• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Parma > Roma-Parma, Fuser: "I gialloblu erano una squadra stellare. Cassano..."

Roma-Parma, Fuser: "I gialloblu erano una squadra stellare. Cassano..."

Il doppio ex racconta i suoi ricordi in vista del match tra ducali e giallorossi


Diego Fuser (Getty Images)

12/02/2015 14:40

ROMA PARMA FUSE CASSANO GASCOIGNE ZEMAN/ ROMA - A tre giorni da Roma-Parma, Diego Fuser ha detto la sua in vista della sfida tra due delle sue ex squadre, aprendo anche il cassetto dei ricordi di tutta la carriera. "Il mio Parma? Era stellare, vederelo così in questo momento ti fa venire un po' i brividi - ha dichiarato Fuser ai microfoni di 'Corriere.it' - Com'è stato il passaggio alla Roma da ex giocatore della Lazio? I tifosi giallorossi con me sono stati sempre tranquillissimi, al contrario di quelli laziali, anche se penso che un professionista debba comportarsi sempre nel modo giusto. Cassano? Ai miei tempi era un giocatore a briglie sciolte. Gascoigne? Ne ha fatte di tutti i colori, una volta è arrivato all'allenamento impennando su una moto da cross, ma era un genio".

GLI ALLENATORI - "I miei allenatori? Sacchi ha rivoluzionato il calcio, Capello è stato bravo ad allentare la tensione. Zeman? Un mito, io sono un suo fan, quando allena spero sempre che le sue squadre ottengano dei successi". 

SFORTUNA - "Nel periodo più belle della mia carriera, quando ero alla Lazio all'apice di forma e maturità, mio figlio soffriva di epilessia, giravo sempre tra campo ed ospedali. Con mia mogie ci facemmo coraggio pensando sempre che c'era qualcuno con problemi ancora più grandi. A fine carriera sono andato a giocare con i dilettanti insieme a Lentini: anni belli, sono stati anche terapeutici dopo la sua morte, arrivata quando aveva quindici anni".

S.F.




Commenta con Facebook