• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-NAPOLI

Vittoria firmata dai nuovi acquisti azzurri, Strinic e Gabbiadini. Pellissier scatenato, Hetemaj ispirato


Manolo Gabbiadini (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

01/02/2015 17:03

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-NAPOLI / VERONA - Ecco i voti della partita fra Chievo Verona e Napoli.


CHIEVO 

Bizzarri 5,5 - L'uscita su Gabbiadini era ottima, peccato per l'incredibile carambola sul corpo di Cesar che vale il vantaggio azzurro. Il secondo gol però lo prende sul suo palo, non proprio una gran figura. 

Schelotto 6 - Maran lo sta finalmente impostando terzino, con buoni risultati: probabilmente se questo processo fosse iniziato qualche anno fa staremmo parlando di uno degli esterni più completi del nostro campionato. Oggi però così così: soffre i raddoppi di Strinic su Mertens, uno dei quali vale il gol della vittoria. 

Cesar 5,5 - La carambola che porta all'autorete è sfortunatissima, ma la difesa da lui guidata aveva preso un'infilata bestiale sul taglio di Gabbiadini. Buggerato anche sul secondo gol azzurro, sempre da Gabbiadini. (Dal 36' st Christiansen sv)

Gamberini 6 - Efficace in marcatura su Higuaìn, sul primo gol però doveva fare più attenzione sull'incursione di Gabbiadini, che gli parte alle spalle. 

Zukanovic 6,5 - Innesto prezioso dal punto di vista tattico, scala spesso a fare il terzo centrale quando il più offensivo Schelotto si prende la libertà di affondare nella metà campo avversaria. Spettacolare la chiusura su Higuaìn a pochi minuti dal termine del match. 

Izco 6 - L'argentino è molto importante nell'economia di questa squadra, anche se oggi non è proprio impeccabile. Prezioso nella superiorità numerica in mezzo al campo, utile anche ad aiutare Schelotto sulla destra. 

Radovanovic 5,5 - Si piazza davanti alla difesa e cerca di arginare le sortite di De Guzman, non sempre con buoni risultati. Imbarca acqua anche quando affondano i centrocampisti avversari. 

Hetemaj 6,5 - Come al solito è straordinario nella corsa e nella sostanza che regala in mezzo al campo, ma come spesso gli accade non manca neanche la qualità: è suo il cross che vale il pareggio clivense, smanacciato da Rafael addosso a Pellissier. 

Birsa 5,5 - Dei centrocampisti di Maran è quello che più dà una mano agli attaccanti, ma il doppio ruolo finisce col fargli interpretare maluccio entrambe le fasi. (Dal 15' st Botta 5 - Entra e dopo tre minuti prende un cartellino, il secondo lo rischia in più di un'occasione con interventi da arancione. L'arbitro lo grazia, ma se non lima certe asperità caratteriali è logico che resti spesso in panchina).

Pellissier 7 - Dopo un paio di stagioni in cui sembrava aver imboccato la parabola discendente, quest'anno sembra rinato. Tiene in scacco da solo la difesa del Napoli, serve Paloschi che spreca, poi si ritrova addosso il gol del pareggio inserendosi benissimo fra Rafael e Britos. 

Paloschi 5,5 - Al pronti-via arriva tardi su un pallone ben servito da Pellissier. Si impegna tanto, torna spesso dietro a prendersi il pallone, ma non punge. (Dal 26' st Meggiorini sv)

All. Maran 6 - Il suo Chievo è messo bene in campo e non rende la vita facile al Napoli, anzi sull'1-1 rischia più volte di portarsi in vantaggio grazie alle ripartenze mortifere dei suoi. Punito da una prodezza del duo Strinic-Gabbiadini, ma la squadra ha dato il massimo.


NAPOLI

Rafael 5 - L'uscita sconclusionata e la folle respinta coi pugni sul corpo del compagno è una papera vera, che compromette la partita mettendo nei guai i suoi. Peccato, nelle ultime uscite sembrava in netta ripresa. 

Maggio 6,5 - Molto propositivo, utilissimo nei ripiegamenti. Una gran chiusura in diagonale sul finire del match. Prestazione di spessore. 

Albiol 6 - Molto lezioso quando ha la palla sui piedi, in chiusura però è difficile da superare. Deve correggere però quell'eccessiva sicurezza di sé, che in certe occasioni rischia di fare gravi danni. 

Britos 5,5 - Quando gioca da terzino sa limitare i danni, da centrale è una calamità naturale. L'autorete è sfortunata, ma nel frattempo aveva lasciato infilarsi Pellissier come lama nel burro, e non era la prima volta. 

Strinic 7 - In fase difensiva soffre molto le sortite offensive di Izco e Schelotto, ma la prova nella metà campo avversaria è ancora di gran valore: oggi anche l'assist per il gol di Gabbiadini, dopo una splendida azione a sinistra con tanto di dribbling sul difensore. Ghoulam chi? 

David Lopez 6,5 - Sempre essenziale, sempre gran senso della posizione. Non si fa scappare un pallone e mette ordine in mezzo al campo. Imprescindibile. 

Jorginho 6 - Preso nel mezzo dalla folla di centrocampisti che ha il Chievo, riesce comunque ad uscire bene palla al piede e a proporre per gli attaccanti. Ad intermittenza. (Dal 23' st Gargano 6 - Ingresso utile per ridare freschezza ad una mediana che aveva speso tanto, fa il suo dovere).

Gabbiadini 7,5 - Approccio alla gara da big, con sacrificio in fase difensiva e attacco feroce degli spazi. La sua azione più incisiva nel primo tempo porta al gol del vantaggio azzurro, con il pallone che carambola su Cesar prima di finire in rete. Magia ad inizio ripresa, con Bizzarri che gli nega il gol, per il 2-1 però è solo questione di tempo: splendido nel controllare un cross di Strinic e mettere dentro con freddezza. Eccoli qui, i colpi di mercato del Napoli. (Dal 20' st Callejòn 6,5 - Ingresso molto efficace, rispetto a Gabbiadini si tiene più largo e ravviva la situazione sul centro-destra, creando diversi grattacapi ai difensori avversari).

De Guzman 6 - Palla al piede è un belvedere, togliergli il pallone è piuttosto complicato e lo smista sempre bene, però in fase conclusiva è ancora una volta troppo lezioso: nel quarto d'ora finale un tap-in abbastanza agevole, che potea chiudere il match, finisce in curva.

Mertens 6 - Bravo nello smistare il pallone, soprattutto nei tocchi a smarcare i compagni, nell'affondo però non riesce ad incidere, finendo ingabbiato fra le maglie della difesa clivense. (Dal 32' st Hamsik sv)

Higuaìn 6 - Accentratore, spesso egoista sottoporta, ma è naturale per un centravanti. Quando va a prendersi la palla sulla trequarti però è il migliore dei rifinitori: straordinaria la palla servita a Gabbiadini nello spazio per il vantaggio azzurro. 

All. Benìtez 6,5 - Parsimoniosa la gestione di Gabbiadini, ma per ora l'ingresso soft nella formazione titolare sta dando i suoi frutti. Cambia diverse carte in tavola senza soffrire più di tanto, se non in qualche frangente in difesa. Gli altri risultati gli danno una mano, il terzo posto sembra essere abbastanza al sicuro ed ora si può guardare con fiducia anche al secondo. 


Arbitro Banti 6 - Direzione abbastanza tranquilla, desta qualche dubbio la spallata di Meggiorini su Maggio a dieci minuti dal termine, ma si poteva anche non fischiare. 

 

TABELLINO
CHIEVO-NAPOLI 1-2

Chievo (4-4-2): Bizzarri; Schelotto, Zukanovic, Gamberini, Cesar (dal minuto 81 Christiansen); Izco, Birsa (dal minuto 61 Botta), Hetemaj, Radovanovic; Paloschi (dal minuto 71 Meggiorini), Pellissier
A disposizione: Bardi, Seculin, Cofie, Sardo, Biraghi, Jallow
 

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Britos, Strinic; David Lopez, Jorginho (dal minuto 68 Gargano); Gabbiadini (dal minuto 65 Callejòn), De Guzman, Mertens (dal minuto 78 Hamsik); Higuain
A disposizione: Andujar, Colombo, Hamsik, Inler, Duvàn, Luperto

Arbitro: Banti di Livorno

Marcatori: 18’ Cesar (Autogol), 25’ Pellissier, 62’ Gabbiadini

Ammoniti: Botta




Commenta con Facebook