• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-TORINO

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-TORINO

Martinez: gol e rigore guadagnato, Molinaro un martello; Toni regge la squadra, Marquez/Marques pasticciano


Verona-Torino (Getty Images)
Omar Parretti (@omarJHparretti)

07/02/2015 19:54

ECCO LE PAGELLE DI VERONA-TORINO:

VERONA

Benussi 6 - Incolpevole sulle tre reti del Torino. Per il resto fa poco perché gli avversari non inquadrano così spesso la porta.

Moras 6 - Alti e bassi: ottime scelte e qualche dormita. In generale non affonda e non commette leggerezze gravi, quindi si merita la sufficienza precisa, senza strafare. 

Marquez 4,5 - Gioca condizionato da delle precarie condizioni fisiche e infatti non sembra brillantissimo. Parla chiaro il suo 'liscio' al limite dell'area di rigore in un'azione confusa, che lancia in porta Martinez per l'1-0 degli ospiti. Errore blu. Nella seconda frazione di gara rischia pure di causare un calcio di rigore per un calcetto a Quagliarella. 

Marques 5 - Ingenuità colossale nello scivolare in area contro il rapido Martinez: il risultato è il penalty a sfavore ed il conseguente raddoppio a marchio Quagliarella. Anche per lui un errore decisamente grave.

Pisano 5,5 - Senza ombra di dubbio generoso e con tanta voglia, tuttavia troppe volte è impreciso o irruento. La gamba non gli manca certamente, ma Mandorlini lo deve inserire meglio tatticamente. Non male l'intesa con Greco a tratti. Dal 71' Gomez 5,5 - Non entra in campo con quell'impeto necessario per rincorrere il 'Toro'.

Greco 6 - Dinamico e ben affiatato con Pisano che gli gioca accanto sulla fascia destra. Si muove molto scambiandosi di ruolo e tentando più volte l'inserimento. Nel complesso risulta sufficiente.

Tachtsidis 6 - Ispirato e volitivo, mette in campo tanta personalità prendendo in pugno la manovra scaligera. Non rimane sempre basso, ma porta anche palla in avanti smistando in posizione avanzata. Cala però con il passare dei minuti.

Hallfredsson 5 - Non la sua miglior apparizione stagionale: sbaglia diversi appoggi (anche piuttosto semplici) e spreca alcune situazioni molto interessanti non dosando adeguatamente il passaggio. Anche il pubblico lo becca con qualche fischio. Dal 71' Lazaros 5,5 - Anche lui non lascia il segno nei venti minuti opachi che gli vengono concessi da Mandorlini. 

Agostini 6 - Non punge in avanti a causa del posizionamento di Bruno Peres che non ha mai paura di spingere: questo lo fa abbassare senza poter essere pericoloso in fase offensiva. Composto e presente in ripiegamento. 

Toni 6,5 - Fa a sportellate contro i tre difensori torinesi che lo prendono in consegna: subisce tanti falli facendo anche tirare il fiato ai suoi nei momenti di maggior forcing avversario e tiene alta la squadra. Trova anche la rete sul finale di gara, quella che rianima l'Hellas.

Saviola 5,5 - Gira gira gira, ma soprattutto a vuoto nell'arco della propria partita. Deve muoversi intorno a Toni, però non trova mai i tempi corretti e finisce con l'essere sterile ed opaco. Dal 79' Fernandinho s.v.

All. Mandorlini 5 - Brutto Verona, senza mordente e con poche sparute idee. Tanti fallimenti nei singoli, ma la sensazione è che globalmente non ci sia un impianto di gioco vincente e saldo.

TORINO

Padelli 5,5 - L'Hellas prende la porta molto poco, ma quando i gialloblu indirizzano la palla tra i pali lui riesce sempre a rispondere con parate puntuali. Poi è goffo sulla conclusione di Toni che accorcia le distanze.

Bovo 6,5 - Presente e spesso ruvido nel contenimento degli attaccanti scaligeri, si becca un giallo nella metà campo avversaria per un fallo su Toni infatti. Lavora con esperienza senza sbagliare praticamente niente.

Glik 5,5 - Come al solito è autoritario e gestisce con i giusti tempi tutto il pacchetto arretrato a tre della difesa granata. Duello di spessore sulle palle alte con Luca Toni nel quale decisamente non sfigura, ma dormita enorme nell'azione del gol del bomber ex Fiorentina.

Moretti 6 - Altra buona prestazione sul centrosinistra per il difensore ex Genoa: riesce ad arginare l'agile Saviola quando l'argentino orbita sul suo settore di competenza.

Bruno Peres 6 - Rimane alto impedendo ad Agostini di poter agire in totale libertà; affondi interessanti come è nelle sue corde e qualche buon suggerimento in area, non raccolto dai compagni di squadra.

Benassi 6,5 - Prova discreta per il centrocampista del vivaio dell'Inter: si fa sentire in fase d'interdizione e sbaglia pochissimo anche in impostazione. Molto spesso ripulisce dei palloni vaganti al limite della propria area di rigore risultando decisivo. Dall'80' Gonzalez s.v.

Vives 6 - Anche lui bene nel mezzo del campo, magari non con la stessa intensità di Benassi, ma assolutamente solido e presente. Battaglia contro i mediani avversari ed esce con i tre punti dal 'Bentegodi'.

Farnerud 5,5 - Si getta negli spazi aggredendo l'area di rigore avversaria, ma non sempre è servito in maniera corretta o è lui stesso a sbagliare i tempi dell'inserimento. Gli abbiamo visto fare nettamente di meglio sotto la gestione di Ventura. Dal 59' El Kaddouri 6 - Mezzora di gioco piuttosto incolore, ma sfrutta al meglio un contropiede finale facendosi tutto il campo e depositando in rete la sfera.

Molinaro 6,5 - Bel martello sulla corsia sinistra che solitamente è terreno di Darmian. Spinge quando c'è spazio per attaccare e difende in maniera precisa contro Pisano, chiudendolo al momento del cross in numerose occasioni. Prestazione decisamente positiva. 

Martinez 7 - Rapido e scaltro nell'approfittare dell'incertezza di Marquez per segnare il gol che sblocca il risultato. Si guadagna un calcio di rigore ad inizio secondo tempo grazie ad un intervento in ritardo di Marques. Può bastare per oggi?

Quagliarella 6 - Si presenta sul dischetto senza paura e scarica con potenza il pallone sotto la traversa per il raddoppio del Torino. Non sarà stata la sua prova migliore, e questo è certo, ma il lavoro per i colleghi non manca mai. Dal 72' Amauri 5,5 - Quando prende il posto dell'ex Napoli l'iniziativa granata è oramai scemata e lui non ha occasioni. 

All. Ventura 6,5 - Torino solido ed organizzaro che non fallisce l'appuntamento con i tre punti e vola in classifica. Compatti e cinici nello sfruttare le disattenzioni della retroguardia scaligera. Ottima la scelta Molinaro.

Arbitro: Fabbri 6,5 - Dimostra grande personalità facendo ribattere in tre occasioni il calcio di rinvio a Padelli. Il motivo? I giocatori dell'Hellas in area di rigore al momento della battuta. Non vede un fallo di mano di Bovo su una conclusione forte di Tachtsidis, chiamata abbastanza complicata per la dinamica della scivolata del difensore granata. Concede giustamente il penalty a favore del Toirno per un fallo netto di Marques su Martinez. Si perde qualche minuto più tardi uno sgambetto da rigore di Marquez ai danni di Quagliarella, che rimane anche a terra e deve essere soccorso.

TABELLINO

HELLAS VERONA-TORINO 1-3

Hellas Verona (3-5-2): Benussi; Moras, Marquez, Marques; Pisano (Dal 71' Gomez), Greco, Tachtsidis, Hallfredsson (Dal 71' Lazaros), Agostini; Toni, Saviola (Dal 79' Fernandinho). All. Mandorlini

Torino (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Bruno Peres, Benassi (Dall'80' Gonzalez), Vives, Farnerud (Dal 59' El Kaddouri), Molinaro; Martinez, Quagliarella (Dal 72' Amauri). All. Ventura

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna

Marcatori: 32' Martinez (T), 50' rig. Quagliarella (T), 83' Toni (V), 92' El Kaddouri (T)

Ammoniti: 24' Glik (T), 38' Bovo (T), 49' Marques (V), 90' Padelli (T)

Espulsi: -




Commenta con Facebook