• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Roma, Luiz Adriano: un centravanti puro per Garcia

TATTICA DEL MERCATO - Roma, Luiz Adriano: un centravanti puro per Garcia

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sull'attaccante dello Shakhtar Donetsk


Luiz Adriano (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

28/01/2015 15:40

TATTICA DEL MERCATO CALCIOMERCATO ROMA SHAKHTAR DONETSK LUIZ ADRIANO SABATINI GARCIA / ROMA - Il calciomercato entra nella sua fase più calda, con il gong finale che suonerà tra 6 giorni. Ultimi momenti, dunque, per portare a termine le trattative. Il calciomercato Roma attualmente è monopolizzato dalla situazione relativa a Mattia Destro, vicino al Milan. Walter Sabatini, direttore sportivo giallorosso, ha già individuato il possibile sostituto. Si tratta del brasiliano Luiz Adriano dello Shakhtar Donetsk. Il giocatore si trasferirebbe volentieri in Italia, come rivelato in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it. La trattativa con il club ucraino, però, non è ancora chiusa e sono in corso nuovi colloqui per sbloccarla, come appreso in esclusiva dalla nostra redazione.

Conosciamo meglio Luiz Adriano attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI LUIZ ADRIANO, OBIETTIVO DELLA ROMA PER L'ATTACCO

Luiz Adriano de Souza da Silva nasce a Porto Alegre, in Brasile, il 12 aprile 1987. Cresce nel settore giovanile dell'Internacional, storica squadra della sua città natale. Con la maglia del 'Colorado' vince il Mondiale per club del 2006 segnando una rete decisiva in semifinale. Nel 2007 viene acquistato a titolo definitivo dallo Shakhtar Donetsk, nuova potenza del calcio ucraino guidata dal sapiente Mircea Lucescu. Il tecnico romeno ne centellina l'impiego fino a farlo diventare una pedina fondamentale dello scacchiere tattico del suo Shakhtar. Ottimi i numeri: il brasiliano finora ha giocato 252 partite segnando 121 gol e mettendo a segno anche 37 assist. Ha vinto 6 campionati, 4 coppe nazionali e cinque supercoppe, con la ciliegina della Coppa Uefa del 2009. E' stato squalificato per un turno durante la Champions League 2012/2013 per aver segnato invece di restituire palla alla squadra avversaria. Nella massima competizione continentale di quest'anno ha realizzato 5 reti in una sola gara (record condiviso con Lionel Messi), mettendo a referto la tripletta più veloce di sempre e diventando il marcatore all-time del club ucraino.

Con la maglia del Brasile under-20 ha preso parte al campionato sudamericano di categoria del 2007 e al Mondiale nello stesso anno. Ha esordito con la maglia della 'Seleçao' nel 2014 sotto la gestione di Carlos Dunga. Due presenze per lui.


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI LUIZ ADRIANO

Alto 1,83  per 71 kg, fisico longilineo e asciutto, destro naturale. Luiz Adriano è un centravanti puro che ama essere l'unico terminale offensivo della squadra. Non predilige partecipare allo sviluppo della manovra d'attacco ma sa muoversi comunque anche spalle alla porta. Forte fisicamente, ha una tecnica individuale notevole e un ottimo senso del gol. Segna in qualsiasi maniera, preferendo però la rete di rapina grazie alla capacità di trovarsi sempre nel posto giusto al momento giusto. Bravo negli spunti personali e nel dribbling, sa essere letale nell'uno contro uno ed è abile nel servire assist ai compagni, dimostrando un'ampia visione di gioco. Dalla stagione 2009/2010 va regolarmente in doppia cifra.


LUIZ ADRIANO E' UN GIOCATORE ADATTO ALLA ROMA?

Dal punto di vista tattico c'è qualche perplessità circa il possibile adattamento di Luiz Adriano al gioco di Rudi Gacia. Il tecnico francese infatti ama usare il 4-3-3 con Francesco Totti prima punta atipica, una situazione che ha portato Mattia Destro ad essere ritenuto solamente una semplice alternativa. La caratura del centravanti brasiliano, però, potrebbe spingere l'allenatore ex Lille a ridisegnare il sistema di gioco basandosi su un centravanti puro di spessopre internaziole alternato alla classe di Totti, utilizzando più frequentemente un 4-2-3-1. Luiz Adriano porterebbe in dote un buon numero di gol (come detto va in doppia cifra con regolarità), una mentalità vincente (in Ucraina ha vinto tutto) e una forte esperienza internazionale, potendo disputare l'Europa League che la Roma dovrà affrontare a partire dal mese di febbraio.




Commenta con Facebook