi si perde un po' in qualche equivoco tattico che lo rende poco incisivo. Di fatto non tira mai in porta, sempre un po' lontano dal gioco. (Dal 19' st Mertens 4 - Un intervento stupido almeno quanto inutile quello su Magnanelli, che gli vale l'espulsione meno di 10 minuti dopo il suo ingresso. Se c'è qualcosa che non gli piace nel modo in cui lo impiega Benìtez non è certo questo il modo migliore per comunicarlo).

Duvan 7,5 - Dà sempre l'impressione di poter buttare giù le montagne con la sola imposizione di quel fisico bestiale che si ritrova. In effetti lo fa già: tiene in apprensione l'intera difesa per tutto il match, poi trova lo spiraglio per sfondare e fa gol. Poi ancora protegge benissimo palla servendo ad Hamsik l'assist per il 2-0. Media gol impressionante, è davvero un portento, ma come dice Benìtez ha un solo difetto: davanti a lui c'è il calciatore più forte della nostra Serie A. 

All. Benìtez 6,5 - Primo tempo abbastanza sofferto, con alcune occasioni pericolose per il Sassuolo. Nell'intervallo probabilmente si fa sentire dai suoi e in campo scende un Napoli più determinato, che porta a casa il risultato con cinismo e concretezza. E ora la Roma è lì, mai così vicina.

 


SASSUOLO 

Consigli 5,5 - Su entrambi i gol dà l'impressione di non poterci far molto ma che con un piccolo sforzo avrebbe potuto evitarli. Nessuna responsabilità specifica ma neanche meriti particolari.

Antei sv - Cinque minuti di gioco, mette male il ginocchio e si infortuna. Sfortunaccia per lui e Di Francesco, che non aveva alternative da quella parte. (Dall'11' Biondini 6 - Sacrificato nell'insolito ruolo di terzino sinistro, si adatta bene con la solita umiltà e combatte come un leone, pur concedendo qualcosina).

Cannavaro 6 - Il tempo di raccogliere gli applausi dei suoi ex tifosi e di un liscio clamoroso che per poco non mandava in rete gli ex compagni, dopo 20 minuti si fa male anche lui e deve chiedere il cambio. Altra tegola per Di Francesco. (Dal 20' Bianco 5 - ha la sfortuna di piazzarsi in marcatura su Duvan, che lo sovrasta sia dal punto di vista fisico-atletico che sul piano tecnico. Rischia ad inizio ripresa col colombiano che gli brucia due metri, poi sfortunato anche con un rimpallo sul gol. Era all'esordio stagionale, non proprio indimenticabile).

Acerbi 6 - Sul gol di Zapata è coinvolto anche lui, ma sono talmente tante le occasioni in cui la sbroglia con cuore ed esperienza che sembra ingeneroso dargli un'insufficienza. Una garanzia lì dietro. 

Gazzola 5,5 - Parte a sinistra ma dopo poco si ritrova nel suo ruolo naturale, quello di esterno destro. Presidia discretamente la fascia di competenza ma soffre parecchio quando gli attaccanti azzurri raddoppiano da quel lato. 

Taider 5,5 - Generoso nei ripiegamenti, corre per due e va anche a pressare ma Gargano e Lopez con lui giocano al gatto e al topo.  (Dal 34' st Lazarevic sv)

Magnanelli 5,5 - A lui è delegato il pallino del gioco, l'organizzazione di una manovra che però oggi è abbastanza macchinosa e difficoltosa, specialmente quando il Napoli inizia a prendersi la scena. Sfiora il gol con un missile dalla distanza, con Andujar che fa un mezzo miracolo. 

Missiroli 5,5 - Dei tre dovrebbe essere l'incursore, quello che corre ma che si propone in avanti. Lo fa con qualche difficoltà di troppo, ben contrastato dall'asse azzurro. 

Berardi 6 - Una magia ad inizio primo tempo, salta Koulibaly e va vicino al gol. Poi viene contenuto bene, ma degli uomini lì davanti è quello che sa essere sempre un po' più pericoloso degli altri. 

Zaza 5 - Combatte con Albiol, con cui si becca parecchio nel corso della gara. Lo spagnolo lo marca bene e lo annulla nelle (poche) occasioni in cui riceve palla. 

Floro Flores 6 - Sbaglia qualcosa in fase conclusiva però va a dare una gran mano in difesa, soprattutto dopo l'infortunio di Antei che porta l'adattato Biondini da quel lato. Partita di grande sacrificio. 

All. Di Francesco 5,5 - Parte bene nonostante la disdetta di due infortunati in 20'. Primo tempo molto interessante, poi però la ripresa vede un'involuzione preoccupante, che rende la sconfitta non meritatissima ma neanche ingiusta. 


Arbitro Massa 5,5 - L'espulsione di Mertens è forse un po' affrettata, anche se l'intervento da tergo è sempre passibile di rosso, a discrezione dell'arbitro. Il Napoli può consolarsi con un curioso dato statistico: con lui a dirigere gli azzurri non hanno mai perso.  

 

TABELLINO

NAPOLI-SASSUOLO 2-0

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Gargano, Lopez; Callejòn (dal minuto 89 Mesto), Hamsik (dal minuto 82 De Guzman); Gabbiadini (dal minuto 66 Mertens); Duvàn.
A disposizione: Rafael, Colombo, Henrique, Britos, Strinic, Inler, Jorginho. All. Rafael Benitez

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Antei (dal minuto 12 Biondini), Cannavaro (dal minuto 22 Bianco), Acerbi, Gazzola; Taider (dal minuto 79 Lazarevic), Magnanelli, Missiroli; Berardi, Zaza, Floro Flores.
A disposizione: Celeste, Polito, Chibsah, Brighi, Donis, Sansone, Floccari. All. Eusebio Di Francesco

Arbitro: Massa di Imperia

Marcatori: 60’ Duvàn, 70’ Hamsik

Ammoniti: Maggio, Bianco, Gargano, Duvàn

Espulsi: 72’ Mertens

 




Commenta con Facebook