• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > LA MOVIOLA DI CM.IT: Regolare la rete di Destro, giusto sanzionare il mani di Lucchini

LA MOVIOLA DI CM.IT: Regolare la rete di Destro, giusto sanzionare il mani di Lucchini

Sull'assist di Bonaventura l'ex giallorosso è dietro la linea della palla. Netta la respinta con la mano sinistra sul tiro di Llorente


Paolo Valeri ©Getty Images
Emiliano Forte

16/02/2015 07:50

MOVIOLA SERIE A 23A GIORNATA DESTRO LUCCHINI / MILANO - Buon momento di forma per gli arbitri di Serie A che anche questo weekend hanno offerto prove convincenti al netto degli episodi più complicati che hanno acceso gli animi su alcuni campi. In Milan-Empoli l'arbitro Valeri ben supportato dal suo assistente, convalida la rete realizzata da posizione regolare di Mattia Destro. Episodi da rivedere anche in Roma-Parma dove almeno in tre occasioni è stato chiesto un calcio di rigore dai protagonisti in campo: Giacomelli con personalità e senza esitazioni ha lasciato correre in tutti e tre i casi. Da rivedere, in Palermo-Napoli, un mani di Andelkovic in area di rigore rosanero con Mazzoleni che non interviene. Russo in Cesena-Juventus è chiamato a prendere una decisione importante a 10 dal termine quando una rovesciata in piena area di Llorente viene intercettata con un braccio alto da Lucchini.

 

SASSUOLO-FIORENTINA 1-3, arbitro Doveri 7 - Gara diretta molto bene con un solo episodio dubbio: un mani di Cannavaro al limite dell'area su un pallone calciato da Babacar. Per Doveri si tratta di un tocco involontario ma dalle immagini qualche dubbio rimane.

 

PALERMO-NAPOLI 3-1, arbitro Mazzoleni 5,5 - Non convince la scelta di valutare come involontario il braccio largo di Andelkovic su tiro di Callejon in area rosanero nel finale. Un intervento che poteva essere punito con un rigore per il Napoli.

 

MILAN-EMPOLI 1-1, arbitro Valeri 6 - Regolare la posizione di Destro in occasione del momentaneo vantaggio rossonero. Quando Bonaventura in piena area serve da sinistra l'assist all'attaccante ex-Roma, quest'ultimo si trova dietro la linea della palla dunque perfettamente in gioco. Impeccabile in questo caso il lavoro del guardalinee. Corretta anche l'espulsione di Diego Lopez che para la conclusione di Tavano fuori dalla sua area di rigore.

 

UDINESE-LAZIO 0-1, arbitro Massa 6 - Proteste friulane sul rigore concesso alla Lazio a metà primo tempo che sarà poi trasformato da Candreva. Nell'azione, su un cross dello stesso Candreva dalla destra, Wague tira giù Klose che era in netto anticipo da ottima posizione e pronto a concludere verso la porta di Karnezis. Giusto assegnare il penalty anche se manca il rosso al giocatore dell'Udinese per aver interrotto fallosamente una chiara occasione da gol.

 

GENOA-VERONA 5-2, arbitro Damato 6,5 - Dirige con autorità e senza sbavature un match spettacolare; ricco sia di gol che di cartellini gialli. Nel complesso non si segnalano situazioni dubbie o scelte arbitrali discutibili nell'arco dei 90 minuti.

 

ROMA-PARMA 0-0, arbitro Giacomelli 6,5 - Due episodi da analizzare nei primi 45 minuti. Il primo vede protagonisti Nocerino e Manolas in area giallorossa, il secondo Keita e Mauri in area gialloblu. In entrambi i casi si contesta una presunta spinta la prima di Manolas la seconda di Mauri ma Giacomelli non le valuta tali da richiedere un suo intervento: decisione che sembra corretta in entrambi i casi. Nella ripresa proteste della Roma per un'altra trattenuta in area con protagonisti questa volta Cassani e l'attaccante ivoriano Doumbia: l'arbitro non punisce l'intervento del difensore gialloblu e fa bene.

 

TORINO-CAGLIARI 1-1, arbitro Calvarese 6,5 - Positiva la prestazione del direttore di gara che trascorre una domenica tutto sommato tranquilla senza episodi complicati da valutare.

 

ATALANTA-INTER 1-4, arbitro Banti 5,5 - Qualche dubbio sul rigore concesso all'Inter dopo 2 minuti di gara: il fallo di Bellini su Guarin c'è anche se non è evidentissimo, ma Banti non ha esitato ed ha punito l'intervento dell'atalantino. Giusta la doppia ammonizione all'indirizzo di Benalouane, che prima commette un fallo netto su Palacio poi protesta in maniera esagerata per l'ammonizione ricevuta, fino a riceverne una seconda che significa rosso e gara compromessa per i suoi.

 

CHIEVO-SAMPDORIA, arbitro Peruzzo 7 - Praticamente perfetto il direttore di gara di Schio in una gara priva di episodi contestati.

 

CESENA-JUVENTUS 2-2, arbitro Russo 5,5 - Manca il secondo giallo all'indirizzo di Perico che, già ammonito, intercetta un cross di Evra col braccio largo. Netto il calcio di rigore concesso alla Juventus all'80esimo con Lucchini che 'para' una conclusione in rovesciata di Llorente da posizione molto favorevole. Per Russo non ci sono dubbi e concede il tiro dal dischetto che Vidal poi sbaglia.




Commenta con Facebook