• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > SPECIALE CM.IT - Calciomercato gennaio 2015, i grandi ritorni: tra nuove sfide e ultimi fuochi

SPECIALE CM.IT - Calciomercato gennaio 2015, i grandi ritorni: tra nuove sfide e ultimi fuochi

Da Eto’o a Jajalo, ecco i giocatori tornati in Serie A in questa sessione di mercato


462623940.jpg
Raniero Mercuri

03/02/2015 01:25

CALCIOMERCATO GENNAIO 2015 RITORNI ULTIMI FUOCHI / ROMA -  Rieccoli. Di nuovo tra noi. Cavalli di ritorno, minestre riscaldate. Chiamateli come volete, ce n’è per tutti i gusti.

Partiamo da lui: Samuel Eto’o. Campione indiscusso, ha vinto praticamente tutto. Poi, un lento declino. Se ne va in Russia, all’Anzhi, scelte di vita le chiamano. Mourinho lo prende al Chelsea:  il bomber però non c’è più, come il rapporto tra i due. Lo "Special One" gli dà praticamente del nonnetto, lui non la prende bene, per usare un eufemismo. Valigie e via, destinazione Everton: un fiasco. Il resto è roba di questi giorni: Ferrero lo chiama, entusiasta. Eto’o si fa contagiare, anche troppo: "Lasciatelo sognare" dice ai cronisti, neanche parlasse di un bimbo alle giostre. Approda alla Samp a titolo gratuito, contratto di tre anni e mezzo.

Alberto Gilardino (classe ‘82) e Alessandro Diamanti (classe ’83), vanno a Firenze in prestito con diritto di riscatto, entrambi di ritorno dalla Cina. Anche qui, scelta di vita. E come ti sbagli. Per il primo è un ritorno al Franchi: 118 presenze e 48 gol in maglia viola. Il secondo, giocò appena tre partite nella “Florentia Viola”, nel 2003. Gli anni migliori a Bologna, dal 2011 al 2014.

Per Alessio Cerci invece (classe ’87), il ritorno in Italia rappresenta una vera e propria sfida, l’occasione per tornare quello dei due anni in maglia granata. Arriva al Milan in prestito per 18 mesi. Davide Santon (classe ’91), è di nuovo all’Inter. Il 'bimbo', come lo chiamava 'Mou', torna a casa dopo una lunga esperienza al Newcastle.

Poi c'è Salvatore Bocchetti (classe ’86), che esplode al Genoa tra il 2008 e il 2010. Le 'Grandi' lo cercano. Lui che fa? Bravi, avete indovinato: scelta di vita. Sceglie la Russia. Ci sta per cinque anni, tra Rubin Kazan e Spartak Mosca. Ora, ritorna. In prestito per sei mesi al Milan. L’ultimo figliol prodigo si chiama Mato Jajalo, (classe ’88). Se lo ricordano solo a Siena, e neanche tutti. Sbarca a Palermo, da svincolato, contratto di quattro anni e mezzo.

Il finale è chiaro: i ritorni lasciano sempre un dubbio, una perplessità. A volte risorgi, più spesso resti deluso, a ricordare un passato che non c’è più.

 

CALCIATORE          DA                      A                              COSTO

Eto’o                 Everton           Sampdoria                 Titologratuito             
           
Gilardino         Guangzhou      Fiorentina        Prestito con diritto di riscatto

Diamanti        Guangzhou        Fiorentina       Prestito con diritto di riscatto

Cerci              Atletico Madrid   Milan              Prestito per 18 mesi

Santon          Newcastle            Inter               Prestito con obbligo di riscatto

Bocchetti      Spartak Mosca    Milan              Prestito per 6 mesi

Jajalo                        /               Palermo               Svincolato

 

 

 




Commenta con Facebook