• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Babacar scatenato, Rafael impallinato

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Babacar scatenato, Rafael impallinato

Top e Flop della 23a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Babacar e Diamanti (Getty Images)
Emiliano Forte

16/02/2015 07:38

PAGELLONE SERIE A 23A GIORNATA BABACAR RAFAEL / MILANO - Giornata numero 23 di Serie A indigesta per le prime tre della classe protagoniste di stop più o meno rumorosi contro Cesena, Parma e Palermo. Nella Juventus irriconoscibile che pareggia 2-2 al Manuzzi, Bonucci è parso il più in difficoltà nel fronteggiare le sortite offensive del Cesena. Brutto sconfitta per il Napoli di Benitez a Palermo dove è andato in scena lo show della coppia rosanero Dybala-Vazquez, due talenti che i grandi club italiani e non sono pronti a contendersi a suon di milioni. Tra le fila del Napoli finisce sotto accusa il portiere Rafael protagonista di un errore clamoroso sul primo gol dei siciliani. Altra vittoria per la Fiorentina che supera in trasferta il Sassuolo trascinata da un Babacar versione extra-lusso. Sorrisi anche in casa Inter dove brilla la stella di un Fredy Guarin sempre più leader e trascinatore e in casa Genoa dove Niang per la prima volta in Serie A veste i panni del goleador. Male Rami e Diego Lopez nel Milan che non riesce a superare l'Empoli a 'San Siro'.

 

TOP

5.Dybala (Palermo) - Questa volta non compare tra i marcatori del match ma la sua classe e i suoi guizzi sono fondamentali al Palermo per scardinare una difesa partenopea che il 21enne argentino fa letteralmente ammattire. Non a caso c'è il suo zampino in due dei tre gol siglati dai rosanero. Fenomeno vero. VOTO 7,5

4.Niang (Genoa) - L'ex Milan con i suoi primi gol in Serie A si ritaglia un posto nel cuore dei tifosi rossoblu che, oltre alla vittoria, festeggiano l'aggancio in classifica ai rivali blucerchiati. Si è sbloccato il giovane attaccante francese, che va in gol prima di opportunismo a porta sguarnita poi con uno spettacolare colpo di testa che s'infila all'incrocio dei pali. Oltre al ruolo di protagonista nella goleada genoana, Niang regala al suo pubblico anche giocate pregevoli in serie, simbolo di una voglia matta di dimostrare a tutti che è pronto per la Serie A. Rivalutato. VOTO 7,5

3.Guarin (Inter) - Il feeling con Mancini sembra quello giusto: il colombiano sta trovando continuità, entusiasmo e convinzione nei propri mezzi. Interpreta al meglio ogni fase senza i pericolosi cali di tensione che hanno spinto gli allenatori precedenti ad avere più di qualche dubbio sul suo conto. Guarin adesso sembra avere la condizione psico-fisica per rendere al massimo e lo dimostrano anche i due splendidi gol, uno di sinistro l'altro di destro, che hanno steso l'Atalanta e lanciato verso il successo l'Inter. Rinato. VOTO 7,5

2.Vazquez (Palermo) - Altra punta di diamante a disposizione di Iachini; il centrocampista argentino si muove tra centrocampo e attacco facendo saltare gli schemi difensivi di Benitez. Raddoppia con un sinistro di prima intenzione scaraventato alle spalle di Rafael per poi servire a Rigoni l'assist che spegne ogni speranza di rimonta azzurra. Si muove con intelligenza e gioca ogni pallone con il piglio dei grandi formando con Dybala una coppia tanto spettacolare quanto efficace: un tandem che continua a fare incetta di ammiratori in giro per l'Europa. Sontuoso. VOTO 8

1.Babacar (Fiorentina) - L'attaccante senegalese sfodera una prestazione superba con la quale trascina al successo i viola supportato alla perfezione dall'ottimo Salah. La prima perla è l'assist vincente di tacco che manda in gol l'ex Chelsea, poi arrivano due reti spettacolari, da bomber di livello europeo non certo da riserva qualunque. Affamato. VOTO 8

 

FLOP

5.Diego Lopez (Milan) - Domenica complicata per il portiere ex Real che già dopo 9 minuti rischia di prendere un gol addirittura da metà campo su conclusione di Mario Rui. Nel finale chiude una prestazione incolore con un rilancio sbagliato e la conseguente parata fuori area che lascia i suoi in 10. Sconnesso. VOTO 4,5

4.Bonucci (Juventus) - Davvero una serataccia per il numero 19 bianconero, che non riesce a riprendersi dopo i primi 20 minuti shock duranti i quali un frizzante Defrel lo supera in tutti modi costringendo Buffon agli straordinari. Non va meglio nel duello tutto fisico con il gigante Djuric, che riesce a calamitare su di se qualsiasi pallone alto arrivi nell'area juventina; Bonucci così come Ogbonna viene spesso e volentieri sovrastato. Impacciato. VOTO 4,5

3.Rami (Milan) - Inzaghi gli affida la fascia destra con risultati a dir poco imbarazzanti. Il francese dimostra di non avere alcun feeling con il ruolo di terzino risultando spesso fuori pozione in fase di copertura e praticamente innocuo nelle poche sortite offensive. In netto ritardo e poco reattivo, al pari di Paletta, nell'azione in cui Maccarone firma di testa il pari colpendo in piena area del tutto indisturbato. Disorientato. VOTO 4

2.Benalouane (Atalanta) - I centrocampisti dell'Inter hanno cercato spesso e volentieri l'inserimento per andare al tiro ed il difensore atalantino è apparso quasi sempre in grossa difficoltà. Nel secondo tempo protesta in maniera prolungata per un'ammonizione sacrosanta fino a spingere Banti ad allontanarlo dal terreno di gioco. Una sciocchezza imperdonabile, che condanna i suoi alla disfatta. Masochista. VOTO 4

1.Rafael (Napoli) - Dopo neanche un quarto d'ora di gioco confeziona una papera da campionato amatoriale sul tiro di Lazaar che compromette pesantemente i piani di Benitez e del suo Napoli. Sciagurato. VOTO 4




Commenta con Facebook