• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Parma > Parma-Chievo, Donadoni: "Espulsione eccessiva. Serve rispetto e andare oltre i soldi"

Parma-Chievo, Donadoni: "Espulsione eccessiva. Serve rispetto e andare oltre i soldi"

Il tecnico dei gialloblu si sofferma sulla sconfitta e anche sulla situazione societaria


Roberto Donadoni (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

11/02/2015 20:15

PARMA CHIEVO DONADONI / PARMA - Tra il campo e le difficoltà societarie: Roberto Donadoni parla a 'Sky' dopo la sconfitta interna del Parma contro il Chievo. Il tecnico ducale afferma: "Abbiamo messo tutto in campo. Siamo stati penalizzati anche da una scelta arbitrale affrettata che ha cambiato la gara. Era una partita da vincere e quando ti ritrovi con un uomo in meno contro un avversario diretto diventa tutto più complicato: in questa situazione l'arbitro è stato eccessivo. Non mi è parso un arbitraggio dei migliori, anche se non ha influito sul match ma solo in quell'episodio che comunque ha reso tutto più complicato". 

DIFFICOLTA' SOCIETARIE - "C'è una nuova proprietà che ha detto che farà delle cose e bisogna aspettare tre-quattro giorni. Non capisco perché non si riesca a stare in silenzio per qualche giorno. Non ce ne sono molti in giro disposti a mettere soldi e non capisco perché non si possa dare fiducia a chi ha detto che farà delle cose: se le cose non andranno per il verso giusto, sarà ovvio fare le considerazioni del caso, ma farle prima mi sembra un tiro al bersaglio. Tutti si nascondono con discorsi populisti, ma fino ad ora dove erano? Mi sembra un po' puerile come cosa". 

SQUADRA - "I miei giocatori hanno dimostrato di mettercela tutta. Fare una prestazione del genere con un uomo in meno per gran parte della gara dimostra che c'è voglia di andare avanti. E lo stesso vale per il sottoscritto che se è rimasto qui è perché vuole andare avanti. Poi c'è qualcuno che parla di soldi, ma qui serve rispetto e andare oltre il denaro: mi prendo le responsabilità del caso. Non abbiamo intenzione di rinunciare e ci proveremo con tutte le energie sperando anche di recuperare qualche giocatore. Poi vedremo cosa accadrà domenica". 




Commenta con Facebook