• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Milan, Allegri: "Lotta Scudetto è ancora aperta. Non gufo Inzaghi"

Juventus-Milan, Allegri: "Lotta Scudetto è ancora aperta. Non gufo Inzaghi"

L'allenatore bianconero ha incontrato i giornalisti alla vigilia del big match


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

06/02/2015 12:00

JUVENTUS-MILAN CONFERENZA STAMPA ALLEGRI / TORINO - Alla vigilia del big match Juventus-Milan, Massimiliano Allegri ha incontrato i giornalisti in sala stampa per la conferenza di rito. L'allenatore bianconero ha commentato le ultime news Juve, con uno sguardo anche al calciomercato.

LA PARTITA - "Juventus-Milan è sempre Juventus-Milan, cioè una partita delicata. Contro l'Inter ci siamo complicati la vita per conto nostro. La squadra rossonera ha fatto un ottimo mese di dicembre, poi ha incontrato alcune difficoltà a gennaio. Galliani ha fatto un ottimo calciomercato, portando in rosa 4 calciatori della Nazionale. Il Milan può lottare per un posto in Europa, può fare una grande rincorsa. I cicli finiscono, ma i rossoneri possono tornare presto la rivale numero uno della Juve. Ora, però, noi siamo avanti".

SCUDETTO - "Leggo che la Juventus ha già vinto il campionato ma non è così: per lo Scudetto servono 90 punti e la Roma è ancora in gioco. I giallorossi sono la pretendente numero uno, ma c'è anche il Napoli. Noi non abbiamo fatto ancora niente. La certezza della vittoria del titolo te la dà solo la matematica. Queste voci possono distrarre l'attenzione dall'obiettivo finale".

EMERGENZA A DESTRA - "A destra manca Lichtsteiner, Caceres è in forte dubbio. Giocherà un altro, che sia Padoin, Pepe o un altro. Domani deciderò come impostare la partita. Vidal? Ha recuperato".

INZAGHI - "Non sono in grado di giudicare un altro allenatore. Nell'arco della stagione si possono incontrare delle difficoltà. Gufare contro Inzaghi? Io penso alla Juventus, chi arriva seconda non mi interessa. Quello che è successo tra di noi appartiene al passato".

TURNOVER - "La nostra priorità, ora, è il Milan, Poi Cesena, Atalanta, Borussia, Roma... La priorità è sempre la partita più vicina. Abbiamo una rosa importante, che mi garantisce di poter impiegare in ogni match la formazione migliore per quella determinata situazione. Non ho ancora deciso chi giocherà al fianco di Tevez, dipenderà da chi giocherà nelle altre zone del campo".

CALCIOMERCATO - "La Juventus ha fatto un ottimo mercato. Ha riportato Matri, che ha fatto 7 gol saltando qualche partita. Era partito Giovinco e c'era bisogno di un attaccante importante. E' arrivato Sturaro che è un giovane molto bravo e che può diventare importante per la Juventus tra presente e futuro. E' più maturo rispetto all'età che ha. De Ceglie è arrivato per rimpiazzare Asamoah, per il quale i tempi di recupero sono ancora abbastanza lunghi".

BORUSSIA DORTMUND - "E' presto per parlarne. In campionato stanno faticando, ma hanno fatto un girone di Champions League strepitoso. Il nostro obiettivo è andare avanti".

FEELING CON I TIFOSI - "Quando sono arrivato era normale attendersi un po' di malumore per l'addio di Conte e per l'arrivo di un allenatore antagonista. Sto portando avanti l'obiettivo di portare a casa qualche trofeo, il tempo aggiusta tutto e l'unica cosa che conta sono i risultati".




Commenta con Facebook