• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-INTER

Azzurri cinici, ospiti puniti da un episodio. Splendidi Higuaìn e Gargano, per Mancini disastro Ranocchia


Gonzalo Higuain (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

04/02/2015 22:53

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-INTER / NAPOLI - Ecco i voti della partita di Coppa Italia fra Napoli e Inter. 


NAPOLI

Andujar 6 - Quando esce fa paura, ma lo fa con quel pizzico di follia che è propria di molti portieri. Tra i pali comunque è sicuro e sventa diversi pericoli. 

Koulibaly 6,5 - Schierato nell'insolita posizione di terzino si disimpegna più che bene, spingendo come un matto e facendosi trovare spesso anche nell'area avversaria. Una sorpresa. 

Albiol 6,5 - Tiene bene Icardi, gli fa toccare pochi palloni e di fatto mette il silenziatore all'attacco interista. 

Britos 6,5 - Collabora col compagno a chiudere una cerniera difficile da superare. La porta di Andujar corre pochi pericoli. 

Strinic 7 - Sempre puntuale nelle chiusure e successive ripartenze, intelligente negli anticipi, rapidissimo ad assaltare di gran carriera la metà campo avversaria. Se questo è davvero lui Bigon ha fatto il colpo dell'anno, ma forse è meglio aspettare un altro po'. 

David Lopez 6,5 - Sbaglia qualche passaggio all'inizio, poi si assesta e riprende a tessere le fila come sa fare lui, in gran silenzio ma sempre con applicazione encomiabile. 

Gargano 7 - La curva B continua a beccarlo, lui non fa una piega e continua a giocare come non ha mai giocato prima, mordendo gli avversari su ogni pallone e prendendosi gli applausi di tutti gli altri settori dello stadio. 

Callejòn 6,5 - La presenza di Koulibaly alle spalle gli dà meno sicurezza, tanto che lo si vede con più frequenza nella propria metà campo. Riesce comunque a proporsi con costanza, dando qualche grattacapo a Nagatomo e Juan Jesus. (Dal 26' st Mertens 6 - Entra e dopo 30 secondi mette i brividi all'Inter con uno splendido scambio nello stretto con Higuaìn, poi si fa valere in fase propositiva saltando spesso l'uomo).

Hamsik 6 - In certi frangenti della gara sembra svogliato, si guarda intorno spaesato come se il fatto non fosse il suo. Poi gli si accende la lampadina e scodella palloni come quello splendido alla fine del primo tempo, che per poco non mandava Higuaìn in porta. (Dal 28' st Gabbiadini sv)

De Guzman 6 - Buone idee, ottima spinta sulla sinistra dove dà qualche problema a Santon, prestazione discreta senza grossi picchi. (Dal 37' st Ghoulam 6,5 - Una rimessa in gioco che vale come un assist, proprio mentre l'arbitro aveva il fischietto in bocca. Ritorno dalla Coppa d'Africa in grande stile).

Higuaìn 7 - Ha una garra pazzesca, urla come un matto e si avventa su ogni pallone come se non mangiasse da mesi. Prende una botta al ginocchio ma non fa una piega, torna in campo e continua a sbranare l'erba. Non vuole mollare neanche un minuto, e lo dimostra al 93', quando si avventa come una fiera su quel pallone che vale la qualificazione. Che giocatore incredibile. 

All. Benìtez 6,5 - Crede nel bis e lo dimostra schierando in campo la formazione titolare, senza minimamente pensare al turnover, tranne Andujar in porta. La risposta della squadra è ottima. Ruvidi, determinati, molto propositivi nel primo tempo e in gestione nel secondo, pur con qualche patema. E il gol allo scadere che premia un'ottima partita del Napoli contro un'Inter tutt'altro che disprezzabile. 


INTER 

Carrizo 6 - Sul gol è incolpevole, prima si era disimpegnato bene. Non gli si può gettare la croce addosso. 

Santon 6 - Ri-esordisce di buona lena, si sovrappone bene con Shaqiri e ripiega subito a controllare De Guzman, che dà qualche preoccupazione. Il "bambino" si è fatto uomo. (Dal 40' st Dodò sv)

Ranocchia 4 - Higuaìn gli sbuca da ogni dove, se in un paio di occasioni l'avversario fosse stato più preciso l'avrebbe infilato di brutto ben prima. Combina la frittata nei minuti di recupero, regalando al Napoli gol e qualificazione. Schettino che torna a Napoli. 

Juan Jesus 6 - Si ritrova spesso a coprire le amnesie di Nagatomo, scalando sul centrosinistra dove c'è un Calllejòn in palla. Monitora bene la situazione. 

Nagatomo 5 - A sinistra c'è un grosso spazio in cui il giapponese si infila spesso e volentieri. Il problema è che a sua volta lascia una voragine dietro di lui, lasciando scoperto Juan Jesus e la sua zona di competenza. 

Brozovic 6 - Primo approccio al mondo interista con discreta personalità. Cerca la conclusione, si fa vedere, smista al minimo sindacale ma sempre con lucidità. 

Medel 6,5 - Si piazza davanti alla difesa e lascia molta più libertà ai compagni di reparto di proporsi in avanti. Ma tappa anche i buchi alle sue spalle: il salvataggio più importante del primo tempo è il suo, in ripiegamento su Higuaìn a porta spalancata. 

Hernanes 6 - Suona la carica per i suoi, ci tiene a far bella figura dopo essere stato nel dimenticatoio per un po'. Corre molto, spende tanto, prova anche la conclusione da fuori con scarsa fortuna. (Dal 27' st Guarìn sv)

Shaqiri 5 - Sulla destra lì vigila lo statuario Strinic, che spesso lo contrasta con efficacia e riparte di gran carriera. Occupa una posizione ibrida, non punge come potrebbe. 

Puscas 5,5 - Il giovanissimo rumeno fa intravedere qualche buon colpo. ma l'assaggio di grande calcio lo intimidisce e lo porta a perdersi spesso nei vorrei ma non posso. Voto di incoraggiamento, il talento c'è tutto. 

Icardi 5,5 - Il suo lo fa sempre, prende palla buona dopo 10 minuti di gioco e spara dal limite un destro che si stampa sul palo. Poi però esce dai radar, ben marcato dai difensori azzurri. 

All. Mancini 6 - La sorta di 4-1-4-1 con cui affronta il Napoli si trasforma spesso in un 3-5-2 con Medel che fa entrambe le fasi. L'Inter affronta la gara con grande impegno e determinazione, e meriterebbe i supplementari. Poi un errore individuale, del capitano per giunta, rovina tutto. La legge di Murphy. 


Arbitro Massa 6 - Partita dura ma senza grossi episodi da moviola, distribuisce cartellini nel modo giusto e tiene le redini senza patemi.  


TABELLINO 

NAPOLI-INTER 1-0

Napoli (4-2-3-1): Andujar; Koulibaly, Albiol, Britos, Strinic; Gargano, David Lòpez; Callejòn (dal minuto 73 Mertens), Hamsik (dal minuto 75 Gabbiadini), De Guzman (dal minuto 85 Ghoulam); Higuain. 
A disp.: Rafael, Colombo, Maggio, Henrique, Inler, Jorginho, Zapata. All.: Benitez.

Inter (4-2-3-1): Carrizo; Nagatomo, Ranocchia, Juan Jesus, Santon (dal minuto 86 Dodò); Medel, Brozovic; Shaqiri, Hernanes (dal minuto 74 Guarin), Puscas; Icardi. 
A disp.: Handanovic, Berni, Vidic, Donkor, Obi, Kovacic, Palacio, Podolski, Kuzmanovic, Bonazzoli. All.: Mancini.

Arbitro: Massa di Imperia

Marcatori: 90’+3’ Higuain

Ammoniti: Shaqiri, Medel, Gargano, Santon, Ranocchia




Commenta con Facebook