• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, torna l'ombra di Seedorf su Inzaghi

Calciomercato Milan, torna l'ombra di Seedorf su Inzaghi

L'olandese, ancora sotto contratto, ritornerebbe sulla panchina rossonera


Filippo Inzaghi (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

16/02/2015 09:30

CALCIOMERCATO MILAN L'OMBRA DI SEEDORF SULLA PANCHINA DI INZAGHI / MILANO - Milan, ci risiamo: il pareggio casalingo contro l'Empoli nel lunch match della 23a giornata del campionato di Serie A rimette in discussione il futuro di Filippo Inzaghi sulla panchina rossonera.

E' tornato di moda nelle ultimissime ore, infatti, un clamoroso scenario per il calciomercato Milan: il ritorno a Milano di Clarence Seedorf, allenatore 'cacciato' in fretta e furia lo scorso anno nonostante una media punti migliore rispetto a quella dell'attuale tecnico (35 punti in 19 partite contro i 30 in 23 giornate di 'Super Pippo') ma ancora sotto (ricco) contratto.

Secondo quanto scrive oggi 'sportmediaset', l'allenatore olandese ha una gran voglia di dimostrare ai suoi detrattori che è stato un errore 'silurarlo' ed ergerlo a capro espiatorio di tutti i problemi del Milan.

Un Milan che, nel 2015, ha raccolto solo 6 punti sui 21 a disposizione. Peggio della squadra rossonera ha fatto soltanto il Parma (con 5), ma la squadra gialloblu sta attraversando le ben note vicissitudini societarie e, oltretutto, non ha potuto disporre di 6 innesti di qualità nel corso del calciomercato invernale appena terminato.

Ieri, nel post-partita di Milan-Empoli, Filippo Inzaghi ha provato a difendersi: "Siamo in un periodo complicato, ogni partita succede di tutto, incredibile perdere tutti questi giocatori, soprattutto all'inizio con Alex. Nel finale i ragazzi si sono dati da fare, in nove, speriamo di recuperare dei giocatori nelle prossime gare. Dobbiamo stringerci tutti attorno a questo gruppo, fare quadrato delle cose che non vanno, bisogna lavorare soprattutto sulla testa. Non è facile giocare a San Siro, dobbiamo tornare a vincere al più presto. Nel calcio ci sono dei cicli, questo è un ciclo difficile, purtroppo per risolverlo ci vuole tempo e la rosa al completo che non ho mai avuto: difficile così trovare continuità".




Commenta con Facebook