• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Figc, Tavecchio: "Lotito eletto da Lega Serie A. Riforme non possono aspettare"

Figc, Tavecchio: "Lotito eletto da Lega Serie A. Riforme non possono aspettare"

Il numero uno della Federcalcio commenta il caso che ha come protagonista il presidente della Lazio


Carlo Tavecchio (Getty Images)

22/02/2015 23:11

FIGC TAVECCHIO LEGA SERIE A / ROMA - Il presidente della Figc Carlo Tavecchio alla 'Domenica Sportiva' ha parlato anche del caso Lotito e delle riforme del calcio italiano: "Il presidente Lotito è consigliere federale, carica elettiva: la Lega Serie A elegge i suoi rappresentanti. I fatti che sono successi, a mio avviso, meritava una rivisitazione delle azioni che la federazione aveva in corso in merito alle riforme. Mi sembrava corretto avocare tutte le competenze al presidente Federale perché le risorse non possono aspettare un secondo. Ho invitato le componenti a presentare le loro proposte e poi arriveremo alla votazione per la quale serve una maggioranza qualificata. Sul presidente Lotito la giustizia sportiva farà le sue valutazioni e io non posso commentare. Quando uno ha una responsabilità federale deve dare l'onere di una difesa: un consigliere federale per non entrare in Consiglio deve essere inibito dagli organi competenti non da me. Sarebbe contro la democrazia".

Tavecchio ha poi continuato: "La madre di tutte le riforme è un campionato organizzato in maniera diversamente. Lotito delegato della Lega per le riforme? Ognuno manderà il proprio delegato".

RIFORME - "Non sono d'accordo con la riduzione da 60 a 36 delle squadre di Lega Pro".

GAFFE RAZZISMO - "Voglio tornare un attimo su questo argomento. In questo momento tre figli in adozione. In Africa ci vado da venti anni. Il presidente dell'ass. italiana togolesi e belinesi mi è venuto a presentare dei progetti che con amici mettiamo in atto. Per questa questione ho già dato". 

GOAL LINE - "E' una scelta ormai ineludibile. Noi avevamo chiesto di andare anche oltre con la riga dell'area di rigore ma abbiamo preferito fermarci. I costi spettano alla Lega, lo pagheranno le società. Per gli assistenti di porta c'è da considerare i 22 milioni che il Coni ha tagliato. Il Coni ha rinunciato per i due anni successivi ai proventi del diritti televisivi, poi abbiamo tolto 5 e 4 milioni a Serie B e Lega Pro e siamo 18. Per gli altri quattro abbiamo pensato di ridurre i costi della trasferta: se questo avviene abbiamo i soldi per gli assistenti di porta, ma io non mando il bilancio in rosso"., 

B.D.S. 




Commenta con Facebook