• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-CESENA

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-CESENA

Menez e' croce e delizia, Bonaventura sempre piu' leader. Il Cesena ha poco da Brienza e Defrel. Difesa fragile


Giacomo Bonaventura (Getty Images)
Stefano Carnevali

22/02/2015 17:11

ECCO LE PAGELLE DI MILAN-CESENA:

 

MILAN

Abbiati 6,5 – Dopo un primo tempo di assoluto riposo, è costretto a una grande parata nel recupero, su De Feudis.

Bonera 6 – Ormai è evidente meglio come terzino prudente che come centrale. Impegnato in fascia, sforna un'altra prestazione attenta ma anche propositiva. Ripresa meno positiva. 

Rami 6,5 – Torna al centro e migliora evidentemente. Il Cesena non è molto attivo in avanti, ma in qualche ripartenza riesce a essere decisamente pungente. Buone chiusure nella ripresa, anche decisive. 

Bocchetti 5,5 – E' il più in difficoltà: una volta è posizionato male, una volta reagisce con lentezza, in un'altra occasione non ci mette la grinta necessaria. A conti fatti è sempre in sofferenza. Si prenda anche un 'giallo' assurdo al 31'. Decisamente meglio nella ripresa. 

Antonelli 6 – Molto ispirato. Spinge sempre e dialoga con Menez come con Bonaventura. Gli manca un po' di incisività 'finale'. Ripresa un po' più difficile, ma si procura un 'generoso' rigore. 

Poli 6 – Dopo poco più di un minuto segna, ma il gol è annullato per un fuorigioco non suo. E' in forma e non ha paura di prendersi responsabilità. Un po' meno efficace con il passare dei minuti. 

De Jong 6,5 – Grande aggressività, come non sempre aveva garantito nelle ultime uscite. Manca un po' di precisione negli appoggi. Alcuni interventi molto duri caricano ambiente e compagni. 

Montolivo 6,5 – Un buon primo tempo. Più per intensità che per qualità. Sembra comunque in ripresa. Nella ripresa è un po' più estroso. Comunque un buon rientro. Dall'80' Van Ginkel - SV.

Bonaventura 7 – Parte subito bene. Svaria nella terra di nessuno a ridosso delle punte. Trova spesso lo spazio per calciare e per inserirsi. Sblocca la gara con una grande rasioata. Cala un po' nel secondo tempo, soprattutto per lucidità. Palo clamoroso al 53'.

Menez 6,5 – Tanta libertà anche per lui: 'gironzola' alle spalle di Destro cercano il punto dove poter far male al Cesena. Efficace in ogni avvio di giocata, si perde troppo spesso in rifinitura. Certo che il suo scatto è sempre decisivo. Secondo tempo troppo egosita, di nuovo. Davvero: croce e delizia. Dall'86' Cerci - SV.

Destro 5,5 - Pomeriggio di grande fatica. Di palloni buoni, in area, ne arrivano davvero pochi. Lui comunque prova a dare riferimenti ai suoi e di far salire la squadra. Risultati scarsi. Dal 63' Pazzini 6 - Più vivace di Destro: ha tanta voglia. Tira un rigore 'da brividi', ma segna.

All. Inzaghi 6,5 – Nuovo sistema di gioco e formazione – al netto degli infortunati – più logica possibile. Finalmente il Milan parte forte e deciso. Il vantaggio tarda ad arrivare, ma è assolutamente meritato. Resta nettamente da migliorare l'aggressività dei difensori, così come la tenuta fisica della squadra: nella ripresa c'è qualche difficoltà di troppo. 

 

CESENA

Leali 5,5 – Il Milan arriva spesso dalle sue parti, ma non calcia spesso. Lui non è mai sicurissimo: pur non compiendo errori evidenti, non riesce a essere risolutivo.

Nica 5,5 – Dalla sua parte il Milan attacca con grande costanza ed efficacia. Lui cerca di limitare i danni, anche con qualche intervento al limite. Efficacia ridotta. Dal 46' Capelli 6 - Più oridinato ed efficace, anche perché il Milan è calato molto.

Lucchini 5,5 – Il Cesena soffre, ma non rinuncia ad attaccare. Per lui, negli spazi ampi, sono sempre dolori. Meglio sui palloni alti.

Volta 5,5 – Balla con tutti i compagni di reparto, soffrendo le iniziative del Milan dalla sua parte.

Renzetti 6 – Il Milan crea gioco più dall'altra parte. Lui, comunque, si accontenta di contenere come può.

Giorgi 5,5 – Difficoltà costanti, perché il Mialn dalla sua parte attacca con grande dirompenza. Cerca anche di ribaltare l'azione, ma con scarsi risultati.

De Feudis 5,5 – Pomeriggio difficile: attaccato a ripetizione, non garantisce filtro. In fase di costruzione, tentenna non poco. Sfiora il gol della vita nel recupero del primo tempo. Dal 74' Carbonero 5 - Fa poco, oltre a concedere un ingenuo rigore al Milan e a litigare con tutt.

Zé Eduardo 5 – Avvio tremendo: viene sempre preso in mezzo dalle giocate dei rossoneri e non riesce nemmeno a gestire il pallone in fase di costruzione. Al 14' ha anche una buona occasione, ma si fa 'mangiare' da Bonera. Toccato duro da de Jong, esce per infortunio. Dal 41' Mudingayi 6 - Si mette in mezzo, dando maggiore equilibrio e soprattutto intensità alla mediana cesenate. 

Brienza 5,5 – Nonostante sia in grandissima forma, viene innescato di rado. Gioca con classe, ma non riesce a rendersi mai pericoloso per tutto il primo tempo. Nel recupero – complice la passività dei rossoneri – si inventa l'assit che, per poco, non consente a De Feudis di trovare il gol 'della domenica'. Cresce in avvio di ripresa, ma non trova la giocata che salvi il pomeriggio. 

Defrel 5,5 – Nel complesso avvio del Cesena è sicuramente il più ispirato: le migliori ripartenze degli ospiti sono ad opera sua. Poi risulta un po' troppo 'leggerino'. 

Djuric 5,5 – 'Pennellone' un po' troppo molle per incidere sul difficile pomeriggio dei bianconeri. Utile spalle alla porta, ma non tira mai.

All. Di Carlo 5,5 – Avvio molto molto difficile: il Milan preme tanto e sfonda spesso. Cerca di sfruttare la recente paura dei rossoneri, buttando in avanti tanti uomini. Dopo il gol, il Milan frena un po', ma i bianconeri non riescono a reagire con la necessaria veemenza. Il vero merito degli ospiti è quello di non uscire di partita praticamente mai (anche con un po' di fortuna). Finale più brillante, soprattutto dal punto di vista fisico, ma non basta. 

 

Arbitro: Tommasi 6,5 – Dubbi sul gol annullato al Milan: Destro è in posizione irregolare, ma non sembra un vero ostacolo alla visione di Leali sulla conclusione di Poli. Il centravanti rossonero, però, disturba Leali sul precedente tiro di Bonaventura: decisione finale, quindi, giusta. Regolare il contatto tra Bonera e Zé Eduardo a pochi passi da Abbiati. Nel primo tempo sbaglia solo un fallo laterale 'rubato' al Cesena (pallone non uscito completamente). Qualche piccola imprecisione nella ripresa. Il rigore per i rossoneri è un po' generoso, ma Carbonero abbraccia comunque Antonelli.

 

TABELLINO

MILAN-CESENA 2-0

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Bonera, Rami, Bocchetti, Antonelli; Poli, de Jong, Montolivo (80' Van Ginkel); Bonaventura; Menez (86' Cerci), Destro (63' Pazzini). All: Inzaghi

CESENA (4-3-1-2): Leali; Nica (46' Capelli), Lucchini, Volta, Renzetti; Giorgi, De Feudis (74' Carbonero), Zé Eduardo (41' Mudingayi); Brienza; Defrel, Djuric. All: Di Carlo

Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa

Marcatori: 23' Boneventura, 89' rig. Pazzini 

Ammoniti: 8' Lucchini, 62' Nica, 87' Volta, 91' Carbonero (C); 31' Bocchetti (M)

Espulsi:

Note:  




Commenta con Facebook